Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La nuova nota del Tesoro a 10 anni registra una delle maggiori richieste della sua storia, dimostrando la fiducia degli investitori nell’economia spagnola

La nuova nota del Tesoro a 10 anni registra una delle maggiori richieste della sua storia, dimostrando la fiducia degli investitori nell’economia spagnola

In un complesso contesto economico e monetario internazionale, l’aumento della domanda mostra la solidità del debito del Paese e la fiducia degli investitori nell’economia spagnola e nelle sue prospettive.

Qualità e versatilità si distinguono nella personalizzazione di questa nuova referenza. Il tasso di partecipazione degli investitori non residenti ha raggiunto nel processo l’86,9%, una delle percentuali più alte ottenute nelle precedenti emissioni. La partecipazione degli investitori è emersa da Regno Unito e Irlanda per il 41,8%, Francia e Italia per il 17,2%, Germania, Austria e Svizzera per il 5,4% e Paesi scandinavi per il 4,2%. I restanti investitori europei rappresentano il 12,8% dell’allocazione. Da parte loro, gli investitori del Medio Oriente hanno partecipato al 3,8% dell’operazione, gli Stati Uniti e il Canada l’1,2% e l’Asia lo 0,4%.

L’applicazione è stata distribuita su 367 conti di investimento molto diversificati dal punto di vista geografico e della tipologia di investitore. Per tipologia di investitore, la partecipazione maggiore è stata quella dei gestori di fondi con il 42,6%, seguiti dai buoni del tesoro al 22,7%, dalle compagnie assicurative e dai fondi pensione al 13,3% e dalle banche centrali e istituzioni pubbliche al 10%. Le restanti società di servizi bancari hanno contribuito per il 4,7%, fondi garantiti per il 4,7% e altri investitori per il 2,1%.

Le obbligazioni emesse oggi scadono il 31 ottobre 2033 e hanno una cedola del 3,55%. Il rendimento è fissato al 3,556%, ovvero 10 punti base sopra l’attuale riferimento a 10 anni, con una scadenza più breve nell’aprile 2033.

Con questo prestito sindacato il Tesoro ha già erogato 141.288 milioni di euro, pari al 58,8% del programma di finanziamenti a medio e lungo termine per il 2023. L’età media del debito pubblico in circolazione è di 7,92 anni e il costo medio del portafoglio titoli del Tesoro è al livello del 1,938%.

READ  Nasce 84 anni fa e oggi è la fonte principale del prodotto che rappresenta gli argentini nel mondo.

BBVA, Banco Santander, Barclays, Crédit Agricole, Deutsche Bank e Goldman Sachs sono stati tutti amministratori di questo caso. I restanti market maker di titoli di stato e passività hanno agito in qualità di co-gestori.