Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La Georgia Meloni non minaccia più l’UE – DW – 21/09/2023

La Georgia Meloni non minaccia più l’UE – DW – 21/09/2023

Il primo ministro italiano Giorgia Meloni non ha ripetuto gli slogan radicali della sua campagna elettorale. Dopo la vittoria alle elezioni dello scorso anno, il leader di Fratelli d’Italia (FdI) ha cercato di imporre la sua visione conservatrice al Paese, ma su scala europea appare quasi come una figura moderata. Le loro dure critiche Unione Europea. Ha lasciato il discorso più serio nelle mani dei suoi partner di coalizione, Matteo Salvini della Lega Populista e il ministro degli Esteri Antonio Tajani, che stanno proseguendo sulla strada tracciata da Silvio Berlusconi.

“Sto passando a una realtà che cambia”, dice Melonia. Per lei la verità è che guida un partito che porta come scudo la fiamma eterna della tomba di un dittatore fascista. Benito Mussolini Non interferirà con il funzionamento quotidiano del governo.

Approccio all’Unione Europea

Anche i loro interlocutori europei sembrano accecati. I funzionari dell’UE sono rimasti sorpresi dalla morbidezza del tono del leader italiano. In un incontro a Roma con il cancelliere socialdemocratico tedesco Olaf Scholz, ha detto ai giornalisti che sono d’accordo su tutte le questioni politiche importanti e cercano una cooperazione pratica. Scholes non ha contestato le sue parole.

Intanto la Meloni sembra essere in buoni rapporti con Ursula van der Leyen, capo della Commissione europea. Ha fatto pace con l’UE mentre il denaro continuava a fluire da Bruxelles. L’Italia è uno dei maggiori beneficiari dei fondi per la ricostruzione dopo la pandemia di Covid-19, ricevendo 190 miliardi di euro tra sovvenzioni e prestiti.

Problema della migrazione

In una recente visita a Lampedusa, i due hanno mostrato il loro amore per la stessa cosa Politica di immigrazione: controllare le frontiere, ridurre gli arrivi e cooperare maggiormente con i paesi di transito. L’unica cosa che van der Leyen non ha sostenuto è stata l’idea di Maloney di impiegare una marina per bloccare le coste del Nord Africa.

READ  Nonostante l'Italia abbia perso, la Svizzera, rivale della Spagna, è stata eliminata nei quarti di finale.

Insieme si sono recati due volte in Tunisia per cercare di siglare un accordo volto a trattenere lì i migranti. La strategia della Meloni punta a concentrarsi maggiormente sul Nord Africa per frenare la migrazione. Ma Lampedusa ha i suoi detrattori. Una Donna dell’Isola ha detto alla DW che la Meloni ha solo parlato, ma praticamente non ha ottenuto nulla. Il numero di visitatori qui è il doppio rispetto allo scorso anno.

Politica conservatrice

In generale la Meloni ha più riconoscimenti. Ad agosto il 53 per cento degli italiani era soddisfatto della sua amministrazione. Il suo estremo conservatorismo sulla politica familiare ha causato polemiche e qualche opposizione. Come il suo “buon amico” primo ministro ungherese Viktor Orbán, il capo del governo italiano ritiene che una famiglia sia composta da un padre, una madre e dei figli. In un “vertice demografico” dei partiti conservatori a Budapest a settembre, Melony ha affermato che la chiave per salvare la nazione è mantenere il tasso di natalità il più alto possibile.

Il capo del governo italiano, Giorgia Meloni, e il suo omologo ungherese, Viktor Orbán.Immagine: Geert Vanden Wijngaert/DPA/Image Alliance

Riconciliazione a Washington

Altrove, i leader dell’UE e del G7 sono sollevati dal sostegno della Meloni alla difesa dell’Ucraina contro la Russia. Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha elogiato la posizione della Meloni secondo cui le libertà dell’Europa sono protette in Ucraina. Un anno fa, quando Maloney vinse le elezioni, Biden lo descrisse come un “pericolo per la democrazia”. Ma sembra al contrario. “Ora siamo amici”, ha detto Maloney dopo l’incontro a Washington.

(ers/cp)