Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Modifica genetica e creazione di farmaci: la medicina che ci aspetta nel 2022

Durante la pandemia, scienza e medicina si sono sviluppate a passi da gigante alla ricerca di risposte per affrontare la nuova malattia che ha il mondo in bilico

Durante la pandemia di COVID-19, molti professionisti hanno lanciato l’allarme per altre malattie trascurate o trascurate nel perseguimento dell’emergenza sanitaria.

Molte persone hanno ignorato i loro controlli di routine e hanno persino smesso di consultare nuove malattie emerse nel mezzo della pandemia.

Parallelamente, la scienza e la medicina si sono sviluppate a passi da gigante alla ricerca di risposte per affrontare la nuova malattia che metteva il mondo in crisi.

e adesso Nel 2022 la medicina può essere completamente predittiva e preventiva (basata sul rischio predittivo), personalizzata e partecipativa. Le intuizioni della genetica umana, della precisione e della medicina personalizzata hanno trasformato l’assistenza sanitaria. L’intelligenza artificiale (AI) sta rivoluzionando l’assistenza sanitaria estraendo cartelle cliniche, progettando piani di trattamento e accelerando l’imaging medico e la creazione di farmaci.

In questo contesto, per molti, quest’anno potrebbe essere la chiave per alcune delle tecnologie che stanno rivoluzionando la medicina, come gli strumenti di editing genetico Crispr o la tecnologia mRNA con cui sono stati realizzati alcuni dei vaccini autorizzati d’emergenza contro il COVID-19; l’uso delle informazioni genomiche in campi quali la genomica o la combinazione di tecniche di imaging innovative con la genomica; Ma la telemedicina sarà integrata anche nella cura dei pazienti e nell’intelligenza artificiale applicata alla salute e all’uso dei dati.

Intanto, in campo farmaceutico, si prevede il ripristino del tempo perduto con l’epidemia, e ci saranno importanti sviluppi in malattie come il cancro, l’HIV e, ovviamente, lo stesso Corona virus, che preannuncia un ritorno alla normalità vita.

Scenario del morbo di Alzheimer

Sono stati compiuti progressi significativi nella malattia di Alzheimer e ci sono buone probabilità che il primo esame del sangue accessibile e accessibile per lo screening della malattia venga approvato il prossimo anno (Getty)
Sono stati compiuti progressi significativi nella malattia di Alzheimer e ci sono buone probabilità che il primo esame del sangue accessibile e accessibile per lo screening della malattia venga approvato il prossimo anno (Getty)

Anche le malattie neurodegenerative come l’Alzheimer attendono l’arrivo di una nuova generazione di farmaci, dopo molti fallimenti negli studi clinici. Nel 2021 il primo e controverso farmaco aducanumab era già stato approvato negli Stati Uniti, che mentre per alcuni scienziati ha rappresentato un cambio di scenario, perché è “il primo farmaco ad alterare il decorso della malattia”, per altri le prove disponibili genera “più scetticismo che certezza”.”.

In ogni caso, il 2022 potrebbe vedere l’arrivo di nuovi farmaci di questa generazione.

READ  Propongono di convertire il vecchio ospedale di Canseko in un museo della medicina

È proprio in questo ambito che occorre prestare attenzione alla sua diagnosi. Sono stati compiuti molti progressi in questo settore e ci sono buone probabilità che il primo esame del sangue accessibile e accessibile per lo screening della malattia venga approvato l’anno prossimo.

Nuovi antivirali e vaccini contro il COVID-19

Per Luis Montoliu, ricercatore del National Center for Biotechnology (CNB-CSIC), non c’è dubbio che il COVID-19 sia una priorità. “È necessario procurarsi vaccini sterili e potenti antivirali che siano in grado di combattere il Corona virus direttamente nelle persone infette che sono ricoverate in ospedale, in modo che possano superare il contagio e non essere esposte al rischio di morte a causa del Corona virus .”Lo ha detto al giornale ABC.

Ma Ha riconosciuto che nel resto delle malattie “è necessario ripristinare tutto ciò che non avrebbe potuto essere fatto o indagato o curato, direttamente o indirettamente, la causa dell’epidemia”.

In questo senso, considera la tecnologia mRNA molto potente ed “è qui per restare”. Dopo decenni di evoluzione, “grazie alla pandemia di COVID-19, ha trovato un trampolino di lancio per esprimere la propria credibilità e rilevanza”.

Inoltre, secondo Enriqueta Felip, Presidente della Società Spagnola di Oncologia Medica (SEOM), può anche essere usato per curare altre malattie genetiche, come molte malattie rare o complesse, come il cancro, dove c’è una grande quantità di interesse in questo momento per lo sviluppo di vaccini a RNA. .

Come ha spiegato di recente la rivista, temperare la naturae La tecnologia mRNA può essere utilizzata per produrre vaccini contro malattie come l’HIV o la malaria e altre tecnologie su cui stanno lavorando i ricercatori, come i vaccini a base di proteine ​​o acidi nucleici, potrebbero essere più economiche da produrre e più facili da conservare.Quindi la distribuzione nei paesi a basso reddito potrebbe essere molto più semplice.

Più immunoterapia per il trattamento del cancro

Gli esperti prevedono importanti progressi in vari tipi di immunoterapie contro il cancro, nonché nelle cosiddette terapie mirate
Gli esperti prevedono importanti progressi in vari tipi di immunoterapie contro il cancro, nonché nelle cosiddette terapie mirate

Philip prevede inoltre nel 2022 il progresso di diversi approcci immunoterapici in molti tumori, nonché lo sviluppo di farmaci diretti contro i cambiamenti molecolari, gli immunoconiugati, che sono terapie che combinano anticorpi diretti contro cambiamenti specifici nel tumore con un agente chemioterapico.

S Ha evidenziato che, poiché il trattamento del cancro è interdisciplinare, il momento clou dovrebbe essere il trattamento o la terapia mirata utilizzando radiotraccianti, “un trattamento che combina un composto in grado di localizzare le cellule tumorali con un radioisotopo, che è una particella radioattiva terapeutica. Una volta che la cellula tumorale è stata localizzata, è L’isotopo radioattivo è in grado di innescare un meccanismo per la morte cellulare con meno danni al tessuto sano circostante.

READ  Rivelano la routine che Jennifer Lopez pratica a casa per esercitare i glutei e l'addome

Studia la genetica

Nel 2022, la genomica, lo studio dei geni o del DNA di una persona, passerà al centro della scena, vedendo la disponibilità di strumenti e tecnologie per curare malattie e disturbi basati sull’impronta genetica, sull’ambiente e sullo stile di vita di una persona.

L’uso di dati multimodali, comprese le informazioni genomiche, l’imaging, la patologia digitale e altre informazioni multimodali, consentirà un rilevamento accurato dello stato e della progressione precoci della malattia, rendendo i trattamenti più efficaci nel tempo e riducendo i costi.

Ad esempio, nel cancro, secondo Philip, è stato osservato che la medicina di precisione consentirà una diagnosi più accurata perché include l’identificazione di biomarcatori che consentono di selezionare le terapie più efficaci e sicure per ciascun paziente.

Tuttavia, nonostante il fatto che la storia naturale di alcuni tumori sia cambiata grazie allo sviluppo della medicina di precisione, “non si applica a tutti i malati di cancro, anche se i risultati dovrebbero essere standardizzati”.

Investigatore CNB da parte sua, Si ritiene che i successi degli studi clinici sulla terapia genica con diversi tipi di strumenti di editing genetico Crispr continueranno a emergere nel 2022, che diventeranno trattamenti graduali, se superano i test di sicurezza ed efficacia.

Secondo Montolio, la medicina di precisione personalizzata deve affrontare molte sfide. In primo luogo, “essere in grado di identificare la causa genetica della malattia e ottenere una diagnosi genetica in modo rapido e definitivo. Una volta diagnosticate, se ci sono terapie geniche, la sfida per il 2022 e gli anni successivi è renderle disponibili a tutti i pazienti che potrebbero aver bisogno di loro, non solo di coloro che possono”.

In questo senso, Valentin Foster, direttore del Centro Nazionale per la Ricerca Cardiovascolare (CNIC), Avverte che quando si parla dell’uso della genetica applicata alla medicina è necessario «farlo con grande precisione e, soprattutto, con grande cautela». Riteneva necessario essere molto attenti nella genetica ma molto importanti “per procedere, come con l’intelligenza artificiale, ma con molta cautela nell’interpretazione delle informazioni”.

La telemedicina è qui per stare al fianco del teleconsulto

Le app forniscono la cura per il 90% delle malattie più comuni, il monitoraggio remoto del paziente per misurare la pressione sanguigna, la frequenza cardiaca si è rivelata molto utile (Getty)
Le app forniscono la cura per il 90% delle malattie più comuni, il monitoraggio remoto del paziente per misurare la pressione sanguigna, la frequenza cardiaca si è rivelata molto utile (Getty)

Questo fenomeno è esploso nel 2020, per necessità, ed è già diventato il metodo preferito da milioni di persone. I dispositivi di monitoraggio remoto potrebbero fornire la possibilità di monitorare i pazienti a distanza, afferma Foster, e l’uso dell’analisi predittiva aiuta a identificare i pazienti a rischio prima che sviluppino una malattia, quindi è possibile adottare misure preventive.

READ  Van der Hoen, fuggitivo olandese, sconfigge il Giro Ditalia | Gli sport

Il monitoraggio remoto dei pazienti per misurare la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca si è dimostrato molto utile, afferma Foster, che ovviamente avrà un impatto su tutti gli aspetti della vita dei pazienti, ma anche sui sistemi sanitari. Pertanto, per lui, “questi sistemi devono essere ben governati per la loro corretta applicazione”.

I progressi nell’analisi dei dati e nell’intelligenza artificiale stanno offrendo agli operatori sanitari l’accesso a molti nuovi strumenti per semplificare lo svolgimento delle loro attività.

Da animale a umano?

Un team di ricercatori e chirurghi cardiovascolari della University of Maryland School of Medicine negli Stati Uniti ha annunciato di aver implementato con successo Il primo trapianto di cuore da un maiale geneticamente modificato a un essere umano. Il paziente presentava gravi danni cardiaci, così come altri disturbi e comorbidità che lo avrebbero reso non idoneo a ricevere un nuovo cuore compatibile da un’altra persona.

Dopo che i rischi e le novità del trattamento sono stati spiegati e liberamente concordati, ha accettato di sottoporsi a quello che è stato il primo trapianto sperimentale di un cuore di animale non umano.

Sulla stessa linea, hanno annunciato esperti dell’Università dell’Alabama a Birmingham, sempre negli Stati Uniti Il primo trapianto riuscito di un rene di maiale geneticamente modificato in una persona con morte cerebrale, in sostituzione del rene originale del ricevente.

Questi risultati positivi dimostrano come il trapianto di organi, come viene chiamato trapianto di cellule, tessuti o organi tra animali di specie diverse, può affrontare la crisi globale della carenza di organi.

Continuare a leggere