Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Le cinque linee d’azione che i paesi del G7 vogliono promuovere in Argentina

Nel bel mezzo di trattative di governo con il Fondo Monetario Internazionale e persistenti lamentele da parte di società straniere sulle politiche restrittive Alberto FernandezIl Ambasciatori del G7, Uno dei gruppi di paesi più potenti del mondo, ho discusso a Buenos Aires della strategia Attuazione di cinque “aree d’azione” in Argentina in vari campi della geopolitica globale.

Durante un incontro speciale della scorsa settimana presso l’ambasciata tedesca a Buenos Aires, i delegati del G7 con “alta attesa” hanno analizzato i dettagli dell’accordo dell’Argentina con il fondo e hanno esaminato le restrizioni al commercio recentemente imposte dal governo e da Alberto Fernandez. Giro di Cina e Russia.

Tuttavia, il tema principale della riunione degli ambasciatori è stata la necessità di attuare le Cinque Linee d’Azione in Argentina che la Germania, in qualità di presidente ad interim del G7, ha proposto di espandere a livello globale per quest’anno.

come si fidano lo storico Fonti diplomatiche hanno partecipato all’incontro presso l’ambasciata tedesca ospitante Ulrico Sante Ha rivelato gli assi della controversia davanti ai suoi coetanei Red Douglas Sears (Canada), Fabrizio Lucentini (Italia), Claudia Scherer Evos (Francia), Marco Stanley (Stato unito), Kirsty Hayes (Regno Unito), Takahiro Nakami (Giappone) e Unione Europea (UE)Unione Europea) in Argentina, Amador Sanchez Rico.

“Ci incontriamo come rappresentanti del Gruppo dei Sette in Argentina per uno scambio Osservazioni nel campo della politica internazionale e sull’evoluzione della situazione geopolitica nella regione. A presiedere il G7 nel 2022″, ha scritto sul suo account Twitter l’ambasciatore tedesco in qualità di conduttore dell’incontro. L’ambasciatore francese ha risposto al gesto con un altro tweet: “Grazie Ulrich per il tuo invito a scambiare informazioni e analisi tra i Partner del G7 che hanno un’importante presenza economica in Argentina”.

Allo stesso tempo, molti dei presenti hanno riattaccato lo storico Che la riunione di lavoro del Gruppo dei Sette a Buenos Aires ha preso in considerazione una valutazione dei progressi dell’economia argentina, i negoziati con il Fondo monetario internazionale e Lamentele ripetute che molte aziende di questi paesi nel paese commentano quotidianamente su tassi di cambio, restrizioni all’importazione e disagi per il pagamento dei dividendi.tra le altre cose.

READ  I catastrofici incendi boschivi in ​​Australia hanno distrutto lo strato di ozono

C’erano anche coincidenze tra gli ambasciatori del G7 che l’accordo dell’Argentina con il Fondo monetario internazionale sarebbe stato una specie di “bussola” Per guidare un’economia vacillante e fornire prevedibilità al governo di Alberto Fernandez. Viene analizzato il conflitto tra Russia e Ucraina, con il G7 che chiede una soluzione pacifica.

Tuttavia, tutte le fonti consultate hanno affermato che l’asse centrale dell’incontro presso l’ambasciata tedesca era basato sull’idea di diffondersi al massimo. Le prossime cinque linee d’azione G7 La Germania ha proposto quest’anno a livello globale:

1- Un pianeta sostenibile In qualità di presidente ad interim del Gruppo dei Sette nazioni industrializzate, la Germania cercherà “forti alleanze per il progresso nella protezione del clima”, in particolare creando un Il club internazionale del clima aperto e collaborativo, nel campo della protezione ambientale e della biodiversità. Cioè, per accelerare la trasformazione globale dell’energia. In questo senso, l’Argentina sta ratificando la Convenzione del Paese sui cambiamenti climatici e questo è un progresso su questa agenda.

2- Stabilità economica e trasformazione: Il G7 mira a “impostare la strada per la ripresa economica, la stabilità finanziaria e un ordine economico globale sostenibile, sociale e giusto”. Sotto la sua presidenza del G7, il governo tedesco crede fermamente che una giusta trasformazione ambientale e sociale possa andare di pari passo con la prosperità economica. “Ecco perché l’approccio comune in Una ripresa economica sostenuta e una crescita inclusiva sono importanti”.la polemica nei recenti rapporti del G7.

L’idea è quella di lavorare all’interno del G7 per dare forma alla ripresa dell’economia globale, ancora scossa dagli effetti della pandemia, e nel contempo gettare le basi per un futuro sostenibile. In pratica, questo è implicito in Argentina Rafforzare la cooperazione tra i paesi del G7 e il governo di Alberto Fernandez.

READ  Questo è ciò che si sa della sua ricchezza

3- Una vita sana: È quanto afferma il terzo punto del documento, che propone di rafforzare la salute globale preparandosi e rispondendo alle pandemie e migliorando l’architettura sanitaria internazionale. L’intento è quello di raggiungere l’obiettivo dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) Vaccinare il 70% della popolazione mondiale contro il Corona virus entro la metà del 2022, Una campagna di vaccinazione globale “richiederà una grande accelerazione”.

Pertanto, attraverso la sua presidenza del G7, la Germania sta rafforzando il sostegno a tutti i pilastri dell’acceleratore ACT, compreso il substrato per la vaccinazione COVAX, nonché alla produzione nazionale di vaccini nei paesi in via di sviluppo. A questo punto nella riunione degli ambasciatori se ne è parlato Forte cooperazione tra il governo argentino, le autorità dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e la Fondazione Covax Per distribuire il vaccino contro il covid in Argentina.

4. Investire in un futuro migliore: L’idea del Gruppo dei Sette è quella di “promuovere lo sviluppo sostenibile e le infrastrutture, Ampliare le alleanze nei settori del clima, dell’energia e dello sviluppo, nonché un impegno per la pace e la sicurezza”.

A questo punto, la Germania mira a utilizzare la sua presidenza del G7 per promuovere la cooperazione internazionale per lo sviluppo sostenibile nello spirito dell’Agenda 2030 e dal G7 per lanciare l’Infrastructure Initiative e assumere un ruolo globale più forte nel rafforzamento delle infrastrutture sociali, sia dal punto di vista economico che ambientale . sostenibile unitamente alle condizioni quadro pertinenti.

5- Insieme siamo più forti Il logo del G7 pubblicato dalla Germania persegue l’idea di cooperare con l’Argentina, in questo caso, per “società aperte, resilienti ed eque in termini di genere e diritti umani, difendendo le democrazie liberali, la partecipazione sociale, la libertà della scienza e della stampa, combattere la disinformazione e promuovere il sistema digitale e il progresso digitale”.

READ  I sintomi più vaghi e duraturi del COVID-19: estrema stanchezza, mal di testa cronico, difficoltà a pensare e ricordare

Su queste basi si è parlato di diffondere valori comuni “prendendo una posizione chiara riguardo alle crisi internazionali, e forniremo soluzioni che saranno applicate dalla comunità internazionale”. A questo punto è stata analizzata l’attuale situazione dell’invasione russa dell’Ucraina, con i paesi del G7 che chiedono “partecipazione proattiva”.

La presidenza del G7 è un processo di lavoro che dura tutto l’anno. Le riunioni dei ministri specializzati del G7 svolgono un ruolo di primo piano: si svolgono in contemporanea con il Vertice dei Capi di Stato e di Governo.

Inoltre, i paesi ospitanti ei rappresentanti di organizzazioni internazionali selezionate sono regolarmente invitati a partecipare al vertice del G7. Attraverso la sua presidenza del G7, la Germania continuerà a promuovere e sviluppare gli obiettivi di uguaglianza di genere del G7 insieme al Comitato consultivo sull’uguaglianza di genere del G7.

Il Cancelliere federale condurrà inoltre un dialogo globale con la società civile. A tal fine, quest’anno incontrerà attori non statali del mondo degli affari, delle ONG, dei sindacati, della scienza, dei gruppi di riflessione, delle donne e dei giovani.

Il Gruppo dei Sette (G7) è un forum informale per le principali nazioni e democrazie industrializzate. Oltre alla Germania, comprende anche Francia, Regno Unito, Italia, Giappone, Canada e Stati Uniti d’America. Anche l’Unione Europea è rappresentata in tutti gli incontri del G7. La Presidenza della Repubblica si alterna annualmente tra i membri.