Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Lou Reed: Gli ottant’anni che non furono per il grande poeta rock di New York | Oggi sarà il compleanno del musicista scomparso nel 2013

Oggi Lou Reed compirà 80 anni. Il numero tondo, sempre allettante, impone una revisione della forma Il grande poeta rock newyorkese, numero? Ma il fatto è che Lu Reed non ha compiuto 80 anni per questo È deceduto il 27 ottobre 2013Quando il trapianto di fegato che ha cercato di salvarlo non ha funzionato. Quindi la domanda è “e se”, che in questo caso è cosa se Alma mater The Velvet Underground Era vivo. La sua fantasia non è così iperattiva come negli anni ’60, ovviamente, ma pensa meticolosamente a ogni dettaglio del suono del suo prossimo album, come nei suoi ultimi anni. Solo lui, il simbolo della musica che usciva dalle fogne della sua città (Vanzin punkche ha predetto la denominazione del movimento, Era in copertina). Per considerarlo un po’ meno arrabbiato, cammina per Central Park con Sua moglie, Laurie Andersonconcentrato sull’esecuzione del tai chi, sorridendo con un po’ di sarcasmo in tik tox per i ragazzi che lo hanno scoperto “Camminando sul lato selvaggio”sollevato dal fatto che Donald Trump non sia alla Casa Bianca e, allo stesso tempo, frustrato dal fatto che il suo successore sia già andato in guerra…

All’anziano Lou Reed sarebbe stato permesso di pubblicare il vinile per la sua prima sessione di registrazione da solista, registrata il 27 ottobre 1971, da pubblicare il Record Store Day il prossimo aprile con il titolo Sono troppo libero: le demo RCA del 1971? Probabilmente no, perché il suono ha una certa atmosfera rustica che lo avrebbe preso in giro, anche se l’album in questione è un vero gioiello per i suoi fan: Lou da solo con la mia voce, suona brani finora inediti, che appariranno poi nei suoi primi quattro album : se rossoE il adattatoreE il Berlino E il Sally non sa ballare. “Ocean” e “Ride in the Sun” sono stati registrati con i Velvet Underground – All’inizio, ha anche collaborato L’ex partner John Cal– , ma queste versioni non saranno note fino a decenni dopo. “I’m Sticking with You” era nel quartetto (il terzo e con lo stesso nome), anche se lo cantava lì il batterista Mo Tucker. Il resto delle composizioni è bastato a far morire di invidia qualsiasi compositore che muove i suoi primi passi: “Perfect Day”, “Lisa Says”, “Kill Your Sons”, “Berlin” …

È stato solo che Lou Reed ha sempre trovato le parole giuste, anche nei suoi momenti più insignificanti. Naturalmente li ha sempre associati alle vicissitudini estreme della vita al punto che gli è costata molto di più della semplice vita. Il Molteplici aspetti della sua personalità Sono stati avvicinati centinaia di volte e ci sono abbastanza biografie per tentare di dare un senso a un personaggio così complesso (Lou Reed – Una vita, di Anthony de Cortes, altamente raccomandato e qui curato da Planeta). Forse la cosa interessante, quindi, è immaginare come Lou stesso negli anni ’80 avrebbe visto entrambe queste incarnazioni di se stesso, senza un’aura mutante. Da Il suo amico David Bowie Ma con evidenti incongruenze.

READ  La notte disordinata di Ernestina Bey alla celebrità di Masterchef che si è conclusa con la sua eliminazione

Il Documentario recente volta di vellutoE il di Todd Haynes, mette in evidenza ancora una volta il personaggio di Lou Reed, anche se in realtà è più interessato al personaggio di John Cale, il suo contrappeso musicale. Tra i due – un ebreo newyorkese con aspirazioni poetiche e un gallese che interpretava l’avanguardia in viola – è nata un’alchimia inimmaginabile, le cui conseguenze sono tutt’altro che estenuanti. Sì, c’è ancora qualche torsione nella bobina Effetto Che il quartetto sia stato piantato nella roccia alla fine degli anni Sessanta, e poi ripreso Da Talking Heads a The Strokes, con Jesus, Mary Chin e giovani vocali nel mezzo. In Haynes – un ritratto completo dello stesso periodo – Merrill Reed, la sorella dell’artista, insiste nel confutare la storia secondo cui i genitori hanno cercato di “curare” l’omosessualità e la tossicodipendenza del giovane Louis Allan elettro-shock. La storia, ovviamente, è stata rivelata dallo stesso Lou, trasformandola persino in “Kill Your Sons”.

L’altra figura prevalente nel documentario – su entrambi i lati della telecamera – è Andy Warhol, artista multimediale ed educatore RED, che ha insistito per lavorare sempre di più per lasciare il lavoro. Come ricorderà Lou oggi? L’epitaffio che ha lasciato con John Cale nell’album canzoni per drila (1990) schizzo dell’autore della buccia di banana dalla copertina The Velvet Underground e Nico (1967) Con uno sguardo conciliante dopo mille vanno e vengono. E a proposito di Cale, ci sarebbe stato un altro incontro, come quello che alla fine portò al The Velvet Underground Tour nel 1993, o nel 1996? Per inserire il quartetto nella Rock and Roll Hall of Fame? Il gallese, al momento, sta per compiere 80 anni e si sta preparando per un tour in Europa. “Sono nato il 9 marzo 1942 a Garnant, tra Swansea e Carmarthen, nel Galles del Sud. A circa 3.000 miglia di distanza a Brooklyn, Louis Reed è nato una settimana prima nel secondo. Ho sempre saputo che aveva un vantaggio su di me!” la frase è l’inizio Che cos’è il gallese per ZenCal, la sua autobiografia, indica eloquentemente la relazione tra i due.

READ  Rivelano la decisione forte che China Suárez prenderà: "Sta pensando molto seriamente di stabilirsi a Madrid"

Il personaggio di Red è sopravvissuto alla cultura della cancellazione? È noto per aver picchiato Rachel, la sua ragazza trans negli anni ’70, e alcuni dei suoi partner lo hanno descritto come un misogino e manipolatore. Mettere in contesto aiuta sempre, ovviamente. E l’ultimo, amorevole marito di Lou, Laurie Anderson, che ha viaggiato con lei a Buenos Aires per interpretare un ospite su un tema, può anche suggerire l’umile percorso di salvezza per un uomo di un’altra epoca. Uno in cui camminare nella parte selvaggia era tanto una tentazione al pericolo quanto il pericolo di scavare i piedi nella merda.

Ci sono stati altri fallimenti. I rivoltosi degli anni ’70, che simulavano iniezioni di eroina sul palco mentre cercavano di impressionare gli scagnozzi di Bowie. Il coraggioso dalla lingua tagliente, che ha fatto una registrazione dal vivo come Non fare prigionieri Capolavoro quasi in piedi. Il suo padrone di casa, negli anni ’80, al fianco della moglie Sylvia. Se politico dalla fine di quel decennio, con chi New York Ha portato la carta alla fine dell’era sia per la città che per se stesso (l’album, A True Gem, si è concluso al funerale di Andy Warhol). L’uomo di letteratura che ricordava il suo titolo Laurea in Lettere presso la Syracuse University Ha detto che la sua ambizione era quella di scrivere “il grande romanzo americano”. Presuntuoso come pochi altri, ha persino suggerito di leggere le sue canzoni in ordine e vedere se aveva davvero fatto il suo lavoro. Una sciocchezza, non è vero? Beh, forse il tuo libro di testi Cammino attraverso il fuoco Servire per stupire.

READ  Ora è vero! Kourtney Kardashian ha detto sì a Travis Parker | persone | intrattenimento

Se c’è anche se Reid of Registra un album con i Metallica! La stessa persona che l’ha fatto musica per strumenti in metalloQuesto doppio album di quattro sessioni è così tanto clamore che i fan sono tornati di corsa… finché non hanno ricominciato a comprarlo? Non è difficile immaginare il sorriso storto dell’80enne che non sarebbe a metà strada tra “se lo sono meritato” e “non hanno capito niente”. Ma è solo una fantasia. Le Reed è andato e Oggi è solo un altro stupido ricordo, in un presente rock c’è più memoria e necrologio che buone notizie. Proprio come quel ragazzo di “Rock and Roll” la cui vita è stata salvata ascoltando quella musica in una stazione radio, ci sono ancora molte persone che devono molto a Lou Reed.