Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Insidie ​​nel solitario economico

Insidie ​​nel solitario economico

Dimmi di cosa sei orgoglioso e ti dirò cosa ti perdi. La seconda vicepresidente ad interim, Nadia Calviño, si è vantata del fatto che l’economia spagnola “sta mostrando la sua forza più che mai”, con il PIL che ha superato il livello pre-pandemia in soli due anni, nell’estate del 2022. È già più alto del 2%. Aggiungiamo che la Spagna è “la più grande economia dell’Unione Europea, quella che cresce di più e ha il tasso di inflazione più basso” grazie a quattro fattori: “la rapida diffusione del piano di ripresa, il dinamismo del mercato del lavoro e l’andamento positivo sviluppo dell’economia”. Il settore estero e la solvibilità delle imprese e delle famiglie spagnole”.

Ebbene, anche se prendiamo i dati della contabilità trimestrale rivista realizzata dall’Istituto Nazionale di Statistica, che ha un’attendibilità molto discutibile dopo la sostituzione del precedente presidente Rodríguez Poe, vediamo che la Spagna è ancora in fondo all’Europa , essendo la quarta economia e crescendo meno rispetto all’ultimo trimestre.Dal 2019. La Spagna si colloca al di sotto di economie come Irlanda (+28,7%), Portogallo (+4,4%, un’economia più dipendente dal turismo della Spagna), Ungheria (+4 %), Estonia (+2,6%) e Italia (+2,1%) e la media dell’area dell’euro (+3,1%).

Ciò riguarda il dinamismo del piano di ripresa, perché se guardiamo a ciò che Calviño chiama la solvibilità delle imprese e delle famiglie e lo sviluppo del settore estero, vedremo che i consumi delle famiglie stanno chiaramente rallentando, così come le esportazioni. Infatti, secondo la Banca di Spagna, l’economia spagnola ha registrato il secondo peggior deficit commerciale in oltre un decennio – 21.323 miliardi di dollari nei primi sette mesi di quest’anno – che si aggiunge a un deficit fiscale molto elevato e a un debito massiccio. Sta crescendo ad un tasso del 4,8% annuo.

READ  La Germania sosterrà un embargo petrolifero russo nell'UE con un approccio basato sul "periodo di transizione" | Dott..

L’indice INE riflette anche un calo dell’indice del fatturato dell’industria, che è sceso del 5,2% su base annua, mentre l’indice del fatturato del settore dei servizi pubblici è rimasto ad un impercettibile +1,2% in un anno record per il turismo. Il debito estero totale della Spagna supera i 2.370 miliardi di euro, ovvero il 168,3% del PIL.

La Spagna, che perde aziende da tre mesi, 1.325.910 aziende alla fine del secondo trimestre, 12.700 aziende in meno rispetto ad aprile, e un numero inferiore rispetto al 2019. Morti e perdite di imprese si riflettono anche nel numero di contratti registrati nel mese di agosto, ammontavano a 1.088.831, il che rappresenta un calo di 194.960, ovvero del 15,19%, rispetto allo stesso mese del 2022. Allo stesso tempo, l’arretrato di lavoro nei primi otto mesi dell’anno in corso è diminuito di 2.328.172 contratti , ovvero il 18,61%. Meno che a gennaio e agosto dello scorso anno.

Questo è ciò che il vicepresidente economico chiama dinamismo del mercato del lavoro, con la scusa che siamo il paese con il più alto tasso di disoccupazione nell’Unione europea, il doppio della media di tutti gli Stati membri dell’UE, e ignorando l’ultimo rapporto dell’OCSE che mostra che abbiamo il governo che ha aumentato di più le tasse, e il governo che impone la maggior quantità di tasse sui salari, e il governo che guida la disoccupazione in tutti i paesi sviluppati, quando è stato dimostrato che ogni punto in cui aumentano i contributi sociali porta a una diminuzione del tasso di occupazione di mezzo punto. Se parliamo di inflazione, c’è il dato di settembre, dove sale al 3,5% dopo essere salita di quasi un punto, l’aumento maggiore in un mese da giugno 2022, mentre la Banca di Spagna conferma che le famiglie spagnole hanno perso il 4,5% negli acquisti . Negli ultimi due anni l’energia ha registrato il calo maggiore tra i paesi sviluppati dell’OCSE. Inoltre, l’ufficio statistico della Commissione europea, Eurostat, ha appena confermato che la Spagna ha 2,3 milioni di bambini a rischio povertà, il 32,2% degli spagnoli sotto i 18 anni, al terzo posto nella classifica UE, appena davanti a Romania e Bulgaria.

READ  Colombia: il secondo Paese al mondo per alto tasso di criminalità | Economia

Questa, signora Calviño, è la verità sull’economia spagnola e sulla situazione in cui vivono molti spagnoli con i dati delle principali organizzazioni nazionali e internazionali, anche se puoi continuare a imbrogliare al solitario e vendere la storia di La Lechera finché la brocca non si rompe . .