Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Lo straordinario (e dimenticato) caso del sequestro della bara di Charles Chaplin

45 anni fa, il 25 dicembre 1977, il mondo lo salutava Al creatore della grande Charlotteche con lo stesso bastone con cui ha affrontato le ciglia capricciose della vita ha trasformato in arte il nuovo intrattenimento del cinema.

leggendario Charlie Spencer ChaplinConsiderato da molti il ​​più grande disegnatore di fumetti e una delle figure più importanti della storia del cinema, è morto la mattina presto “di vecchiaia”, secondo il suo medico.

Nato nella povertà e nella sofferenza, divenne grazie ad essa un artista immortale Grande umanizzazione Dei tragici conflitti dell’uomo con il destino.

Charlie Chaplin e Jackie Coogan in “The Kid”Bettmann-Bettmann

Più che un comico fisicamente dotato, Chaplin era un attore, scrittore, musicista e regista versatile che ha affinato meticolosamente ogni aspetto dei suoi film.

Il vagabondo più famoso del mondo, un simpatico ometto con baffi neri e andatura ondeggiante, pantaloni larghi e giacca attillata e stivali enormi e una piccola bombetta, ha fatto ridere milioni di persone, e a volte ha portato qualche lacrima ai loro occhi, senza dire una parola. Non una parola.

Quando la voce raggiunse la settima arte, La star muta ha dimostrato di avere molto da dire.

Il discorso finale del suo primo film parlato Il grande dittatore (1940) fu un’impressionante e progressiva difesa della democrazia, che non si sarebbe potuta sentire nei domini del Terzo Reich, né in Italia né in Spagna, dai tempi di Adolf Hitler, Benito Mussolini e Francesco Franco ha bandito il film, Per dimostrare che Chaplin aveva centrato il bersaglio.

Tuttavia, la sua vita è stata segnata anche da polemiche.

 "Bambino"
“Bambino”

Fare una commedia su un leader nazista era uno di questi. In seguito scrisse che era determinato a farlo perché era necessario ridere di Hitler.

Ma è entrato in politica, e mentre la sua vita privata ha anche alimentato i tabloid, è stata la politica a procurargli più problemi.

READ  Il presidente Gustavo Petro adottò ufficialmente Nicholas Arbelaiz Alcocer

I suoi discorsi durante la seconda guerra mondiale, in cui chiedeva un secondo fronte occidentale con gli alleati sovietici per schiacciare Hitler, fecero arrabbiare molti conservatori.

Con lo scoppio della Guerra Fredda, le sue amicizie con luminari dell’arte accusati di simpatizzare per la causa comunista lo mettono nel mirino delle autorità.

Il rappresentante John E. Rankin, un rappresentante Whig del Mississippi, era tra coloro che lo denunciavano e chiedevano la sua espulsione.

la vita di Chaplin “danneggia il tessuto morale dell’America”Rankin ha sollecitato che fosse rimossa dallo schermo americano e le sue immagini disgustose rimosse dagli occhi della gioventù americana.

Infine, nel 1952 l’attore, suddito britannico e nel 1975 nominato cavaliere dalla regina Elisabetta II, fu scomunicato dagli Stati Uniti.

Non valeva niente “influenza incalcolabile nel fare del cinema la forma d’arte del ventesimo secolo”riconosciuto dall’Academy of Motion Picture Arts and Sciences di quel paese dopo 20 anni con un Oscar onorario.

Foto promozionale di Candilejas con Charles Chaplin (a destra).
Foto promozionale di Candilejas con Charles Chaplin (a destra).AP Photo/Roy Export Corporation, HO – File

È salito a bordo di una nave diretta in Inghilterra ed è stato informato dal servizio di cittadinanza e immigrazione degli Stati Uniti che gli sarebbe stato proibito di tornare in quel paese a meno che non fosse disposto a rispondere alle accuse. “di natura politica e corruzione morale”.

Arrabbiato e stufo delle continue vessazioni da parte delle autorità, Chaplin si trasferì in Svizzera.

Lì morì all’età di 88 anni, poche ore prima dell’inizio della tradizionale festa di Natale della sua famiglia.

La sua quarta moglie, Una – figlia del drammaturgo Eugene O’Neill – e 7 dei loro 11 figli erano con lui.

Il vagabondo, che ha realizzato 81 film in una vita cinematografica iniziata nel 1914 e terminata nel 1967, è stato sepolto in una cerimonia privata due giorni dopo sulle colline sopra il Lago di Ginevra.

READ  La suora che vinse La Fouz in Italia lasciò l'abito e si trasferì in Spagna

Ma questo, come avevamo anticipato nel titolo, Non era la fine della storia.

In una coda che sembrava aver scritto per uno dei suoi primi cortometraggi comici, diversi mesi dopo la sua morte il suo corpo viene preso in consegna da una coppia di maldestri ladri.

Nel marzo 1978, dissotterrarono la bara per costringere la vedova di Chaplin, Una, a pagare 400.000 sterline (equivalenti a 2,35 milioni di dollari oggi).

La signora Chaplin ha ereditato circa 12 milioni di sterline (circa 70 milioni di dollari oggi) dopo la morte del marito.

“Il grande dittatore” di Charlie Chaplin

Si è rifiutata di pagare, dicendo: Charlie lo trova ridicolo..

Nelle chiamate successive, i rapitori hanno minacciato di fare del male ai suoi due figli piccoli.

La famiglia ha taciuto sulle richieste di riscatto, ma ciò non ha impedito che circolassero varie voci sulla bara scomparsa.

L’Hollywood Report ha ipotizzato che sia stato dissotterrato perché Chaplin era ebreo ed è stato sepolto in un cimitero di clan.

Nel frattempo, la polizia svizzera ha avviato un’operazione durante la quale sono state monitorate 200 cabine telefoniche e intercettato il telefono di Chaplins.

Cinque settimane dopo, gli autori del rapimento sono stati rintracciati e arrestati.

La bara fu successivamente ritrovata sepolta in un campo di grano sulle rive del Lago di Ginevra.

Un portavoce di Chaplins ha dichiarato: “La famiglia è molto felice e sollevata dal fatto che questo calvario sia finito”..

Il sovrintendente Gabriel Seto, capo della polizia di Ginevra, ha detto ai giornalisti che i due uomini sarebbero stati accusati di tentata estorsione e disturbo della quiete dei morti.

Allegata "Signor Ferdoux"Charlie Chaplin basato sulla vita di Henry Landreau. "Commedia assassina.  La storia di un francese con la barba blu"Lui dice
Manifesto di “Monsieur Verdoux”, il film di Charlie Chaplin basato sulla vita di Henri Landreau. “Una commedia omicida. La storia di un francese contemporaneo con la barba blu”, dice

Quasi un anno dopo la morte di Chaplin, al suo processo l’11 dicembre 1978, un rifugiato polacco ha ammesso davanti a un tribunale svizzero di aver dissotterrato il corpo e di aver cercato di estorcere denaro alla famiglia del comico.

READ  Grande Fratello 2022: il leader della settimana Thiago ha salvato il suo compagno di squadra e c'erano quattro favoriti

Roman Wardas, un meccanico di automobili di 24 anni, ha detto che non riusciva a trovare un lavoro e che stava attraversando momenti difficili quando ha Leggi un articolo di giornale su una situazione simile in Italia.

“Ho deciso di nascondere il corpo di Charlie Chaplin e risolvere i miei problemi”, ha spiegato Wardas al tribunale della contea di Fife.

Ha aggiunto di aver chiesto al suo amico Gancho Janev, 38 anni, di aiutarlo a scavare il sarcofago in Corse-sur-Veve, vicino al castello dove Chaplin visse per 23 anni.

“Non ero particolarmente interessato a entrare nella bara”, ha detto.

Charles Chaplin dietro le quinte delle riprese di Modern Times nel 1936
Charles Chaplin dietro le quinte delle riprese di Modern Times nel 1936

“Inizialmente volevo nasconderlo più in profondità nella stessa buca, ma stava piovendo e il terreno si è fatto davvero pesante.”

Ecco perché è stato portato via con l’auto di Ganev e seppellito nel campo di grano.

L’altro imputato ha detto alla corte: Non mi dispiaceva sollevare la bara. La morte non è importante da dove vieni.”.

Ganev spiega che dopo aver aiutato Wardas quella notte, non è più coinvolto.

Secondo un rapporto psichiatrico richiesto dall’avvocato di Ganev, il bulgaro, che aveva accettato di far parte del piano di Wardas ritenendo che i rischi fossero minimi, era turbato dall’impatto generale della scomparsa della bara.

Wardas viene condannato ai lavori forzati per quattro anni e mezzo per aver ideato lo strano complotto.

Il suo compagno, descritto come un “uomo muscoloso” con un limitato senso di responsabilità, è stato condannato a 18 mesi di reclusione con sospensione condizionale.

La bara di Charlie Chaplin è stata seppellita nel cimitero originale, Questa volta in un cimitero di cemento a prova di scasso.

Scritto da Dalia Ventura.

Ulteriori informazioni su The Trust Project