Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’UGT necessita di strumenti come quelli italiani per poter “intervenire” nel settore siderurgico

L’UGT necessita di strumenti come quelli italiani per poter “intervenire” nel settore siderurgico

L'UGT vuole che lo Stato si doti di strumenti per “intervenire nella gestione” dell'industria siderurgica integrata delle Asturie se ArcelorMittal non garantirà il suo futuro attraverso investimenti nella decarbonizzazione. I leader della federazione sindacale degli industriali UGT-FICA, ieri, ad esempio, hanno sottolineato la capacità dell'Italia di evitare il “ricatto” da parte del governo “attraverso una legislazione a tutela dei settori strategici” che ha consentito “la nazionalizzazione dell'industria siderurgica in anticipo rispetto alla posizione di ArcelorMittal”. “.

Mariano Hoya, segretario generale dell'UGT-FICA, che ha incontrato ieri a Oviedo i leader sindacali delle Asturie e i delegati di ArcelorMittal, ha sottolineato la “enorme preoccupazione” per l'ostruzione degli investimenti in un impianto di riduzione del minerale di ferro (DRI) con idrogeno verde proveniente da Gijón nonostante gli aiuti concessi per un valore di 450 milioni di dollari. “Chiediamo loro di smettere di fare scherzi e di adempiere ai loro obblighi nei confronti della Spagna”, ha detto Hoya prima di avanzare richieste al governo. Il ministro dell’Industria Jordi Herrio ha chiesto una legge industriale che “protegga i settori strategici” e i vicepresidenti María Jesús Montero e Teresa Ribera hanno chiesto costi dell’elettricità “competitivi” con gli altri europei.

Il leader statale dell'UGT-FICA ha sottolineato che l'industria siderurgica rappresenta il 12% del PIL delle Asturie e genera 5.000 posti di lavoro diretti e molti posti di lavoro indiretti. “O le decisioni immediate verranno prese da ArcelorMittal e dal governo spagnolo oppure dovremo riconsiderare le nostre posizioni e iniziare a considerare altri tipi di misure che potrebbero non essere soddisfacenti per nessuno dei due”, ha avvertito Hoya.

Genaro Martinez, segretario generale dell'UGT-FICA delle Asturie, ha individuato la minaccia. “Oggi siamo molto più vicini di ieri a condurre la società civile asturiana verso un'importante mobilitazione, nello spirito di riconversione industriale, per garantire che si realizzino investimenti”, ha affermato Martinez, che ha chiesto progetti impegnati e un nuovo forno elettrico per Aviles. Ha aggiunto: “Ciò che ci preoccupa è che ci siano investimenti da parte di Arcelor o di un'altra società che mirano a mantenere l'industria siderurgica integrata”.

READ  Chiellini giocherà a Los Angeles, Darwin Nunez firma per il Liverpool e Marcelo dice addio al Madrid

Da parte sua, Philippe Meyran, CEO di ArcelorMittal nelle Asturie, che ha partecipato ieri a Gijón all'evento First Lego League, ha confermato che l'azienda continua a “lavorare” con i governi per trovare una soluzione che permetta di rendere sostenibili gli investimenti nella decarbonizzazione.