Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

MotoGP d’Italia 2021: “È tuo, Jason”

Spero che questo sport non sia troppo crudele, ma è lo sport che amiamo e la nostra passione”. Miguel Oliveira Riassumi completamente i sentimenti di piloti, membri del team, giornalisti, fan, ecc. Dopo una giornata devastante con la sua morte Jason Dupasquier, che, tra l’altro, voleva farne parte e sognava di essere una star. Suo padre, Philip, era già un pilota di motocross, ha corso il Super Mottard e questo non gli ha impedito di raggiungere i Campionati del Mondo o di rompersi un’anca in un anno importante nella Red Bull Junior Cup. Ha iniziato ad entrare in moto 3 e nella sua macchina per un intero secondo anno, ha mostrato chiari segni di progresso all’interno dell’umile team Prstel. Il suo nome era anche nelle piscine da sostituire Pedro Acosta Nella KTM Ajo quando il Murcian salta in Moto2.

L’incidente di sabato aveva già congelato il circuito. Tutti conoscono i codici e vederlo portato in elicottero all’ospedale Carigi di Firenze è stato un brutto segno. Tutti volevano credere in un miracolo, ma conoscevano l’estrema attrazione. Prstel Yamanaka ha scelto di non correre al centro medico. Come Tom Luthi, della Moto2, suo amico e mentore, che ha voluto accompagnare la famiglia. La band ha dato una tiepida speranza dicendo che era “critica” dopo aver subito un’operazione al torace. Ma le ferite alla testa sono state fatali.

La notizia della morte è arrivata al termine della gara della Moto3, alla quale avrebbe dovuto partecipare. diamante Piangeva con il cuore spezzato invece di festeggiare il suo podio. RodrigoSi ricorda che suo fratello piangeva Juan, È morto due anni fa, il capo grissini. La bacchetta era enorme. Anche per il vincitore, FujiEra difficile per lui sorridere.

READ  Confermato: il russo ci seguirà come allenatore del Boca

piloti Moto 2 Hanno formato la rete e hanno corso senza sapere il risultato. Non volevano dirglielo per non perdere la concentrazione. Sono arrivati ​​anche al corralito e al vincitore Gardner o Raal FernandezIn secondo luogo, i loro volti sono immediatamente cambiati. Non un gesto celebrativo nel vassoio.

L’organizzazione ha invitato tutti in successione a un minuto di silenzio. Diversi membri del Prstel sono subentrati a bordo di una cinquantesima moto, e la ‘pista’ è venuta solo per mostrare il loro rispetto in assenza del rumore gelido, che è stato accentuato dall’assenza del pubblico sugli spalti. Non c’era voglia di applaudire. Indossavano una maschera, abbracciavano Yamanaka e i meccanici.

Quartararo, sul podio, dedica la sua vittoria a Jason.AP

Senza soluzione di continuità in atto, la griglia è stata installata e la gara della MotoGP è iniziata. sopra con le preoccupazioni iniziali. come un tocco Bastianini e Zarko, nel ciclo di formazione. o cadere Marc Marquez dopo effetto con Raccoglitore. ilerdense, come Dupasquier, è rimasto al centro della pista. Fortunatamente, morbosamente L’ho evitato. “Mi ricordo di lui e mi ricordo di Jason”, che ha provocato lacrime sul punto di scorrere. Bajnaya È andato ad atterrare da solo e si è lasciato liberare da Quartararo, che ha vinto ed è più di un capitano. “In un minuto di silenzio pensavo a una cosa sola: vincere per lui. La corsa è la nostra dimostrazione di rispettoha notato Fabio.

È stato molto difficile correre

Perché è stato molto difficile per i contendenti tirarsi fuori e raggiungere i 350 km/h. “Non c’è alcuna spiegazione per come l’abbiamo fatto”, ha detto. Alex in lacrime. “È il nostro lavoro, devi essere un po’ egoista”, ha detto. io. “Ogni volta che passavo al nono piano, la testa mi batteva forte”, ha detto. Liquanche ha coinciso con Jason.

READ  La LPF Cup ha date e luoghi possibili da presentare

petrucci Ha acceso una discussione infruttuosa. “Mi sento sporco pensando che abbiamo corso sulla stessa pista dove ieri è morto un ragazzo di 19 anni. Sarebbe stato diverso se fosse stato un pilota della MotoGP?” russo Ho risposto. “Non credo ci sia discriminazione a causa di chi è riuscito. Ma che ne dici? È giusto correre? Non correre? Potrebbe essere giusto non correre, ok. Ma cosa cambia? Non aveva senso non correre o.” Come se l’incidente potesse essere evitato. “È molto difficile risolverlo”, ha detto Vale. “Tanta sfortuna”, testimonianza fiale.

Ma non era il giorno delle polemiche e olivera Chiudilo con l’idea migliore, di nuovo. “C’è una linea sottile tra voler battere la persona successiva ed essere rispettati allo stesso tempo. L’unica lezione che dobbiamo trarre è che c’è sempre più rispetto“Almeno, in memoria di Jason. Ti si addice.”