Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La dura storia di Daniela Mastricchio: “Quando finì la Chiquitas finì la famiglia”

La dura storia di Daniela Mastricchio: “Quando finì la Chiquitas finì la famiglia”

La dura testimonianza dell’ex Chiquitas Daniela Mastriccio: «La mia famiglia mi ha voltato le spalle e quando avevo 14 anni ho dovuto lavorare in una gelateria per poter mangiare».

Successo, fama, buona vita economica e infanzia Daniela Mastricchio Sembra il sogno di ogni ragazza. Dall’età di quattro anni ha iniziato a partecipare ai casting e all’età di sette anni già faceva pubblicità sulla stampa e in televisione. A 11 anni, la giovane attrice era già famosa I più piccoli, Serie per bambini argentina prodotta da Chris Morena Il che era evidente in quel momento. I viaggi, le automobili, le case con piscina e il lavoro hanno cambiato la vita della sua famiglia. Ma qualche anno dopo la scadenza del contratto, la realtà lo colpì duramente e fu sottoposto ad abusi da parte dei suoi cari: “La mia famiglia mi ha voltato le spalle e quando avevo 14 anni ho dovuto lavorare in una gelateria solo per poter mangiare..

A volte è facile raggiungere la fama, ma molto difficile uscirne, e questo è esattamente quello che sono stati gli anni post-Chiquitas per la giovane attrice. La bambina che è stata toccata da Chris Morena con la sua bacchetta magica – e trasformata in Sol, la preferita di Belén Fraga nella popolare serie degli anni ’90 – si ritrova espulsa dal mondo dell’arte ed è costretta a reinventarsi per sopravvivere.

“Mi vergognavo addirittura, perché dopo Chiquitas, Dopo quattro anni infernali di successo, di teatro, senza tempo, senza compleanno, senza nemmeno bisogno, non mi era rimasto letteralmente più nulla.. Cioè, anche la famiglia e gli amici. “Quando avevo 14 anni, lavoravo in una grande catena di gelati per poter mangiare”, ricorda la cantante in una conversazione con Alessandro Fantino In Ultima cena.

Daniela Mastricchio nella sua infanzia durante la Chiquitas

Nel suo racconto, l’attrice ha sottolineato come la fine della serie abbia portato la famiglia a dividersi e disintegrarsi poco a poco: “Quando Chiquitas finì, la famiglia finì. Sono rimasto solo, nel momento in cui avevo più bisogno di contenimento, nel momento in cui avevo più bisogno di famiglia e amore. “Ho passato un periodo molto brutto, in realtà, ecco perché ero così distante, ho sempre tenuto un profilo basso, ma mi sono anche messo in imbarazzo.”

READ  Flor Pea accende il fuoco mostrandoti come allenarsi in mutande

Affrontare la situazione e superare quanto accaduto non è stato facile per Mastricchio. Anni dopo, la giovane donna decise di affrontare il problema attraverso la terapia, riuscendo così a elaborare ciò che aveva vissuto. “Ho dovuto fare tutto questo perché non stavo facendo altro che essere una ragazza, lavorare e godermi quello che facevo. Spot. Dovevo anche trovare il tempo per elaborare tutto questo. Non riuscivo nemmeno a esprimere a parole quello che stava succedendo Me. Mi sono sentito in colpa per tutto quello che è successoHa detto che la mia famiglia non era lì.

Riguardo ai litigi che stava vivendo con la sua famiglia, la giovane ha raccontato che dopo anni ha cercato di riconciliarsi con i suoi cari e di ristabilire i legami. La prima cosa che è riuscita a riportare indietro è stato il padre: “Mio padre ormai è morto. È morto l’anno scorso, ma sono riuscito a sistemare le cose”. non riusciva a riconciliarsi con lei.

Daniela Mastricchio è un’attrice e cantante

Ora, a distanza di anni, l’artista racconta tutto ciò che ha vissuto attraverso le sue canzoni. Nella musica ha trovato il modo di inserire le parole nella sua vita. “Dopo la Chiquitas è diventato come giocare in prima divisione, vedi? Poi è stato come ‘Non potrai farlo, sarai solo’. Ed è quello con cui sono cresciuto. Poi ho dovuto pensare. Ho lavorato tutta la mia vita da quando avevo quattro anni. “Non ho mai smesso di lavorare”, ha detto l’attrice.

Infine, Mastrichio ha spiegato che questa situazione ha generato una sorta di sfiducia nelle persone, e che la strada per guarire internamente è stata lunga: “Ci sono voluti anni. Non so se sono arrabbiato. Ero frustrato. Ciò che ti aspetti di più dalle persone che dovrebbero amarti di più è che ti amino, giusto? Poi con gli anni ho capito che ognuno ha il suo modo di amare. “Quando dicono che ti amo, è vero.”

READ  Masterchef Ecuador: Solo tres concursantes, de diez, no visten mandil negro | televisione | Impegno