Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Recuperano il corpo di Orion Hernandez e altri ostaggi

Recuperano il corpo di Orion Hernandez e altri ostaggi

Il Sudafrica accoglie con favore la sentenza “innovativa” della Corte internazionale di giustizia che ordina a Israele di fermare l’offensiva militare a Rafah

Il governo sudafricano ha espresso il suo sostegno alla sentenza emessa venerdì dalla Corte internazionale di giustizia che ordina a Israele di “fermare immediatamente” la sua offensiva militare a Rafah.

Zain Dangor, direttore generale del Ministero degli Affari Esteri, ha dichiarato: “Si tratta di un fatto pionieristico, poiché è la prima volta che Israele ha esplicitamente interrotto la sua azione militare in qualsiasi area di Gaza, e questa volta specificamente a Rafah”. Lo ha annunciato in un video. Cooperazione internazionale e Sud Africa.

“Sebbene la Corte non possa usare legalmente il termine cessate il fuoco… in realtà chiede un cessate il fuoco. Ordina alla principale parte in conflitto di porre fine alle sue ostilità contro il popolo palestinese”, ha aggiunto Dangor.

Secondo Dangor, Johannesburg si rivolgerà al Consiglio di Sicurezza dell’ONU per l’attuazione, inclusa l’autorizzazione a un’indagine indipendente sulle accuse di genocidio a Gaza.

Ha aggiunto: “Questo ordine, come altri, è obbligatorio e vincolante, e Israele deve rispettarlo”.

Contesto: Il 10 maggio, il Sudafrica ha presentato una richiesta urgente per ulteriori misure contro Israele, accusandolo di utilizzare gli ordini di sgombero forzato nella città di Rafah, nel sud della Striscia di Gaza, “per mettere in pericolo la vita dei civili e non per proteggerli”.

La petizione faceva parte di un caso più ampio intentato da Pretoria contro Israele, in cui il Sud Africa accusa Israele di aver commesso un genocidio contro i palestinesi durante il conflitto durato sette mesi.

Le sentenze della corte sono definitive e vincolanti, ma l’ICJ non dispone di alcun meccanismo per applicarle e in passato sono state ignorate.

READ  Papa Francesco: Ho già firmato le mie dimissioni in caso di disabilità medica