Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Scienza: Questi sono gli eventi che il 2022 porterà secondo natura – scienza – vita

come di consueto ogni anno, temperamento natura, una delle riviste scientifiche più prestigiose al mondo, ha pubblicato gli eventi che daranno forma alla ricerca il prossimo anno.

benché pandemia il covid-19 rimarrà una priorità per molti Scienziati Dal mondo, come i campi Esplorazione dello spazio, fisica delle particelle e lotta ai cambiamenti climatici Saranno anche una parte importante dell’agenda.

(Potrebbe interessarti: James Webb: A New Era of Exploration)

Varianti e vaccini

Secondo Nature, mentre il mondo entra nel terzo anno della pandemia di COVID-19, e senza fine in vista, la sfida immediata è comprendere l’impatto e la minaccia posti dalla variante omicron del coronavirus in rapida diffusione.

Quindi, nel 2022, i ricercatori e le autorità sanitarie pubbliche continueranno a monitorare l’emergere di nuove varianti del virus SARS-CoV-2, nonché gli effetti a lungo termine nelle persone che si sono riprese dall’infezione.

La natura mette in evidenza anche come i paesi ricchi abbiano iniziato a dare alle loro popolazioni booster dei vaccini esistenti, che probabilmente continueranno tra le preoccupazioni per omicron.

(Anche: gli astronauti cinesi completano il loro secondo volo spaziale)

Di fronte a uno scenario in cui quasi la metà della popolazione mondiale deve ancora ricevere una singola dose di vaccino, la grande domanda sarà se le aziende farmaceutiche rinunceranno ai brevetti o adotteranno altre misure per rendere i loro vaccini più convenienti. paesi a reddito e quindi iniziare a colmare l’enorme divario nella copertura globale.

Nel frattempo, è probabile che le discussioni sull’origine del virus continuino. L’Organizzazione mondiale della sanità ha rinnovato i suoi sforzi per risolvere il mistero con la nomina di un team di 26 scienziati.

Quasi la metà della popolazione mondiale non ha ancora ricevuto una singola dose del vaccino.

Foto:

Jeff Neto Alvarez / ETCE

Inoltre, la pubblicazione evidenzia che gli sviluppatori di vaccini hanno già messo gli occhi sulla prossima generazione di vaccini progettati per proteggere dal coronavirus in rapida evoluzione.
È così che il prossimo anno potrebbe vedere lo sviluppo di vaccini con RNA messaggero che prendono di mira varianti specifiche e alcuni funzionari della sanità pubblica sperano che i vaccini che utilizzano altre tecnologie avranno un ruolo maggiore.

READ  Il dolore toracico in una persona di 22 anni raggiunge il picco alla diagnosi di cancro ai polmoni

I vaccini a base di proteine ​​sono un tipo più tradizionale di immunizzazione (alcuni sono stati usati per decenni contro malattie come l’epatite e l’herpes zoster) e nel 2021 hanno mostrato risultati promettenti in uno studio clinico di fase 3 per COVID-19. I vaccini a base di DNA sono più economici da produrre rispetto ai vaccini mRNA e non richiedono celle frigorifere, quindi potrebbero essere una buona alternativa per i paesi a basso reddito.

(Anche: guarda la cometa di Natale, catturata dalla navicella spaziale Solar Orbiter)

Sono previsti progressi anche nei vaccini per altri importanti virus e malattie, come l’HIV, la malaria e la malattia di Lyme.

La ricchezza della fisica

CERN .collider

Il rivelatore di particelle FASER è stato installato al Large Hadron Collider nel 2019.

Dopo una pausa pluriennale e un ampio lavoro di manutenzione, il Large Hadron Collider riprenderà le operazioni al CERN, il laboratorio europeo di fisica delle particelle situato fuori Ginevra, in Svizzera, a giugno.

I principali esperimenti di LHC, ATLAS e CMS – a cui hanno partecipato alcune università colombiane – sono stati aggiornati con ulteriori strati di componenti del rivelatore. Ciò consentirà loro di raccogliere più dati dai 40 milioni di collisioni di protoni che ciascuna produce ogni secondo.

A seguito dei loro aggiornamenti, i quattro rilevatori di onde gravitazionali del mondo – uno in Giappone, uno in Italia e due negli Stati Uniti – inizieranno una nuova serie di osservazioni a dicembre.

(Leggi anche: Dart: Missione spaziale di difesa planetaria che sta già inviando immagini)

Nature riferisce anche che presso la Michigan State University di East Lansing, si prevede che il raro impianto di fasci di radioisotopi diventerà operativo all’inizio del 2022. Questo acceleratore multistadio da 730 milioni di dollari mira a sintetizzare migliaia di nuovi isotopi degli elementi. Noto, studierà la struttura nucleare e la fisica delle stelle di neutroni e delle esplosioni di supernova.

READ  Cosa sono gli antisospensioni di quinta generazione e quali sono i rischi per la salute?

La luna ci sta aspettando

Integrazione di Orione in cima al lanciatore lunare

Integrazione della navicella spaziale Orion nel razzo Space Launch System (SLS) presso il Kennedy Space Center della NASA in Florida.

Nel 2022 vedremo una vera flotta di orbiter e mezzi da atterraggio di agenzie spaziali e compagnie private in partenza per la Luna nel 2022. La NASA lancerà l’orbiter Artemis I per testare il tanto atteso primo sistema di lancio che alla fine riporterà gli astronauti sulla Terra. la superficie lunare.

L’orbiter Capstone dell’agenzia condurrà esperimenti in preparazione del Gateway, la prima stazione spaziale in orbita attorno alla Luna.

La terza missione lunare dell’India, Chandrayaan-3, mira ad essere la prima ad effettuare un atterraggio regolare (senza danneggiare la navicella spaziale) e trasporterà il proprio rover. Il Giappone tenterà anche il suo primo atterraggio morbido sulla luna, con la missione Slim, e la Russia mira a far rivivere la gloria del programma lunare sovietico con il lander Luna 25. Il modulo lunare coreano Pathfinder aprirà l’esplorazione della luna della Corea del Sud.

Tra le iniziative speciali, Nature mette in evidenza l’iniziativa della società Ispace con sede a Tokyo, che sta lanciando il lander Hakuto-R, che trasporterà il lander Rashid Moon negli Emirati Arabi Uniti. Due società statunitensi, Astrobotic Technology a Pittsburgh, in Pennsylvania, e Intuitive Machines a Houston, in Texas, stanno preparando sonde che porteranno gli strumenti della NASA sulla superficie lunare.

(Anche: prima radiografia dell’asteroide Ryugu: scuro e molto poroso)

Continuano le indagini su Marte

Rover Rosalind Franklin

Rappresentazione artistica della Rosalind Franklin Rover.

Un altro volo spaziale epico da tenere d’occhio, secondo Nature, sarà la missione congiunta russo-europea. ExoMars, che dovrebbe decollare a settembre e trasporterà la navicella spaziale Rosalind Franklin dell’Agenzia spaziale europea su Marte, dove cercherà segni di vita passata. Il lancio era originariamente previsto per il 2020, ma è stato posticipato in parte a causa di problemi con i paracadute necessari per atterrare in sicurezza.

READ  Formazione in medicina trasformazionale per ricercatori e professionisti della salute

La Cina sta anche pianificando di completare la sua stazione spaziale, Tiangong, e ha preparato più di 1.000 esperimenti per farlo, che vanno dalle osservazioni astronomiche e della Terra agli effetti della microgravità e delle radiazioni cosmiche sulla crescita batterica.

Azione per il clima e biodiversità

Greta Thunberg

L’attivista svedese per il clima Greta Thunberg posa per una foto con un cartello che recita “School Strike for Climate”.

Supportati dalla COP26 di quest’anno a Glasgow, nel Regno Unito, i delegati di tutto il mondo si riuniranno a Sharm El Sheikh, in Egitto, nel novembre 2022 per la COP27, un’altra tornata di colloqui sul clima delle Nazioni Unite.

Ci si aspetta che i paesi rispettino i loro impegni climatici in linea con l’obiettivo dell’accordo di Parigi del 2015 di limitare il riscaldamento globale ben al di sotto dei 2°C rispetto alle temperature preindustriali.

Nel frattempo, i ricercatori monitoreranno le emissioni di gas serra a seguito degli impegni presi alla COP26, che includevano l’impegno a ridurre l’uso del carbone e le emissioni di metano.

(Anche: ecco come il telescopio James Webb segue la luce delle prime galassie)

Inoltre, i paesi stanno lavorando a una nuova serie di obiettivi per fermare la perdita di biodiversità. Gli obiettivi di Aichi sulla biodiversità, fissati nel 2010, non sono stati raggiunti entro la scadenza del 2020.

Il prossimo incontro delle Parti della Convenzione delle Nazioni Unite sulla Diversità Biologica, originariamente previsto per il 2020, è previsto a Kunming, in Cina, dal 25 aprile all’8 maggio, ma le preoccupazioni sulla variante omicronica di Sars-CoV-2 potrebbero ancora una volta rovina i piani…

La perdita di habitat e altri fattori legati all’attività umana hanno messo a rischio di estinzione un milione di specie animali e vegetali.

scrittura scientifica

Qual è il luogo più inaccessibile della terra?

Questa è stata la prima creatura gigante ad abitare la Terra