Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Soluzioni che le aziende sviluppano dai dati

In prima fila Carolina de la Calzada (Toos) e Juango Casado (Repsol). Dietro di loro, Santiago Lopez Heredia (BBVA Italia), Fernando Lusini (Accenture), Miguel Campos (Endesa) e Fernando de Pablo (Municipio di Madrid). Sullo sfondo Giulio Angulo (Gestamp), Ignacio Albiac (SEAT), Alberto G Arrieta (Accenture) e Jes Calvo (Redia).
Luis Camacho

Le aziende si impegnano ad abbandonare l’uso dei dati e dell’intelligenza artificiale, come la chiave per promuovere un migliore processo decisionale che consenta all’organizzazione di crescere.

Le organizzazioni devono prendere decisioni sempre più flessibili e sicure, innovare più velocemente, creare nuove fonti di reddito e rafforzare il rapporto con i clienti, oltre che con dipendenti e collaboratori. Nel processo, il cloud funge da abilitatore, i dati fungono da driver e l’IA diventa un segno distintivo in modo che l’azienda del futuro diventi realtà. Lo ha evidenziato l’incontro Artificial Intelligence Solutions: Value Generation and Sustainable Growth, organizzato da EXPANSIN in collaborazione con Accenture.

“Nei prossimi due o tre anni, le aziende che avranno successo saranno quelle che miglioreranno e creeranno nuovi modelli basati sulla tecnologia per superare i problemi esistenti”, ha affermato Fernando Lucini, Head of Global Data Science and Machine Learning di Accenture. Sullo sviluppo dell’intelligenza artificiale, ha aggiunto: “Siamo passati dalla creazione di esperienze alla generazione di opportunità e il passo successivo è raggiungere uno stadio in cui la nostra immaginazione e i nostri casi d’uso sono limitati”.

Innovatori

La conferenza si è concentrata sulle varie storie di successo delle aziende che hanno sviluppato nuove soluzioni in questo campo con il supporto di Accenture. Un esempio è quello di Repsol, che dal 2017 ha sviluppato più di 350 iniziative, con particolare attenzione agli obiettivi di sostenibilità. “Siamo convinti che i dati, l’analisi e l’intelligenza artificiale giocheranno un ruolo chiave nella transizione energetica e ci aiuteranno a capire come possiamo essere più efficienti”, ha affermato Gwanggo Casado, Director of Data and Analytics di Repsol.

“Vogliamo cambiare il modo in cui interagiamo con i clienti, che ci chiedono più personalizzazione e consulenza che mai”, ha affermato Miguel Campos, direttore della divisione Small and Medium Business dell’azienda, nel caso di Endesa e del suo business aziendale. Per fare ciò, ha creato un nuovo canale remoto che rappresenta già il 15% delle sue vendite. Campos ha sottolineato che “il progetto è strutturato attorno all’utilizzo dei dati”, con modelli predittivi per fornire la visione migliore in ogni caso e anticipare potenziali perdite.

La trasformazione è una realtà anche nel settore finanziario, che sta attraversando la propria digitalizzazione. Lo sanno bene a BBVA, che lo scorso anno si è sfidata ad entrare nel mercato italiano con un’offerta 100% digital in soli 12 mesi. In questa situazione, Santiago López Heredia, Chief Marketing Officer di BBVA Italia, ha spiegato che, data questa situazione, “fare affidamento sulle informazioni sui dati era una necessità urgente per raggiungere obiettivi di crescita e valore”.

D’altra parte, l’industria automobilistica soffriva di problemi di approvvigionamento globale. Spesso, “l’aumento dell’efficienza richiede più stress sulle catene di approvvigionamento, ma ciò aumenta la nostra vulnerabilità a potenziali interruzioni: è un circolo vizioso a cui stiamo cercando di sfuggire creando strumenti digitali”, ha affermato Ignacio Albiac, Direttore dei clienti di Supply Chain Led Seat. In particolare l’azienda ha progettato la torre di controllo, che è un sistema di controllo per controllare al massimo la propria produzione.

Dal punto di vista della pubblica amministrazione, “Il nostro obiettivo è migliorare la vita delle persone e fornire servizi migliori in una città più attraente e competitiva”, ha affermato Fernando de Pablo, Direttore Generale dell’Ufficio Digitale del Comune di Madrid. E l’uso dei dati è un enorme vantaggio in questo senso: “Possiamo vedere cosa sta succedendo e prendere decisioni in tempo reale, oltre a pianificare in anticipo”.

Parallelamente, Julio Angulo, Director of Data Strategy di Gestamp, ha affermato: “Una delle chiavi per gestire e migliorare i dati è disporre di un solido framework di gestione e governance dei dati, che funge da base della piramide”. Una volta che questo framework sarà disponibile, Angulo osserva che si aprono una serie di opportunità come la scalabilità e l’interoperabilità.

Sulla stessa linea, “Comprendiamo i dati come una leva per trasformare le nostre operazioni, nonché un elemento che ci consentirà di raggiungere elevati livelli di eccellenza nei lavori che svolgiamo”, ha affermato Jess Calvo, Responsabile dei Sistemi Informativi e Coordinatore di l’Area Funzionale Trasferimento Detersivi (ex Rete Elettrica).

I vantaggi di questa tecnologia possono essere sfruttati dalle aziende di tutti i settori. “Il nostro obiettivo è utilizzare i dati per fornire a ogni cliente quelle gemme che potrebbero piacere”, ha affermato Carolina de la Calzada, direttore del business digitale di Tous. Tuttavia, ha ammonito, “Attrarre e trattenere i talenti è molto complesso, ma se abbiamo persone con profili diversi, ci aiuterà a creare una cultura dei dati”.

Infine, Rodrigo Alvarez, Head of Applied Intelligence in Iberia presso Accenture, ha sottolineato che siamo “impegnati in aree in cui i nostri clienti percepiscono opportunità per acquisire valore, come la crescita, il settore B2B, la catena di approvvigionamento e la sostenibilità”.

Cosa dicono gli esperti?

  • Fernando Lusini, “pioniere della scienza dei dati globali e dell’apprendimento automatico” presso Accenture . “Siamo passati dalla creazione di esperienze alla generazione di opportunità. Ora siamo limitati solo dalla nostra immaginazione”
  • Juango Casado, Direttore dei dati e dell’analisi presso Repsol . “Dati, analisi e intelligenza artificiale giocheranno un ruolo chiave nella transizione energetica”
  • Santiago Lopez Heredia, Chief Marketing Officer di BBVA Italia. “Fare affidamento sull’intelligence dei dati era una necessità urgente per raggiungere i nostri obiettivi”
  • Miguel Campos, Direttore delle Piccole e Medie Imprese, Endesa. “Vogliamo cambiare il modo in cui trattiamo i clienti, che richiedono maggiore personalizzazione”
  • Ignacio Albiac, “Customer Driven Supply Chain Manager” presso Seat . “Abbiamo affrontato la sfida di rispondere alle grandi sfide a livello di filiera”
  • Carolina de la Calzada, Direttore del Digital Business di Tous . “Se abbiamo persone con profili diversi, sarà più facile creare una cultura dei dati”
  • Rodrigo Alvarez, “Leader di Applied Intelligence Iberia” per Accenture. “Ci sono opportunità per acquisire valore in aree come la catena di approvvigionamento e la sostenibilità”.
  • Julio Angulo, Direttore della strategia dei dati presso Gestamp. “Avere un solido quadro di gestione e governance dei dati è fondamentale per migliorarne l’utilizzo”.
  • Jess Calvo, Responsabile dei Sistemi Informativi di Redeia. “Comprendiamo i dati come un modo per cambiare le nostre operazioni”
  • Fernando de Pablo, Direttore Generale. Ufficio digitale del Comune di Madrid . “Ora possiamo vedere cosa sta succedendo e prendere decisioni in tempo reale, oltre a pianificare in anticipo”

READ  Parigi e Berlino propongono ai loro soci un accordo di finanziamento per l'acquisto di Ariane 6