Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La cancellazione da parte della RAI di un monologo sul nazifascismo ha scatenato polemiche e accuse di censura in Italia

La cancellazione da parte della RAI di un monologo sul nazifascismo ha scatenato polemiche e accuse di censura in Italia

Antonio Scurati è uno degli scrittori italiani di maggior successo, autore di romanzi storici di successo su Benito Mussolini.

La conclusione che RAI Per annullare il monopolio su Il 25 aprile è un giorno festivoQuando Liberazione dell'Italia dal nazifascismoDall'autore Antonio ScuratiMeglio conosciuto per i suoi libri sul dittatore fascista Benito MussoliniÈ stato scatenato un caso politico Italia e accuse di censura contro la televisione pubblica e il governo Georgia Meloney.

Skoratiscrittore Libri come “M. Figlio del secolo Parteciperò al programma di questo sabato leggendo un monologo dedicato alla cerimonia di liberazione 'Cesara' del canale RAI3 Ma il fornitore, Serena BordonHa annunciato sulle loro reti che è stato cancellato.

Il testo è limitato Fratelli d'Italia COME “Gruppo del Fronte Postfascista” e ha apertamente incolpato il partito del primo ministro Maloney Voglio “riscrivere la storia”. E Odio la protesta e l'antifascismoMa il discorso è stato cancellato senza spiegazioni chiare.

In un messaggio, Bordone Lo ha spiegato E' rimasto “sconvolto, e per puro caso” nell'apprendere che “il contratto di Scurati è stato risolto” senza “spiegazioni plausibili”.. Alla fine, dopo un resoconto dell'accaduto e una giornata di polemiche, il conduttore ha letto il testo del suo programma, che nel frattempo ha avuto ampia condivisione sui social network.

Sabato pomeriggio, infatti, la Meloni aveva commentato l'episodio, secondo cui la Rai “si sarebbe rifiutata di pagare 1.800 euro (lo stipendio mensile di diversi dipendenti) per un monologo di un minuto” e io no. Non so quale sia la verità. La Meloni ha condiviso il testo integrale del monologo sul suo profilo Facebook “Chi è sempre stato ostracizzato e censurato dal servizio pubblico non chiede censura a nessuno.”.

Il premier italiano Giorgia Meloni. (REUTERS/Remo Casilli/File)

Da parte sua, il direttore dei contenuti di Roy, Paolo Corsini, il monologo è stato cancellato in un comunicato, dicendo: “Si stanno facendo richieste per fattori economici e contrattuali, cifre superiori alle aspettative e altri aspetti promozionali. Al di là di queste mere questioni burocratiche, ha detto Corsini, “la fattibilità della partecipazione al programma Scorati non è mai stata messa in discussione”. Non censurato.

READ  Sono state concordate nuove esportazioni di fibra di vigogna in Italia

Tuttavia, Bordone e Scurati smentiscono categoricamente questa versione.. Report interno RAI pubblicato su quotidiano Repubblica Sembra confermarlo: dice l'ovvio “Motivi editoriali” Segnando l'annullamento della partecipazione di Scurati.

Scurati ha parlato di questa domenica “Il prossimo attacco di diffamazione”, riferendosi alle affermazioni secondo cui il suo fidanzamento sarebbe stato annullato per problemi finanziari.. “Per confondere le acque e oscurare la questione di fatto sollevata nel mio intervento, un capo di governo non esita a usare il suo strapotere per attaccare personalmente un privato cittadino e il patriota del suo autore. Le dichiarazioni derogatorie vengono tradotte e lette in tutto il mondo”, ha detto Scurati, secondo cui si tratta di violenza.Naturalmente, non fisicamente, ma comunque violentemente.”

Scurati è uno degli scrittori italiani di maggior successo, vincitore del Premio Strega nel 2019″Figlio del secolo M Il primo della sua serie di romanzi storici su Benito Mussolini (seguito da “M. L'uomo della Provvidenza” e M. Gli ultimi giorni dell'Europa, ultimo volume non ancora pubblicato). Il suo ultimo libro è il saggio “Fascismo e populismo: Mussolini oggi” ed è pubblicato da Pompiani, lo stesso editore degli altri suoi libri.

Il leader socialista Giacomo Matteotti nella sua ultima foto prima di essere ucciso dai miliziani fascisti

Il monologo che Scurati amava leggere RAI3 Inizia con il ricordo dell'omicidio di un coniuge socialista Giacomo Matteotti e tanti pogrom nazifascisti, Quelli con Fosse Ardeatine, Sant'Anna di Stazzema E MarsafotoPer continuare l'apparente atto d'accusa di Maloney nei confronti del governo di destra:

“Questi due tristi anniversari giustapposti – la primavera del '24, la primavera del '44 – il fascismo fu durante tutta la sua esistenza storica – in definitiva o non solo occasionalmente – un fenomeno irredimibile di violenza politica omicida e di massacro sistematico. Gli eredi di quella storia la riconosceranno almeno una volta?

READ  Italia: più di 550 migranti salvati dalle turbolenze in mare

Sfortunatamente, tutto indica che non lo faranno. Il partito al governo postfascista ha vinto le elezioni nell’ottobre 2022, aveva due strade davanti a sé: rifiutare il suo passato neofascista o provare a riscrivere la storia. Indubbiamente ha preso la seconda strada.

Una veduta delle tombe delle Ardiene nel 1944, quando era ancora in costruzione il monumento che ricorda i 335 italiani uccisi dalle forze nazifasciste (Archivio Cicconi/Getty Images)

Evitando il tema in campagna elettorale, il primo ministro è rimasto fermo nella sua linea ideologica, costretto ad affrontarlo a causa di anniversari storici. La cultura neofascista delle origini: senza rifiutare l'esperienza fascista nel suo insieme, prende le distanze dalle indifendibili atrocità commesse dal regime (persecuzione degli ebrei); incolpò solo i nazisti delle stragi con la complicità dei repubblicani fascisti; Infine, nega il ruolo fondamentale della resistenza nel Rinascimento italiano (al punto da non menzionare mai il termine “antifascista” il 25 aprile 2023).

Mentre vi parlo festeggiamo ancora una volta l’anniversario della liberazione dal nazifascismo. Le parole che il Primo Ministro si è rifiutato di pronunciare continueranno a pulsare sulle labbra grate di tutti i democratici onesti, di sinistra, di centro o di destra. In quella parola –Anti fascista– Non detto da chi ci governa, lo spettro del fascismo continuerà a infestare la casa della democrazia italiana.

Si è deciso di annullare la partecipazione di Scurati Descritta come “censura” dall'opposizione Hanno condannato ancora una volta l'intenzione del governo di estrema destra di controllare la televisione pubblica e i suoi contenuti.

“Questo Roy non è più un servizio pubblico, lo stanno trasformando in un megafono governativo”Lo ha commentato il leader del Partito Democratico (PD). Ellie Schlein. “Si è trattato di una vera e propria censura, seguita da un attacco da parte della destra, del partito di Georgia Meloney, da dietro le quinte, di Georgia Meloney. Violenza come la definisce Scurati”, ha aggiunto.

Ellie Schlein, leader del Partito Democratico italiano (REUTERS/Remo Casilli)

Segretario del Partito Liberale di Centro AgionCarlo Calenda: Osserva: “È inaccettabile, disonorevole togliere l'intervento di un grande scrittore per ragioni politiche. Questo sta accadendo in Russia, non può accadere in nessun paese europeo. Purtroppo aspettiamo tutti le scuse e il ripristino immediato del monologo cancellato.

READ  Cittadinanza italiana: nuovo provvedimento per facilitare la doppia cittadinanza

Roy per l'Associazione dei giornalisti, UshikraiÈ un'azione “Mettiamo a tacere gli intellettuali che non sono i benvenuti dai governanti.”

Anche Fratelli Italia, il partito della Meloni, ha chiesto spiegazioni alla Rai, ma riguardo al compenso di Scorati, ritenuto eccessivo. “Il 25 aprile va festeggiato senza fatturazione: la libertà è preziosa”, ha detto Maurizio GaspareLeader del partito al Senato.

Molti intellettuali e scrittori hanno espresso solidarietà a Scurati e criticato la decisione della RAI.

“Cosa ti aspettavi?” ha commentato Roberto Saviano, anche il suo programma di critica alla politica della Meloni venne cancellato dalla Rai un anno fa. “Controllano tutto ciò che accade centimetro dopo centimetro, metro dopo metro. Perché questo governo si basa solo sul silenzio e sulla propaganda.