Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Scienziati italiani condividono esperienze e conoscenze alla vigilia della 19a Conferenza Nazionale di Scienza e Tecnologia Apanac 2023

Scienziati italiani condividono esperienze e conoscenze alla vigilia della 19a Conferenza Nazionale di Scienza e Tecnologia Apanac 2023

Panama, 25 settembre 2023. Il ruolo dei centri di ricerca, i sistemi scientifici integrati, lo sviluppo tecnologico e il suo collegamento con la scienza sono stati tra i temi affrontati da ricercatori e specialisti italiani nel corso del convegno “BRIGHT: Costruire infrastrutture di ricerca orientate all’avanzamento delle tecnologie avanzate: spazio, digitale ed ecosistemi Una prospettiva italiana”, il 25 settembre presso l’Università di… Panama.

L’evento è stato anche il preludio alla 19a Conferenza Nazionale di Scienza e Tecnologia Apanac 2023, che si terrà a partire dal 26 settembre presso il Panama Marriott Hotel (Albrook Mall).

L’obiettivo di Bright era quello di scambiare esperienze nazionali e internazionali, stabilire alleanze di cooperazione e lavorare su ricerca, sviluppo e innovazione (R&S&I), nonché know-how tecnologico utilizzato in tutto il mondo, fornendo un’opportunità ad enti rappresentativi del mondo accademico e scientifico e attività tecnologica a Panama, nonché per tecnologi, imprenditori, intellettuali e studenti panamensi provenienti da vari campi del sapere nel Paese, secondo l’Ambasciata italiana a Panama.

L’Ambasciata d’Italia ha organizzato l’incontro scientifico in collaborazione con l’Università di Panama, l’Università Tecnologica di Panama, l’Istituto Tecnico Superiore Specializzato e il Segretariato Nazionale della Scienza, della Tecnologia e dell’Innovazione (Senacyt).

La prima sessione di discussione di BRIGHT era intitolata “Alla scoperta del futuro: centri di ricerca per lo sviluppo sostenibile globale e locale”, alla quale hanno partecipato gli specialisti italiani Andrea Piccioli dell’Istituto Superiore di Sanità; Emilia Giorgetti, del Consiglio Nazionale delle Ricerche; Massimo Della Valle, dell’Istituto Nazionale di Astrofisica; e Andrea Taramelli, del Graduate University Institute di Pavia, Italia.

La seconda sessione era intitolata “Verso un’innovazione globale: esplorare il modello del Polo scientifico di Trieste nel sistema scientifico integrato” ed è stata presieduta da Nicola Casagli, Presidente dell’Istituto Nazionale di Oceanografia e Geofisica Sperimentale in Italia; Silvina Pons Dawson, presidente designata dell’Unione internazionale di fisica pura e applicata; Andrea Romanino, Preside della International Graduate School of Advanced Studies; Atish Dabholkar, Direttore del Centro Internazionale di Fisica Teorica; e Vittorio Venturi, del Centro Internazionale di Ingegneria Genetica e Biotecnologia.

READ  I pipistrelli imitano i bombi per allontanare i predatori: Studio - El Financiero

La sessione finale era dal titolo “Tessere il futuro digitale: lo sviluppo tecnologico in Italia e i suoi legami con scienza, industria e società”, con la partecipazione di Antonio Zuccoli, dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare; Gustavo Lagrotta, di Telecom Italia Sparkle; Silvia Ceccarelli dell’Agenzia Spaziale Italiana e Einar Pitana dell’Autorità Elettrica Nazionale.

Il 19° Congresso Nazionale di Scienza e Tecnologia Apanac 2023, che in questa edizione ha come tema centrale “Panama: Science Center”, vedrà la partecipazione di 30 espositori ospiti (12 nazionali e 18 internazionali), circa un migliaio di partecipanti, 16 sessioni plenarie di conferenze, 11 simposi, 8 tavole rotonde e altro ancora, con 290 presentazioni di poster scientifici e 176 comunicazioni orali. Il programma del convegno è disponibile nel dettaglio alla pagina congreso.apanac.org.pa.

Informazioni su Cinaset: Il Segretariato Nazionale della Scienza, della Tecnologia e dell’Innovazione (Senacyt) è un’istituzione indipendente la cui missione è trasformare la scienza e la tecnologia in strumenti per lo sviluppo sostenibile a Panama. I nostri progetti e programmi si concentrano sulla promozione dello sviluppo scientifico e tecnologico del Paese e, in questo modo, colmano il divario di disuguaglianza e promuovono uno sviluppo equo che migliori la qualità della vita dei panamensi.