Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La promessa fatta da Freddy Rincon dopo la morte di Diego Maradona

Proprio come nel novembre 2020, l’Argentina ha pianto per la morte di Diego Armando Maradona, questo 13 aprile rimarrà per sempre nella storia della Colombia con la morte di uno dei grandi del calcio: Freddy Eusebio Rincon Valencia.

Coloso de Buenaventura è stato vittima lunedì scorso di un grave incidente stradale, fatto tuttora oggetto di indagine da parte delle autorità. Freddy ha combattuto per la sua vita e ha ricevuto milioni di messaggi di sostegno, Ma ha perso la partita per un “grave trauma cranico” che si è concluso con la sua morte.

In questo Grande Giovedì in Colombia le reti si sono rivolte a ricordi, gol e messaggi di cordoglio alla famiglia del talentuoso centrocampista che ha fatto la storia in Nazionale negli anni ’90, e ha partecipato a tre Mondiali consecutivi in ​​Italia 1990, USA 1994 e Francia 1998.

A parte tutto il talento che ha sprecato sul campo, Freddy è stato un fan del buon calcio fino all’ultimo giorno, partecipando a programmi di opinione sull’attuale Betplay League, sui playoff e sugli sport in generale. Il suo ultimo post su Instagram, ad esempio, si è congratulato con i giocatori colombiani under 20 per essere arrivati ​​secondi ai Campionati sudamericani tenuti in Uruguay il mese scorso.

E prima ancora, ha pubblicato foto di congratulazioni in cui Maria Camila Osorio, a sostegno della delegazione colombiana ai Giochi Olimpici, e ovviamente superando le ultime date delle qualificazioni sudamericane per il Qatar 2022.

Tra tutte queste foto, quella con Diego Armando Maradona è stata pubblicata il 25 novembre 2020, data in cui è stata confermata la morte di Beloza dell’Argentina. E Freddy scrisse senza sapere che dopo un anno e mezzo sarebbe stato in grado di mantenere questa promessa: “Fino al nostro prossimo incontro in paradiso, Maradona”.

READ  Il grido dell'ucraino commosse il Portogallo

Rincon ha condiviso alcune amichevoli tra giocatori in pensione con Diego, mostrando sempre un rispetto speciale per tutto ciò che l’argentino ha ottenuto nel corso della sua carriera. “Parlando di te, Don Diego, ci sono così tante parole, semplicemente grazie per questo molto e che Dio ti benedica ovunque tu sia”, ha scritto in un altro post il nativo di Buenos Aires.

I due sono legati da una maglia che è la maglia del Napoli che ha reso Maradona un gigante nel suo cammino nel 1984 e nel 1991 con due scudetti, la Coppa Italia, la Supercoppa Italiana e la Coppa UEFA 89.

Freddy non ha eguagliato la superstar argentina, dal suo arrivo nel 1994, ma ha goduto dell’eredità lasciata da 10 passaggi attraverso l’Italia. Il colombiano ha collezionato 28 presenze e segnato sette gol fino al trasferimento al Real Madrid nel 1995, quando le cose non sono andate come previsto. Alla fine ha deciso di tornare in Brasile ed è diventato l’idolo del Corinthians, vincendo la Coppa del Mondo per club come capitano e punto di riferimento.

Questo è un altro duro colpo per i tifosi del Napoli che hanno ricordato con particolare affetto il tempo di Freddy con la loro squadra. Il club, tramite i social, ha inviato un commovente messaggio di dolore per la morte dell’ex giocatore 55enne. “Dalla SSC Napoli ci uniamo all’angoscia del popolo colombiano per la morte dell’amato Freddy Rincon”indicato Zuri.

“I nostri pensieri sono con la sua famiglia e i suoi amici in questo momento difficile”, ha aggiunto il post. Ora Diego e Freddy insieme in paradiso, ricordando tutte le stagioni di gioia che hanno trovato con la palla ai piedi, e al loro fianco ci saranno sicuramente Andres Escobar, ‘Palomo’ Usuriaga, Miguel Calero e molti altri che hanno lasciato un posto nel mondo anche se le persone non li dimenticheranno mai.

READ  La casa de los sueños