Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Sembra la fine di Hong Kong

Nota del redattore: la Cina è diventata la più grande istituzione della proporzione di cui l’umanità dovrebbe preoccuparsi? In una serie di analisi da leggere fino a lunedì, il nostro autore e politologo professionista Lock Das cerca di rispondere a questa domanda.

Hong Kong è in vista di un’importante uscita. Dei 7,5 milioni di persone che vivono a Hong Kong, quasi la metà ha la doppia cittadinanza o può ottenerla facilmente. Di questo numero, 300.000 detengono passaporti canadesi.

Molte persone di Hong Kong vendono le loro case e stanno riempiendo le valigie. Aspettano saggiamente che l’epidemia globale finisca prima di andarsene.

Le loro destinazioni preferite sono Gran Bretagna, Australia e Canada.

Saranno accolti a braccia aperte. Non sono solo ricchi, ma soprattutto altamente istruiti.

Felice Pechino

I funzionari di Pechino sono felici di vedere questi abitanti di Hong Kong. Secondo Xi Jinping, queste persone di Hong Kong sono abbastanza patriottiche. Sono anche visti come una minaccia interna.

Inoltre, la loro uscita perde il movimento democratico a Hong Kong per molti sostenitori.

Inoltre, sotto la pressione di Pechino, ai cittadini di Hong Kong con doppia cittadinanza viene ora chiesto di scegliere tra Hong Kong e il loro altro paese. Se non scelgono, perderanno i loro servizi diplomatici.

Da allora, il governo cinese è convinto che questi cittadini di Hong Kong possano essere sostituiti molto facilmente.

Infatti, milioni di cinesi nella vicina provincia del Guangdong sono ansiosi di trasferirsi a Hong Kong, cosa che ora è difficile per loro.

Faccia dinamica

Le grandi aziende occidentali che si sono stabilite in città vengono gradualmente sostituite da aziende cinesi.

READ  L'Italia introduce il primo treno passeggeri "non ambito"

Così il volto britannico di Hong Kong inizia a svanire. Inoltre, l’inglese viene tradotto sempre di più in mandarino.

Il destino di Hong Kong sconvolge i taiwanesi Speravano che la Cina di Pechino avrebbe preservato la loro unicità se si fossero riunite.

Da Deng Xiaoping, la Cina ha cercato di assicurare alla terraferma che i taiwanesi fossero soggetti al governo di “uno stato, due sistemi”. Ma Pechino non ha mantenuto la parola data.

La cosa peggiore è che l’implacabile distruzione del movimento democratico di Hong Kong da parte di Xi Jinping spiega come la sua amministrazione sia diventata nemica della democrazia e quindi nemica delle democrazie.

Hong Kong sta diventando una città cinese come qualsiasi altra città. Nel processo, perde la sua anima, il suo potere e la sua unicità.