Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Le “bolle” come i giardini sottomarini rivoluzioneranno l’agricoltura

Le “bolle” come i giardini sottomarini rivoluzioneranno l’agricoltura

Riuscite ad immaginare di raccogliere lattuga, fragole, cavoli e piante aromatiche senza terra e sott'acqua?

Questo sistema agricolo alternativo mosse i primi passi in Italia e consisteva in cVengono coltivati ​​all'interno di capsule subacquee di plastica, ancorate vicino alle coste e simili a mongolfiere che sembrano “galleggiare” sott'acqua.

Il programma pilota di queste serre o biosfere, situate a una profondità compresa tra 5 e 10 metri, si svolge nel Golfo di Noli, in provincia di Savona (Italia), ed è collegato a un centro di controllo dove vengono monitorate. È abbastanza grande da consentire a un subacqueo di piantarlo periodicamente e di prendersi cura dell'interno.

argomenti correlati

Questo progetto, chiamato Nemo's Park, ha superato con successo la fase pilota e sta ora affrontando l'industrializzazione su larga scala della tecnologia e dei metodi sviluppati.

Tutto ha inizio nel 2012, quando i fratelli Sergio e Luca Gamberini iniziano ad esplorare l'idea di sfruttare la costanza di temperatura di grandi masse d'acqua e l'evaporazione del liquido a contatto con lo spazio aereo, per creare una serra sottomarina. Lo afferma Ocean Reef Group (ORG), la società promotrice del progetto.

Il suo sistema di biosfera è realizzato in acrilico ed è dotato di ventole, sensori, telecamere, Wi-Fi, comunicazioni e altri sistemi che le consentono di rilevare, monitorare e controllare da remoto ciò che sta accadendo all'interno e all'esterno delle capsule.

I fratelli Gamberini hanno creato anche una mini biosfera perfettamente funzionante che può essere installata nella maggior parte degli acquari d'acqua salata o d'acqua dolce e comprende gli elementi base per acquari di grandi dimensioni (contenitore dei semi, substrato e sistema di montaggio), oltre alle istruzioni per coltivare piante sott'acqua in casa. .

READ  miti, credenze e mezze verità; Da dove viene la nostra paura dei vampiri?

Inoltre affittano le loro biosfere alle aziende farmaceutiche, che per questo le usano come laboratori sottomarini “Credono, come noi, che le piante che crescono sott’acqua potrebbero rivelare scoperte interessanti per il futuro”. L'ORG conferma.

“L’obiettivo del progetto è sfruttare le maggiori risorse naturali disponibili, come gli oceani e altri grandi corpi idrici, per creare un sistema agricolo alternativo che sarebbe particolarmente utile in quei paesi che mancano di acqua dolce, suolo stabile e risorse Temperature che “rappresentano la metà del pianeta”.

sottolinea Luca Gamberini.

Secondo i suoi creatori, è un sistema rispettoso dell'ambiente, autosufficiente ed ecologico.

Gamberini spiega che le radici ricevono una soluzione nutritiva equilibrata disciolta in acqua, con tutte le sostanze chimiche e nutritive necessarie per la crescita delle piante, che possono crescere sulla soluzione minerale o in un substrato o mezzo inerte, come sabbia, ghiaia, tezontal o pietra pomice, tra gli altri.

Gli oceani e le grandi masse liquide garantiscono una temperatura costante, acqua abbondante, protezione dalle radiazioni dannose e l’assenza di parassiti. Pertanto, non è necessario utilizzare pesticidi o altri prodotti chimici per coltivarlo. spiega Gamberini.

Inoltre, l'aria all'interno della biosfera rimane calda, il che significa che in inverno la temperatura interna è intorno ai 17°C, mentre l'acqua all'esterno della biosfera può raggiungere i 12°C, e l'aria in superficie è a soli 2°C. . .

All'interno della biosfera vengono ricreati i processi naturali che si verificano su larga scala sul pianeta.

Evie