Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Kampauh, il campo sostenibile che sta trasformando l’industria del turismo |  Piccoli giganti |  caratteristiche aggiuntive

Kampauh, il campo sostenibile che sta trasformando l’industria del turismo | Piccoli giganti | caratteristiche aggiuntive

Ciò che fa Kampauh può essere definito in diversi modi. La più semplice: andare in campeggio senza dover portare con sé tutta l’attrezzatura (tenda, sacco a pelo…). Non c’è bisogno. Mettono tutto, materassi di diverse dimensioni, frigorifero, elettricità, posate…, nelle loro comode tende di diverse dimensioni. Alcuni hanno anche il proprio bagno e thermos per l’acqua calda.

C’è poi un’altra definizione che fornisce più elementi: un percorso turistico dove l’esperienza del campeggio nella natura si aggiunge ai servizi offerti dall’albergo. Infine, c’è quello più complesso e ambizioso, la presentazione di Salvador Laura, CEO di Campauh: “Il campeggio è il mezzo, la punta dell’iceberg con cui stiamo cambiando l’industria del turismo. Stiamo dimostrando che non è necessario distruggere l’ambiente con il cemento per promuovere lo sviluppo economico La partnership tra turismo ed economia La sostenibilità è possibile.”

Il campo di Tarifa (Cadice) è dove tutto ebbe inizio.

Per Laura, due elementi e un catalizzatore sono stati fondamentali per lo sviluppo di questo lavoro: “la digitalizzazione e il desiderio di tornare alla natura”. La pandemia è stata una fusione di entrambi, guidando la crescita esponenziale che l’azienda ha visto sin dal suo inizio nel 2017. Anche il fatto che il CEO provenga dall’ecosistema delle startup, dove la scalabilità è una fede, ha aiutato.

crescita

Tutto è iniziato nel 2016, quando Laura, in viaggio con la moglie a Isla Culebra (Porto Rico), ha scoperto la possibilità di soggiornare in tenda sulla spiaggia con materassi, lenzuola, asciugamani e frigorifero. Poi è arrivato il progetto pilota che ha messo in piedi nel campo di Tarifa (Cadice), con alcune tende che ha comprato a Decathlon. Basandosi sul successo, ogni anno sono stati aggiunti più campeggi dove vengono allestite tende kampawa, aumentando il personale (con un picco di 400 persone in alta stagione, anche se il normale è 70) e la fatturazione, e a partire dal 2023 Salto dalla Spagna.

READ  L'Italia ha sequestrato 779 milioni di euro ad Airbnb con l'accusa di evasione

Se si inseriscono 8,8 milioni di euro nel 2022, la previsione è di 23 milioni, una cifra che sperano di raggiungere grazie ai loro 250.000 clienti. Se si guarda oltre questo orizzonte, i numeri sono ancora abbastanza ambiziosi: 2024, 46 milioni di fatturato e 6.500 negozi; 2025, 70 milioni e 10.000 negozi, ed entro il 2026, 110 milioni, 15.000 negozi.

Scorcio di una piccola casa Impegno per il futuro dell'azienda.
Scorcio di una piccola casa Impegno per il futuro dell’azienda.

L’interesse di capitale ha sempre accompagnato l’azienda nel suo cammino. Lo dicono i vari round di finanziamento: 300mila euro nel 2020, 4 milioni nel 2021 e 14 milioni in due tranche quest’anno. Così facendo sono passati da 38 a 84 campeggi e da 1.200 a 3.500 negozi, portando il marchio in Italia, Francia e Portogallo. Non sarà l’ultima nel 2023. Ed entro dicembre hanno già iniziato a negoziare un altro giro di 12 milioni con cui continueranno ad espandersi attraverso i tre paesi citati e aggiungeranno Croazia e Grecia in Europa e Repubblica Dominicana e Costa Rica in America Latina. Promuoveranno anche la digitalizzazione e la professionalizzazione e standardizzeranno le operazioni per smettere di essere una startup e diventare un’azienda.

Nonostante queste tornate e l’aumento degli investimenti di capitale, i soci fondatori così come i soci lavoratori continuano a controllare la società con il 60% delle azioni. I fondi azionari JME Ventures, Encomenda e Axon Partners Group detengono il restante 40%.

Questo desiderio di farsi pagare per questo modo di fare turismo sottolinea ciò che Laura ha già affermato: “Questa tendenza è qui per restare mentre teniamo il passo con questo cambiamento. Il nuovo lusso che le persone cercano si basa su esperienze nella natura in alloggi semplici fatti di materiali sostenibili.”

READ  Culture di Babilonia a Ojos Negros
Il Kampaoh Picnic è una scatola di cibo salutare che l'azienda sta sviluppando quest'estate.
Il Kampaoh Picnic è una scatola di cibo salutare che l’azienda sta sviluppando quest’estate.

Un marchio che cresce con le piccole case, il cibo e la cosmesi

L’amministratore delegato di Kampaoh, Salvador Laura, comprende che l’azienda aspira a diventare un “marchio sostenibile”, integrando i prodotti attualmente sul mercato e altri nuovi su cui stanno già lavorando.

Sotto “quella visione e filosofia” ce ne sono alcuni che si distinguono, come Case minuscole Oppure piccole case in legno e contenenti una camera da letto, cucina, bagno e sala da pranzo distribuite tra 8 e 16 mq. Stanno progettando le prime unità delle case che produrranno in Spagna con il 90% di materiali sostenibili e che verranno successivamente installate nei campeggi.

Un altro prodotto che stanno sviluppando quest’estate è il cibo. Lo stanno facendo attraverso un progetto pilota presso il campeggio El Palmar (Cadice). Si tratta di un box contenente alimenti “sani e salutari” che viene offerto agli utenti e che può essere conservato in frigoriferi predisposti per l’occasione.

Kampaoh Home è un altro progetto che verrà lanciato da questo autunno e venderà mobili e oggetti decorativi che i clienti potranno trovare all’interno dei negozi. Poi ci sarà una linea di cosmesi con creme, dentifrici…

Segui tutte le informazioni per cinque giorni In FacebookE Cinguettio E linkedino dentro Il nostro bollettino Agenda di cinque giorni