Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Madoff argentino. Chiedono che Enrique Blaxley venga condannato a 12 anni di carcere e una multa di milioni di dollari

Nella fase finale del processo, l’Amministrazione federale delle entrate pubbliche (AFIP) lo ha chiesto Enrique Joan Blaxley Senorance, soprannominato “Argentine Madoff”, condannato a 12 anni di carcere guidare un Collegamento illegale Ha frodato centinaia di risparmiatori che hanno perso i soldi prestati a Hope Funds in cambio di enormi interessi, e poi ha riciclato milioni di dollari di denaro attraverso più società di facciata ed entità, tramite vendite e simulazioni segrete o segrete. di immobili nel paese e all’estero. Come pagamento richiesto a Una sanzione equivalente a sette volte l’importo delle operazioni in questioneil cui importo aggiornato non è stato ancora determinato, ma potrebbe aggirarsi intorno ai 1.000 milioni di pesos, e Sequestro di tutti i beni La società fallita, che è quindi soggetta all’esecuzione con ordinanza di un tribunale commerciale.

avvocati Santiago Lozano e Ramiro Boganattori per conto di AFIP, lo considerino “L’unico ingegnere, leader e organizzatore” La struttura aziendale e le manovre criminali si sono evolute attraverso di essa. Per questo motivo è stato ritenuto penalmente responsabile di aver commesso reati Frode ripetuta in 318 occasioni, appropriazione non autorizzata di risparmi pubblici e aggravata da perpetrazione mediante esibizione in pubblico, associazione illecita come autore, evasione fiscale, riciclaggio di denaro e bancarotta fraudolenta.

Chiesero inoltre, per gli altri 14 imputati, pene detentive da tre a sei anni e multe da due a quattro volte l’entità delle operazioni coinvolte, in quanto necessarie partecipanti a tutti o parte dei reati, a seconda dei ruoli.

Nella sua argomentazione, Lozano ha affermato che tra agosto 2011 e settembre 2018, Hope Funds, presieduta da Blaksley, ha raccolto denaro dai risparmiatori senza permesso e ha deviato denaro dallo stato, il prodotto di $ 1 milione di frode fiscale a causa di omissioni nell’IVA e nell’imposta sul reddito pagamenti. Ha affermato che attraverso riconoscimenti, gli obblighi sono stati risolti da contratti reciproci firmati con i clienti. e che ciò rappresenti un aumento di capitale giustificato da passività simulate. Ha affermato che l’appropriazione illecita del risparmio pubblico e la frode fiscale dovrebbero essere considerati il ​​reato presupposto richiesto dalla legge per costituire riciclaggio di denaro. Ha stimato quasi 100 milioni di pesos.

Primo giorno di memorie per Hope Funds; Gli avvocati dell’AFIP hanno accusato Enrique Blaxley di essere a capo di un’associazione illegale

Lozano si è fermato a un prestito in particolare: quello che Hope Funds ha firmato con l’imprenditore Manuel Jorge Vilar nell’aprile 2006: c’erano tre contratti da circa 20 milioni di dollari. Per AFIP si trattava di una simulazione, perché nella stessa data di costituzione del prestito veniva firmato un documento corrispondente che annullava gli effetti del contratto precedente. L’avvocato ha detto che il denaro non è mai passato di mano in mano, ma ha invece pompato sul mercato $ 633.000 ottenuti illegalmente.

READ  Pedro Castillo sobre el caso Héctor Valer: “He tomado la decisión de recomponer el gabinete”

“Questo accordo reciproco è stato risolto nel 2011, con il supplemento di ottobre 2009, una ricevuta in bianco dell’accordo e un accordo reciproco stipulato il 25 agosto 2011 tra Hope Funds e Blaksley, in cui gli Hope Funds gli hanno prestato $ 633.000. Il Presidente fino a quando non ha saldato il debito con Vilar, che è stato lui l’ha preso a titolo personale. Ma non c’era cambio di denaro, era una simulazione di un prestito. E nel 2011 hanno usato quella simulazione in modo che Blaxley potesse legalizzare l’origine di i soldi.” L’attore ha osservato che l’avvocato Pablo Andrés Willa – uno degli altri imputati in questo processo – ha testimoniato come imputato collaboratore e ha ammesso di aver redatto il contratto, che non c’era scambio di denaro e che era tutto simulato e che i documenti erano firmato su richiesta di Blaxley.

Da quel momento, ha detto Lozano, si è ripetuta la manovra “Villar Mutual” per “adattare” i contratti e giustificare il possesso di fondi di provenienza illecita utilizzati nelle operazioni commerciali.

Primo giorno di memorie per Hope Funds;  Gli avvocati dell'AFIP hanno accusato Enrique Blaxley di essere a capo di un'associazione illegale
Primo giorno di memorie per Hope Funds; Gli avvocati dell’AFIP hanno accusato Enrique Blaxley di essere a capo di un’associazione illegale

Poi ha parlato nel dettaglio degli immobili esteri acquisiti dalla Hope Funds Holding Company. “Molti dei soldi che hanno ottenuto attraverso la frode fiscale, la frode e la raccolta impropria di denaro dal pubblico sono stati utilizzati per acquistare immobili all’estero per far guadagnare trasparenza legale a quei soldi”.

Andò in dettaglio, prima, ad acquisire proprietà in 1395 Brickell Avenue, a Miami, Nel 2009, attraverso una stretta di mano tra le società fondate negli Stati Uniti.

READ  Il mondo segreto delle confessioni intime online

E poi, dalle divisioni del Panamera Complex, a Panama City, nel 2014, da una società composta da Blaksley, Alejandro Carozzino e Verónica Vega formata dallo studio di megafiltrazione Mossack Fonseca noto come Panama Papers. Tali beni sono stati ceduti a società costituite da nomi locali, in successive operazioni il cui scopo, secondo gli avvocati dell’AFIP, era quello di “cancellare dagli atti i nomi degli imputati qui presenti, e di cancellare ogni tipo di associazione tra queste persone con quella proprietà . E con l’origine del denaro.”

L’avvocato Lozano ha insistito sul fatto che l’imputato “ha indirizzato parte del denaro ottenuto da precedenti reati in operazioni con immobili all’estero” nel caso di Panama, quindiUtilizzare uno studio di fama mondiale sulle manovre di riciclaggio di denaro.

Successivamente, un altro avvocato di AFIP si è concentrato sulle manovre intorno a Verazole, il gigantesco progetto immobiliare Pilar, che Blaxley ha definito il “gioiello” di Hope Funds, e un business che gli avrebbe permesso di resistere alla crisi di liquidità che ha portato al crollo della sua azienda. il negozio. In questo caso, Hernán Boján ha sottolineato che “denaro di provenienza illecita è stato pompato in detto fondo da persone a basso reddito”; Ha menzionato i nomi e i cognomi di diverse “persone della comunità boliviana che vivevano in quartieri di emergenza”, che sono apparse brevemente come amministratori fiduciari, ma hanno rapidamente firmato accordi per trasferire obblighi e diritti a Wall Street Group SRL, che in seguito li ha trasferiti a Hope Funds in scambio con la metà. il suo valore.

Più avanti nella sua argomentazione, Bogan ha basato la sua accusa di bancarotta fraudolenta su operazioni con cui, secondo l’atto d’accusa, ha cercato “di ottenere il reinserimento sul mercato finanziario di fondi che erano stati oggetto di misure prudenziali e il trasferimento di fondi restituiti alle attività da parte di Henry Blaxley”.

READ  Bolivia: Janine Anez avrebbe tentato il suicidio | Ore fa, è stata accusata di genocidio

Un problema era la fatturazione degli eventi tenuti presso l’auditorium di Buenos Aires tramite la società Inversora del Faro, che consentiva lo sfruttamento continuato dell’azienda nonostante i successivi divieti e divieti. In questo caso sono stati messi a rischio Daniela Sarsa e Damien Gomez, e gli avvocati dell’Afip li hanno accusati di essere necessari partecipanti alla manovra.

Primo giorno di memorie per Hope Funds;  Gli avvocati dell'AFIP hanno accusato Enrique Blaxley di essere a capo di un'associazione illegale
Primo giorno di memorie per Hope Funds; Gli avvocati dell’AFIP hanno accusato Enrique Blaxley di essere a capo di un’associazione illegale

Infine, Bogan riteneva che Blaxley avesse formato e guidato un’associazione illegale. “Ha creato una struttura complessa per evadere le tasse e frodare privati. La struttura stava crescendo per frodare il tesoro e le persone per somme milionari. È stato in grado di raccogliere denaro da persone diverse e dirigere quel reddito verso nuove iniziative, molte delle quali in società che erano poco più che conchiglie. Questo gli ha reso più facile riciclare denaro e giustificare ingenti somme di denaro. Ha costruito la sua immagine di uomo d’affari di successo in modo che molte persone si fidassero di lui con i loro soldi. “

Ha definito: “Uno schema piramidale o schema Ponzi: il denaro continua a essere prelevato dagli investitori per la liquidità per pagare gli interessi o il ritorno sul capitale comune. Generano un rendimento tipico per gli schemi Ponzi. L’afflusso maggiore viene trasferito a un’altra società come sembra essere di natura legale. I pagamenti vengono effettuati Fiducia parziale e la ricezione di fondi ha incoraggiato gli investitori a continuare a finanziare. Hanno raccolto fondi di origine pubblica senza alcuna licenza. E sapendo che era insolvente per restituire fondi ai mutuatari, ha continuato a prendere investimenti per ripagare gli obblighi precedenti.