Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La Commissione Europea affianca il turismo all’artigianato: “È un peccato”

La Commissione Europea, l’istituzione che detiene l’autorità esecutiva e l’iniziativa legislativa dell’Unione Europea, ha rimosso l’industria del turismo dalle sue priorità e l’ha collegata alle sue attività. Artigianato e tessuti All’interno della zona commerciale, è stato denunciato anche dall’eurodeputato ed ex presidente delle Isole Baleari, Jose Ramon Boza.

Commissari e responsabili politici della Commissione europea

La scorsa settimana, Boza ha partecipato a un seminario sulla certificazione COVID-19 organizzato dall’Ufficio del Parlamento europeo in Spagna e ha annunciato a quell’evento che “il turismo è attualmente una fonte di preoccupazione nelle istituzioni europee” a causa della situazione pandemica. Le istituzioni europee contano molto poco “.

“Abbiamo detto nei mesi scorsi che il turismo genera circa il 15% del PIL europeo e che rappresenta circa 22 milioni di lavoratori salariati. È estremamente importante che la Commissione europea stanzi lo zero centesimo di euro nel suo budget per il turismoBoza, eurodeputato per il gruppo dei cittadini, ha ribadito.

“Non esiste una strategia europea comune per il turismo “Non c’era interesse ad avere una strategia turistica europea comune”, ha detto l’ex presidente delle Isole Baleari.

“ È vero che le competenze turistiche appartengono agli Stati membri dell’Unione Europea, ma c’è anche un potenziale, e più a volte come quelli in cui ci troviamo, Cerca di armonizzare gli standard comuni Quando si interviene “, ha aggiunto Boza.

Come ha spiegato l’ex presidente delle Isole Baleari, mentre il settore turistico è all’interno della Commissione Europea Perso nei labirinti del Berlaymont Building A Bruxelles la situazione è diversa al Parlamento europeo, dove c’è una commissione parlamentare per i trasporti e il turismo, di cui lo stesso Boza è membro.

READ  Arturo Herrera sarà Segretario del Tesoro fino alla riunione del G20

All’inizio dell’attuale legislatura, il parlamento ha proposto alla commissione di ripetere lo stesso modello organizzativo, in modo che il turismo fosse integrato Trasporti, una delle stazioni di polizia più potentiHa osservato Boza.

Tuttavia, La proposta è caduta nel vuoto Boza ha aggiunto che nonostante il fatto che “il turismo senza mezzi di trasporto sia incomprensibile”.

Infine, la politica del turismo della Commissione europea è passata al settore del commercio Il turismo è ora associato allo stesso titolo di artigianato e tessile… Lui semplicemente vergognoso. Poi ci riempiamo la bocca di istituzioni europee dicendo che il turismo genera il 15% del PIL e che rappresenta 22 milioni di posti di lavoro “.

Il problema principale, come ha spiegato l’ex presidente delle Isole Baleari, è che “molti Stati membri dell’Ue considerano il turismo solo un momento di relax dove si va per qualche giorno di riposo”.

“Ce l’abbiamo in Spagna, Italia, Grecia, Croazia, Portogallo e Francia Il concetto di turismo che non è condiviso equamente in altri paesi Dall’Unione Europea “.

Ecco perché, ha detto, “è estremamente importante che tu conosca i governi degli stati membri Trasferimento e deferimento alla Commissione Europea E il Consiglio europeo ha l’importanza del turismo “.

“Voglio ricordarlo Nel 2008, la Spagna è progredita grazie al turismo e al valore aggiunto che gli apportiamo. Inoltre, si trovano i più grandi esperti di turismo della Spagna. Siamo uno standard. Ma Se non ci crediamo, sarà molto difficile difendere ciò che gli altri non sanno“Ha completato.

Europa, non esiste una politica del turismo

Altre voci hanno anche recentemente avvertito che l’Europa, nonostante sia la regione del mondo che riceve il maggior numero di turisti internazionali (51% degli arrivi globali), ha un serio problema di coordinamento delle politiche turistiche all’interno della regione. Unione europea La sua assenza è evidente.

Ecco come l’ha indicato Michel de Blast, Che per tre decenni è stato segretario generale dell’ECTAA, l’Unione europea delle agenzie di viaggio e dei tour operator a Bruxelles.

“Il settore del turismo è completamente assente dalle politiche della Commissione europea per i prossimi cinque anni”.Questo esperto ha indicato nel dicembre 2019.

Anzi, ha aggiunto, Il turismo è raramente menzionato nei documenti di pianificazione quinquennale Che hanno preparato finora nella Commissione europea “.

E questo divario è “una sfida enorme per l’intero settore. Dobbiamo rimettere il turismo nell’agenda europea”. Perderemo molte opportunità “..