Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Lufthansa si accorda con lo Stato italiano per acquistare il 41% di Ita Airways |  Economia

Lufthansa si accorda con lo Stato italiano per acquistare il 41% di Ita Airways | Economia

La compagnia aerea tedesca Lufthansa ha concordato giovedì con lo Stato italiano l'acquisizione del 41% di ETA Airways, nata dalla liquidazione della vecchia compagnia Alitalia, per la quale è in corso da anni la ricerca di un partner. Il Ministero dell'Economia italiano, che possiede al 100% ETA Airlines, ha confermato l'operazione in un comunicato dopo aver incontrato a Roma l'amministratore delegato di Lufthansa Carsten Spohr e il capo della compagnia italiana…

Registrati gratuitamente per continuare a leggere

Se hai un account EL PAÍS, puoi usarlo per identificarti

La compagnia aerea tedesca Lufthansa ha concordato giovedì con lo Stato italiano l'acquisizione del 41% di ETA Airways, nata dalla liquidazione della vecchia compagnia Alitalia, per la quale è in corso da anni la ricerca di un partner. Il Ministero dell'Economia italiano, che possiede al 100% Ita Airways, ha confermato l'operazione in un comunicato dopo l'incontro a Roma con l'amministratore delegato di Lufthansa Carsten Spohr e il presidente della compagnia italiana, Antonino Torici.

La stessa Lufhansa ha annunciato in un comunicato che acquisirà il 41% della compagnia aerea italiana attraverso un aumento di capitale di 325 milioni di euro, con la possibilità di acquisire il resto delle azioni in un secondo momento. Il ministro dell’Economia Giancarlo Giorgetti ha parlato di “prospettiva dell’integrazione” nella nota del ministero. Ha festeggiato dicendo: “Oggi è stata chiusa la rotta che ha segnato la storia della compagnia aerea nazionale con la prospettiva di fondersi in un’importante compagnia aerea europea”.

In questo senso, ha ipotizzato che con il governo di Giorgia Meloni, al potere dallo scorso ottobre, “si sia sciolto il nodo che da trent’anni contribuisce a condizionare il mercato del trasporto aereo in Italia”. E ha concluso: “Siamo convinti che questa decisione permetterà al mercato dell'aviazione di svilupparsi a favore dell'Italia”.

READ  Nuove crisi portano alla liquidazione dell'ortodossia neoliberista e spingono i governi a intervenire sui mercati

Da parte sua, Spohr ha descritto l'accordo come “una buona notizia per i consumatori italiani e per l'Europa” perché “un ETA più forte migliorerà la concorrenza nel mercato italiano”, ha affermato. L'accordo, che dovrà essere sottoposto alla valutazione della Corte dei Conti italiana e della Direzione generale della Concorrenza della Commissione europea, rappresenta per Ita una strategia “congiunta” tra i suoi azionisti, lo Stato italiano e Lufthasa.

Indirizzo e identità privata

ITA Airways è stata fondata nell'ottobre 2021 come compagnia aerea indipendente dal suo predecessore Alitalia, che è stata smembrata dopo anni di tentativi di evitare la bancarotta. Da allora il Ministero dell'Economia, finora unico azionista dell'ETA, è alla ricerca di un partner economico, finché lo scorso febbraio è emerso che Lufthansa intende acquistare il 40% dell'ETA per una cifra compresa tra 250 e 300 milioni di euro.

Da parte sua, la compagnia aerea tedesca ha annunciato in un comunicato che la cooperazione commerciale e operativa tra le due compagnie inizierà immediatamente, ma ETA manterrà la propria direzione e l'identità del marchio.

Inoltre, ha sottolineato che per garantire una crescita sostenibile, il gruppo tedesco intende ampliare anche la collaborazione con le Ferrovie dello Stato, con le quali aveva già siglato un accordo lo scorso febbraio. L'operazione annunciata oggi è stata esaminata dal Primo Ministro italiano, Giorgia Meloni, e dal Cancelliere tedesco, Olaf Scholz, in un incontro bilaterale al recente vertice del G7 di Hiroshima.

Segui tutte le informazioni Economia E un lavoro In Facebook E Twittero nel nostro Newsletter settimanale

Programma dei cinque giorni