Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Max Verstappen ha detto chi è il personaggio principale dietro il suo titolo e ha lanciato un avvertimento che ha allarmato F1

Max Verstappen ha minacciato di lasciare la Formula 1 se il suo ingegnere di gara si ritira (Getty)

stagione in Formula 1 Si è conclusa con un epilogo avvincente tra Lewis Hamilton e Max Verstappen. Tuttavia, 11 giorni dopo l’ultimo giro ad Abu Dhabi, le due parti continuano a parlare. Dopo cosa Toto Wolff ha dato l’allarme Con alcune dichiarazioni su un possibile ritiro degli inglesi, dall’Olanda, è stato lo stesso pilota olandese a Minacciato di andarsene Massimo.

Nelle conversazioni con la rete TV Ziggo SportLo ha confermato il giovane pilota 24enne Se il tuo ingegnere di pista, Gianbero Lampase, decide di partire, lo farà anche lui Senza dubbio: gli ho detto che lavoro solo con lui. E stai attento, non appena si ferma, lo farò.

“Certo, a volte possiamo essere piuttosto severi l’uno con l’altro, ma voglio anche che sia così. Deve dirmelo quando sono stupido e io devo dirglielo. Gliel’ho sempre detto”. Mad Max. “Può anche dirmelo alla radio, ma ultimamente sta andando bene”, ha aggiunto.

Gianpiero Lambiasi, ingegnere di pista di Max Verstappen alla Red Bull ed ex compagno di squadra di Sergio Perez al Racing Point (Red Bull)
Gianpiero Lambiasi, ingegnere di pista di Max Verstappen alla Red Bull ed ex compagno di squadra di Sergio Perez al Racing Point (Red Bull)

ioChi è Janbiru Lambiasi? E perché è diventato così indispensabile alla continuità di Max Verstappen in Formula 1?

La relazione tra questi due professionisti è iniziata giorni prima Gran Premio di Spagna 2016. A quel tempo, il 18enne stava arrivando alla Red Bull dalla Toro Rosso per sostituire Danill Kvyat per il resto della stagione.

Lambiase era già lì, lavorando come ingegnere responsabile di Tutti i collegamenti che escono dai box verso l’auto che fu occupata da Kvyat dopo. Il britannico, cittadino italiano, che nel 2015 ha aderito alla nazionale austriaca al posto di Guillaume Rooklin, Ha iniziato il suo viaggio in Formula 1 con Jordan nel 2005 (Oggi Racing Point), squadra con cui lavora da 10 anni.

READ  I segreti della squadra estone e l'inaspettato record che stanno cercando di raggiungere: "Vogliamo battere Messi per la prima volta nella storia"

Il loro legame non poteva iniziare meglio, dopo che l’olandese ha ottenuto la sua prima vittoria a Barcellona, ​​diventando Il più giovane vincitore nella storia della Formula 1. Da quel momento in poi entrambi si escludono a vicenda fino a quando finalmente nel 2021 sono stati in grado di brindare al titolo che avevano.

“Siamo completamente diretti l’uno con l’altro. A volte alla radio possiamo sembrare arrabbiati l’uno con l’altro. L’unica cosa che succede è che C’è un problema in pista che deve essere risolto. La gente pensa che dopo la gara ci scusiamo a vicenda, ma non lo facciamo. Abbiamo un buon rapporto e mi piace molto lavorare con lui. “Entrambi vogliamo vincere e spingerci a vicenda”, ha detto Lambiasi sul sito ufficiale della Red Bull.

La relazione tra Verstappen e Lambiase è iniziata nel 2016 (Getty)
La relazione tra Verstappen e Lambiase è iniziata nel 2016 (Getty)

Nel passato pazzo max Ha già espresso il suo affetto per il suo ingegnere di corse, diverso da quello di Checo Pérez (che aveva già una Lambiase ai tempi della Force India): “Penso che siamo entrambi molto semplici. Siamo molto onesti. E possiamo dire a noi stessi quando abbiamo fatto un brutto lavoro. Lo adoro”, ha confermato l’anno scorso in un’intervista alla rivista GP Racing.

“È anche un ragazzo che non parla molto. Una comunicazione breve e veloce è la cosa migliore per me, e negli anni ci siamo anche conosciuti. Trascorrono molto tempo insieme. A volte penso che tu possa già immaginare cosa dirà”.

Recentemente, Christian HornerAnche il team manager austriaco Ha sottolineato il rapporto tra le due parti: “Credo in Gianbero e Max, la dinamica tra i due, a volte ti chiedi chi è l’ingegnere e chi è il pilota. È confuso sapere quale è quale. Si conoscono molto bene. GP (Gianpiero) fa un ottimo lavoro gestendo Max in pista E il modo in cui progetta l’auto, e quella relazione è importante perché è l’interfaccia principale tra il pilota e la sua squadra”.

READ  Galles e Svizzera in parità, Italia leader unica :: El Litoral - Notizie - Santa Fe - Argentina

Continuare a leggere: