Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Taiwan conduce esercitazioni antiaeree nel contesto della tensione con la Cina

TAIPEI (Reuters) – Le strade sono state svuotate ed è stato ordinato alle persone di entrare in alcune parti di Taiwan, inclusa la sua capitale, Taipei, lunedì per esercitazioni antiaeree, mentre l’isola si preparava a un possibile attacco cinese.

Le sirene hanno suonato alle 13:30 (0530 GMT) per le esercitazioni obbligatorie di evacuazione delle strade ed è stato imposto un blocco di 30 minuti a paesi e città nel nord di Taiwan.

Un “avviso missilistico” è stato inviato tramite sms, chiedendo alle persone di mettersi immediatamente in salvo.

“È necessario fare i preparativi in ​​caso di guerra”, ha detto il sindaco di Taipei Koo Wen Jie in un discorso dopo aver supervisionato gli esercizi chiamati Wan An, che significa pace eterna.

La Cina afferma che Taiwan governata democraticamente è il suo territorio e non ha mai escluso il sequestro dell’isola con la forza. Taiwan rifiuta la pretesa di sovranità della Cina e giura di difendersi.

L’invasione russa dell’Ucraina ha rinnovato il dibattito a Taiwan su come rispondere al meglio in caso di attacco, vista l’intensificarsi delle esercitazioni militari cinesi nell’isola.

“Gli aerei militari cinesi hanno ripetutamente molestato Taiwan negli ultimi anni e fino allo scoppio della guerra tra Russia e Ucraina a febbraio, questi incidenti ci ricordano di essere vigili in tempo di pace”, ha affermato Koo.

A Taipei, la polizia ha ordinato ai veicoli di allontanarsi dalla strada e ai pedoni di cercare riparo. Negozi e ristoranti hanno abbassato le serrande e abbassato le luci per evitare di diventare un bersaglio in caso di attacco notturno.

I vigili del fuoco sono stati addestrati per spegnere un incendio causato da un attacco missilistico.

READ  Nicholas Kreplak: "È molto probabile che non dovremo tornare a essere limitati"

La sirena suonò 30 minuti dopo per annunciare che tutto era chiaro.

La preoccupazione per le intenzioni della Cina nei confronti di Taiwan ha portato a un’escalation della tensione con gli Stati Uniti, che, pur non riconoscendo l’isola come Paese separato, sono tenuti dalla legge statunitense a fornirle i mezzi per difendersi.

La Cina ha emesso severi avvertimenti privati ​​all’amministrazione Biden indicando la possibilità di una risposta militare a una possibile visita a Taiwan ad agosto della presidente della Camera degli Stati Uniti Nancy Pelosi, secondo quanto riportato sabato dal Financial Times.

La legge prevede regolari esercitazioni di raid aerei a Taiwan.

L’isola ha aumentato il suo livello di allerta dall’invasione russa dell’Ucraina, sebbene non abbia segnalato alcuna attività militare cinese insolita.

Altre parti di Taiwan terranno esercitazioni di evacuazione delle strade questa settimana. L’esercizio è stato annullato negli ultimi due anni a causa del COVID-19.

Il presidente di Taiwan Tsai Ing-wen ha dato la priorità all’aumento delle capacità di difesa, dicendo che solo il suo popolo può decidere il suo futuro.

“Quando tutti ricevono il messaggio, non fatevi prendere dal panico”, ha detto Tsai in un promemoria al pubblico su Facebook all’inizio di lunedì. “Cittadini, per favore evacuare secondo le linee guida.”

(Segnalazione di Yimo Lee, Fabian Hammacher e Ann Wang; montaggio di Robert Percel; traduzione di Flora Gomez)