Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Uruguay ha raggiunto il 60% della sua popolazione completamente immune al COVID-19

Una donna riceve un vaccino contro il COVID-19 al Rivera General Hospital (EFE/Raúl Martínez/File)

L’Uruguay ha raggiunto sabato il 60% della sua popolazione con due dosi del vaccino contro il COVID-19Secondo le informazioni fornite dal Ministero della Salute Pubblica (MSP).

Come si può vedere nella schermata web sviluppata da Health Portfolio, alle 11:22 (14:22 GMT) di questo sabato. 2.127.057 persone sono state vaccinate con la seconda dose di vaccini dai laboratori statunitensi Pfizer, cinesi Sinovac o anglo-svedesi AstraZeneca Laboratories, che è un file 60,04% della popolazione.

Inoltre, Altre 2.532.547 persone hanno ricevuto la prima dose di uno di questi tre vaccini vaccine, ovvero quelli arrivati ​​in Uruguay, i primi due per acquisto diretto e l’ultimo all’interno del Meccanismo Covax, dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

Il dipartimento di Flores è il dipartimento con la più alta percentuale della popolazione immunizzata al 68,51%Segue Durazno con il 67,54%.

Inoltre, Rivera, che confina con il Brasile e ha avuto un’alta incidenza di COVID-19 dall’inizio della pandemia, aggiunge il 61,88% della sua popolazione con entrambe le dosi.

Tweet di Daniel Salinas, Ministro della Salute dell'Uruguay
Tweet di Daniel Salinas, Ministro della Salute dell’Uruguay

Domenica scorsa, dopo sette mesi, l’Uruguay è tornato in Indice della zona gialla di Harvard, che accumula la media settimanale di nuovi casi di COVID-19 per 100.000 abitanti (tra 1 e 10). Attualmente, l’indice di stato è 7.02 Gli unici reparti rimasti in arancione sono Paysandú e Treinta y Tres, mentre altri 16 sono in giallo e Flores in verde.

poco per volta, Il Paese sudamericano è tornato alla normalità, con il pieno ritorno della presenza in ambito educativo, la riapertura dei teatri per gli spettacoli – seppur con capienza e protocolli di sicurezza – e il ritorno dei dipendenti pubblici al lavoro d’ufficio.

READ  Le effemeridi di oggi: Cosa è successo il 22 marzo | Eventi che hanno avuto luogo in Argentina e nel mondo

Le frontiere del Paese restano comunque chiuse ai non residenti, salvo eccezioni per motivi diplomatici, personali o economico-lavorativi, previa espressa autorizzazione dell’esecutivo.

Rispetto ad altri paesi della regione, L’Uruguay è in un’ottima posizione. È stato superato solo dal Cile, che in precedenza aveva vaccinato con due dosi al 62,19%. La Colombia è stata vaccinata con entrambe le dosi con 21,4%, Brasile 17,42%, Argentina 12,98%, Perù 12,26%, Ecuador 11,29%, Bolivia 6,82%, Venezuela 3 e 87% e Paraguay 1,98%. Nel resto del continente, il Canada ha vaccinato con due dosi al 54,15%, gli Stati Uniti al 48,57% e il Messico al 17,93%.

La proporzione di vaccinazioni a due dosi nel mondo:

(Mappa dal nostro mondo in dati – Percentuale della popolazione completamente vaccinata contro COVID-19)

Continuare a leggere: