Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

“L'Italia vuole evitare le politiche anti-russe del G7” – Politico

“L'Italia vuole evitare le politiche anti-russe del G7” – Politico

(ANSA) Mosca – “All'inizio della sua presidenza del G7, Roma chiede attivamente il ruolo di 'coordinatore principale' di questo quartier generale anti-russo dell'Occidente collettivo”, ha detto in un'intervista l'ambasciatore russo in Italia Alexei Paramonov. Dos Corporation.
Secondo il diplomatico, “non si può escludere che, sotto la pressione della sezione anglosassone di questa federazione, si ponga l'accento sullo sviluppo di varie misure anti-russe, tra cui l'inasprimento delle sanzioni già in vigore e la perquisizione per la legalizzazione del sequestro illegale dei beni sovrani russi”.
Tuttavia, sottolinea, la “popolarità” della Russia persiste “tra gli italiani pensanti”, e la prova di ciò è “un numero crescente di movimenti politici e associazioni pubbliche che mettono la necessità di normalizzare le relazioni al centro dei loro programmi”. Fermato con Mosca. Il divario tra Russia e Occidente continua ad ampliarsi.
L'ambasciatore di Mosca a Roma ha criticato l'”approccio neocoloniale” alla base del vertice italiano con diversi paesi africani, nell'ambito dei suoi “sforzi febbrili” per trovare alternative alle esportazioni russe di energia e materie prime.
In quel vertice nella capitale italiana, ha affermato Paramonov, “si è tentato di imporre ai leader africani i consueti atteggiamenti neocoloniali volti a preservare l'iniqua distribuzione delle risorse naturali e a compensare perdite minime in cambio della rinuncia ai beni russi”.
“È già chiaro – prosegue Paramonov – che l'obiettivo fissato dal governo di Mario Draghi di abbandonare immediatamente e completamente il gas russo è irraggiungibile, poiché la scadenza per raggiungerlo viene costantemente rinviata”.
“Ora si parla già del 2025. Ora Roma dovrà rivolgersi ad altri fornitori, il che implica la necessità di creare costi economici significativi e pericolosi per l'ambiente, riformatori, per il più costoso GNL proveniente dagli Stati Uniti, la sua quota sul totale delle importazioni . Già aumentato a quasi l'8-9 per cento.” (ANSA).

READ  La Jornada - Dimostrano il più grande maestro d'Italia, Pietro Vannucci, Perugino

Tutti i diritti riservati. ©Copyright ANSA