Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Kerry annuncia a Davos l’allargamento dell’alleanza climatica

L’inviato statunitense per il clima John Kerry ha annunciato mercoledì a Davos l’espansione di una coalizione di aziende e paesi impegnati a finanziare le tecnologie per decarbonizzare l’economia, sotto gli auspici del World Economic Forum (WEF).

“Oggi, la First Movers Coalition è passata dalle 35 società originali… a 55, con aggiunte significative”, ha affermato Kerry, citando in particolare la casa automobilistica Ford e il gruppo di trasporti FedEx.

In una conferenza stampa a Davos, dove questa settimana il World Economic Forum terrà la sua riunione annuale, l’inviato statunitense ha anche elencato una serie di paesi che hanno aderito al gruppo, tra cui Svezia, India, Giappone, Norvegia, Italia, Regno Unito, Singapore e Danimarca.

“La coalizione First Movers sta mobilitando un enorme potere d’acquisto per incoraggiare gli investimenti in nuove tecnologie”, ha affermato, confrontandolo con una strategia di approvvigionamento che, secondo lui, ha aiutato il governo degli Stati Uniti a sostenere lo sviluppo di vaccini COVID-19.

Il miliardario americano Bill Gates ha osservato che molti prodotti “verdi” oggi costano di più e il modo per sbarazzarsene è espandere la produzione”.

Gates ha fornito pannelli solari o batterie agli ioni di litio come esempio, ma ha affermato che anche altre tecnologie potrebbero trarre vantaggio da un’adozione diffusa, come l’energia basata sull’idrogeno.

tgb/lth/soe/pc/mb

READ  Draghi e Berlusconi sono tra quelli propagandati come il prossimo presidente dell'Italia