Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Lo sport più violento del mondo si pratica solo a Firenze

Lo sport più violento del mondo si pratica solo a Firenze

Firenze È la roccaforte in cui si gioca la partita. Calcio storico. È il mese di giugno quello in cui si pratica questo particolare sport nella città italiana, considerata la più barbara del Vecchio Continente. Intorno alla terza settimana di questo mese si svolge una competizione in cui si affrontano quattro squadre.

Ogni gruppo è rappresentato da quattro quartieri diversi della città e contrassegnati con colori diversi: quelli di Santa Croce Indossano abiti blu Santa Maria Novella In rosso, quello spirito Santo In bianco e quelli in SanGiovanni Diventano verdi.

Tra questi, gareggeranno in semifinale nei giorni precedenti il ​​24 giugno Festa di San Giovanni Dove si celebra il gran finale. Le origini di questo particolare sport risalgono al XVI secolo, intorno al 1580, e si basano sui giochi con la palla dell’epoca romana, che affondano le loro origini nei Greci.

Giovanni de Bardi A lui si deve la stesura del regolamento del Calcio Storico Fiorentino. Come Conte di Firenze fu l’artefice di tutto ciò e perché Conte? Già, perché a quel tempo, 500 anni fa, questo sport era riservato solo ai membri dell’alta società fiorentina.

Regole del gioco

L’obiettivo di questo sport per ottenere la vittoria è molto semplice: combattere un duello per portare la palla dall’altra parte del campo per infilarla in quella che sembra una buca. Ogni volta che la squadra segna un “goal”. Caccia Vengono aggiunti due punti al tuo carro armato. La differenza rispetto ad altri sport come il calcio è che se l’attacco non riesce a segnare, viene aggiunto mezzo punto alla squadra avversaria.

READ  Jacopo Pereira “In Italia non è considerato uno sport professionistico”

Ogni assortimento è composto da quattro datori indietro (Portieri), tre Datore Inanzi (Lati), cinque sconciatori (centrocampisti difensivi) e quindici Il mio corridoio (Fronti). In campo ci sono 54 giocatori in totale, 27 per ciascuna squadra. Tre partite e un solo vincitore.

Una foto della partita del Calcio Storico Fiorentino con la Polizia in campo

Reuters

La violenza del Calcio Storico Fiorentino è una delle sue caratteristiche distintive, ma c’è anche Serie di divieti. Non è possibile colpire l’avversario da dietro, qui si intende colpire con pugni o calci Tratta Come nel rugby, può essere implementato.

Inoltre, non puoi colpire un avversario che è già a terra, anche se puoi immobilizzarlo. Non è inoltre consentito applicare la superiorità numerica. Cioè, se un avversario è già fisicamente di fronte a un compagno di squadra, può essere toccato solo se l’avversario in quel momento è in possesso della palla.

Niente colpi alla schiena e nemmeno colpi bassi Calci alla testa. Ciò è severamente vietato dalle regole, sebbene siano consentiti pugni alla testa degli avversari. A causa di questo tipo di colpi e delle regole secondo cui quasi tutto è permesso, le partite sono attentamente sorvegliate sia dalla polizia che dalle autorità sanitarie.

Tradizione fiorentina

Il torneo si terrà a IL Piazza Santa Croce Da Firenze. Anche se risale al 1580, risale al Paleolitico 19esimo secolo Quando il calcio storico perse la sua importanza e cadde nell’oblio. Parlare di harpastum, Un tipo di lotta greco-romana che ha la sua maggiore influenza e può essere identificato con caratteristiche della lotta, del calcio e del rugby.

READ  Lo sport in Italia a porte chiuse

La sua ripresa avvenne negli anni precedenti seconda guerra mondiale. Alessandro Pavolini Questo sport riprese vita e il torneo si tenne nuovamente a Firenze tra le quattro squadre provenienti da diversi quartieri della città italiana. Sebbene sia contestato lì, è stato anche trasportato in diverse parti del pianeta, ad es New York, Praga, Roma Anche Torino.

Un giocatore durante un’edizione del Calcio Storico Fiorentino con il volto distrutto

Reuters

Avrebbe dovuto celebrarsi la prossima settimana, ma la crisi del coronavirus, come tante altre manifestazioni, rende impossibile portare avanti la tradizione fiorentina. In questi primi giorni di giugno, in città e in tutto il Calcio Storico avrebbe dovuto svolgersi di tutto, dalle sfilate a un’altra serie di celebrazioni.

A proposito, cosa riceve il vincitore? Ebbene, il vitello, che simboleggia la vittoria fisica. Dopo la finale arrivano i festeggiamenti che raggiungono il culmine con i fuochi d’artificio nello stadio Piazzale Michelangelo. Come curiosità per la maggior parte degli appassionati di calcio,… Fiorentina Ha indossato i loghi di questi quattro quartieri sulla sua maglia, oltre ad avere divise alternative, a volte fino a quattro divise diverse, una per ogni colore dei quartieri che giocano al Calcio Storico Fiorentino.

[Más información: Los 24 deportes más locos del mundo]

Notizie correlate