Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Medicinali, alcol e cibo, che sono i più contrabbandati in AL

La sesta riunione dell’Alleanza latinoamericana contro il contrabbando (ALAC) ha concluso giovedì le sue deliberazioni con la conclusione che i settori più colpiti dal contrabbando durante la pandemia erano Medicinali, bevande alcoliche e cibo.

Ho anche concluso che Il commercio illecito e la contraffazione sono un ostacolo al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibileLa regione non è ancora completamente preparata per l’e-commerce.

Questo è arrivato nella Dichiarazione di Quito con le proposte e le proposte dei partecipanti all’incontro, tra cui autorità, sindacati, aziende e accademici di paesi come Ecuador, Colombia, Honduras, Bolivia, Perù, Cile e Costa Rica, tra l’altro, secondo una dichiarazione.

Pablo Jimenez, vicepresidente esecutivo della Camera delle industrie e della produzione (CIP), ha osservato a conclusione dell’evento che “il commercio illecito è una questione di sicurezza nazionale” e che “tutte le istituzioni statali devono unirsi per combatterlo” per un “società più legittima”.

Il Covid ha dimostrato che non siamo pronti per l’e-commerce: TRACIT

Gli effetti della pandemia di Covid-19, oggetto di analisi durante i due giorni dell’incontro, hanno evidenziato che i settori I più colpiti dal contrabbando sono stati medicinali, bevande alcoliche e cibo, Firma Jeff Hardy, direttore generale della Coalizione transnazionale contro il commercio illecito (TRACIT).

“La pandemia ha dimostrato che non siamo pronti per l’e-commerce” (perché) Non esistono regole che governino Internet e proteggano le frodi online”, ha affermato, osservando che anche le politiche pubbliche si concentrano su questo tipo di commercio e sulla sicurezza informatica.

Durante l’incontro ALAC si sono tenuti anche tavoli di lavoro sulle esigenze dei settori gravemente colpiti dal contrabbando come il tabacco., con la proposta di “costituire gruppi di lavoro pubblico-privato per individuare vie internazionali alle sigarette illecite”.

READ  "Incontrare il coronavirus farà di nuovo lo stesso"

Secondo vari rapporti, NSIn Ecuador, il contrabbando di sigari è compreso tra il 50 e il 79 percento, Senza accordo degli analisti sulla sua vera scala.

Allo stesso modo, su un altro tavolo, Gli esperti hanno concordato sull'”importanza di rafforzare le regole di estinzione dei domini in tutti i paesi”. E i controlli della regione in collaborazione con le agenzie governative e il settore privato”, secondo il comunicato stampa.

L’ALAC ha chiesto la formazione e l’educazione dei cittadini per questo Saper riconoscere il prodotto donato e i suoi effetti e consigliare di promuovere l’autoregolamentazione e controlli per piattaforme digitali dedicate alla vendita dei prodotti.

Nel settore farmaceutico, è stata sottolineata la necessità di condurre un seguito più dettagliato sulle denunce di casi di commercio illegale e di rafforzare le azioni penali in collaborazione con la Procura dello Stato e la Polizia di Stato.

Le proposte discusse fanno parte di una “tabella di marcia per la costruzione di buone pratiche e un’agenda pubblico-privata per articolare gli sforzi contro il contrabbando” per il prossimo incontro nel 2022, che si terrà in Honduras.

JLMR