Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Italia boccia un accordo sui carburanti sintetici

L’Italia boccia un accordo sui carburanti sintetici

“Il gioco non è ancora finito”, ha detto il ministro dei Trasporti italiano Matteo Salvini a proposito del ruolo dei combustibili sintetici nell’UE. Così, l’Italia si distingue dalla Germaniache un giorno prima di A.J Accordo con la Commissione europea sulle salvaguardie per lo sviluppo di carburanti sintetici (“e-fuel”) per veicoli con motori a combustione Se raggiungono zero emissioni inquinanti. Sono le auto elettriche Plan B come gli unici veicoli in vendita dal 2035.

“Grazie anche al determinante contributo dell’Italia, la Commissione Europea ha rivisto la ‘pausa’ sui motori a combustione dal 2035. Bruxelles ha annunciato l’apertura agli ‘e-fuel’: riteniamo ragionevole includere anche i biocarburanti ”, ha dichiarato in una nota. Il ministro ha sottolineato che la sua priorità è “prendersi cura dell’ambiente” ma anche “tutelare migliaia di posti di lavoro e aziende in Italia e in Europa affinché non vengano ceduti alla Cina”. “La partita non è ancora finita”, ha concluso.

Salvini ha guidato, insieme al suo omologo tedesco, la bocciatura della prima versione della norma predisposta dalla Commissione Europea (CE). Tuttavia, sabato Bruxelles ha annunciato di aver raggiunto un accordo affinché la Germania revochi il suo veto dell’ultimo minuto sulla legislazione già negoziata e concordata, con l’inclusione dei combustibili sintetici.

Garanzie E-fuel

“Abbiamo raggiunto un accordo con la Germania sul futuro utilizzo di carburanti elettrici nelle auto”, ha annunciato su Twitter Frans Timmermans, vicepresidente esecutivo della Commissione europea responsabile del Patto verde europeo.

Già venerdì il cancelliere tedesco, Olaf Scholz, aveva insistito affinché Berlino e Bruxelles potessero raggiungere un accordo che includesse garanzie per l’utilizzo di carburanti sintetici o elettrocarburanti (e-fuels) dopo il 2035, che si concentrasse sulle richieste del tedeschi. .

READ  Jimena Monteverde si emoziona quando presenta la nipote: “Malvina è la mia vita”

Il presidente tedesco ha scherzato in una conferenza stampa dopo il vertice europeo tenutosi a Bruxelles, quando gli è stato chiesto del blocco tedesco di una scala così stellare della politica climatica dell’UE.