Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Kaik Ferrari, il romanziere che divide il suo tempo tra pulire la metropolitana di Buenos Aires e scrivere | cultura | intrattenimento

Ferrari è un addetto alle pulizie della metropolitana e scrittore due volte edito da Alfaguara, l’etichetta sotto la quale ha pubblicato il suo ultimo romanzo, Todos Nosotros.

Enrique Ferrari, conosciuto come Torta Ferrari, È considerato uno dei nomi più importanti della letteratura argentina, in particolare del romanzo poliziesco. La sua “fama”, pur non essendo fautore di quella parola, risponde non solo al successo dei suoi romanzi, ma alla sua storia di vita segnata dalla perseveranza e dalla lontananza dai riflettori del pubblico.

Eduardo Varas presenta il suo romanzo “Quelle Creature”: La Giustizia è diventata l’esercizio del potere

Ferrari, 49 anni, addetto alle pulizie della metropolitana e scrittore di Buenos Aires Modificato due volte da alfaguara, sotto il quale ha lanciato uno dei suoi ultimi libri intitolato tutti noi. Il romanzo presenta un gruppo di giovani che intraprendono un processo straordinario: viaggiare nel tempo per evitare la morte di un rivoluzionario russo Leon Trotsky. Che fanno come un’opzione per giudicare Ramon MercaderProcuratore di Stato di Stalin. In questo modo, i personaggi si recano a Coyoacan, in Messico, nel 1940, il luogo e l’anno in cui fu assassinato.

“Tutti noi”, di Kaik Ferrari.

In un’intervista al giornale Terzo Ha detto che sebbene sia un’idea sollevata in Ritorno al futuro e terminatore, Il suo compito era vedere cosa poteva dare alla storia, scoprire come affrontare la morte di Trotsky. “Ha avuto l’idea di una macchina del tempo che rende in questo romanzo un informatico di nome Fat Philippe”, ha sottolineato.

Laureato del primo maschio in Il premio House of the AmericasNel 2009 aveva già pubblicato con piccoli editori indipendenti. Tuttavia, avere accesso a un editoriale come Alfaguara gli ha permesso di interagire con più lettori, ha detto in un’intervista ai media cileni. È chiaramente un passo avanti. Significa anche inserire un’altra quantità di spago (denaro), perché non viviamo d’aria”, tramite l’Argentina.

La storia della Ferrari ha qualcosa di speciale, divide il suo tempo tra Il suo lavoro di pulizia è alla stazione Pasteur-Amia della metropolitana di Buenos Aires e scrivi. “La stranezza capitalista e borghese è la convinzione che i lavoratori non abbiano nulla a che fare con la cultura”., ha dichiarato come una denuncia nel 2013, riferendosi al fatto che era stanco di essere chiamato Impiegato della metropolitana.

Ebbene, dice che la sua vita è sempre stata così, e che invece ha deciso di sua spontanea volontà di rimanere ai margini del mondo accademico. “E per molto tempo sono stato lontano dal mondo della letteratura, ora faccio laboratori, ma sto in disparte perché tutto ciò che accade intorno al mondo della piccola letteratura non mi interessa molto”, Raccogliere Terzo.

Enrique Ferrari sogna che Steven Spielberg voglia girare uno dei suoi libri.

Dice che il suo lavoro di addetto alle pulizie non si è fermato con la pandemia, ha continuato la sua routine di lavoro in metropolitana con grande sforzo. “Non l’ho presa sul serio, non perché non pensassi che l’epidemia esistesse, ma come un modo per tenere la testa”.

In un’intervista a Nazionee Nel 2017 ha ammesso che i momenti più felici della sua vita – dopo quelli vissuti con la sua famiglia – sono quando scrive. “Il momento più bello della mia giornata è quando mi siedo a scrivere, quando mi sento felice. Una valvola come quella che tutti dobbiamo avere per non impazzire”.

il suo romanzo Sembrano mosche da lontano Nel 2012 il premio per la migliore opera prima in Gijon Black Week in SpagnaHa aperto le porte alla pubblicazione delle sue opere in Francia, Messico, Italia e Argentina.

Ad oggi ha pubblicato sei romanzi, due brevi libri, saggi e decine di antologie. Fornaio, tassista, elettricista, venditore e immigrato clandestino negli Stati Uniti, è andato a tentare la fortuna ed è stato espulso tre anni dopo.

Tra i suoi romanzi operazione Bukowski (2004), Salvo che (2009) e Sembrano mosche da lontano (2019). (IO)

READ  Programma delle attività di mercoledì 4 agosto 2021 | cultura | intrattenimento