Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

In diretta: Premio Nobel per la Fisica a Siukuru Manabe, Klaus Hesselmann e Giorgio Baresi

Il un premio Nobel Fisica Questo martedì è stato assegnato a Seokuro Manabe, Klaus Haselmann e Giorgio Baresi “Per i suoi contributi innovativi alla nostra comprensione dei sistemi fisici complessi.”

Il premio è stato diviso in due parti. da un lato, Manabi e Hasleman Sono stati premiati “per la modellazione fisica del clima terrestre, la quantificazione della diversità e la previsione affidabile del riscaldamento globale”.

Allo stesso tempo, Parigi Ha vinto l’altra metà “per la sua scoperta dell’interazione del caos e delle fluttuazioni nei sistemi fisici dalla scala atomica alla scala planetaria”.

L’Accademia svedese delle scienze ha spiegato che ManabiUn meteorologo giapponese ha spiegato come l’aumento delle concentrazioni di anidride carbonica nell’atmosfera porta a un aumento delle temperature sulla superficie terrestre. Negli anni ’60, ha guidato lo sviluppo di modelli fisici del clima terrestre ed è stato il primo a esplorare l’interazione tra il bilancio delle radiazioni e il trasporto verticale delle masse d’aria. Il suo lavoro ha posto le basi per lo sviluppo di modelli climatici.

Dopo circa dieci anni HaslemanUn oceanografo e modellista climatico tedesco, ha creato un modello relativo al tempo e al clima, rispondendo così alla domanda sul perché i modelli climatici siano affidabili nonostante il tempo mutevole e caotico. Ha anche sviluppato metodi per identificare segnali e impronte digitali specifici che sia i fenomeni naturali che le attività umane influenzano il clima. I loro metodi hanno contribuito a dimostrare che l’aumento della temperatura atmosferica è dovuto alle emissioni umane di anidride carbonica.

negli anni ottanta, ParigiIl fisico italiano ha scoperto schemi nascosti in materiali complessi e caotici. I suoi risultati sono considerati tra i più importanti contributi alla teoria dei sistemi complessi. Consentono di comprendere e descrivere molti materiali e fenomeni diversi e apparentemente completamente casuali, non solo in fisica ma anche in altri campi molto diversi, come la matematica, la biologia, le neuroscienze e l’apprendimento automatico.

READ  Caduta funivia in Italia: nove morti, due gravemente feriti

Il premio è il secondo del suo genere nella stagione dopo la medicina, che lunedì ha premiato due specialisti del sistema nervoso e del sistema tattile, gli americani David Julius e Ardam Patbutian.

Dopo l’Astronomy Survey del 2020, gli esperti sanno bene che i proiettori svedesi si stanno allontanando dallo spazio.

L’anno scorso, il premio ha premiato il britannico Roger Penrose, il tedesco Reinhard Genzel e l’americana Andrea Geis, Pionieri della ricerca sui “buchi neri”, regioni dell’universo dove nulla può sfuggire.

Roger Penrose, Andrea Geis e Reinhard Genzel.  EFE/EPA/PAP/UCLA/MPE
Roger Penrose, Andrea Geis e Reinhard Genzel. EFE/EPA/PAP/UCLA/MPE

La medicina ha dato il via alla stagione dei Nobel 2021 lunedì premiando due americani il cui lavoro ha spianato la strada alla lotta al dolore cronico.

L’ungherese Katalin Kariko e l’americano Drew Weissman, pionieri dei vaccini con RNA messaggero, che erano tra i favoriti, avranno una seconda possibilità mercoledì con un premio per la chimica.

Annuncio del premio Nobel per la medicina (Reuters)
Annuncio del premio Nobel per la medicina (Reuters)

Uno dei più attesi dal pubblico. Il Premio per la Letteratura sarà annunciato giovedì dall’Accademia Svedese e il Premio per la Pace sarà annunciato venerdì a Oslo. In termini di diversità, la letteratura ricompenserà i non occidentali per la prima volta in quasi 10 anni?

Quest’anno l’iniziativa per la pace è particolarmente aperta e una delle organizzazioni preferite per difendere la libertà di stampa o l’opposizione bielorussa è Svetlana Tikhanovskaya.

Il nuovo Premio per l’Economia chiuderà la stagione lunedì.

Tutti i Premi Nobel seguono un processo elettorale simile: scienziati, accademici o professori universitari nominano i loro candidati e i vari comitati Nobel creano diverse schermate per selezionare il vincitore oi vincitori, fino a tre schermate per ogni premio. E hanno lo stesso omaggio finanziario, quest’anno 10 milioni di corone svedesi (980.000 euro, 1,1 milioni di dollari).

READ  Persecuzione in Nicaragua: il regime ha arrestato altri quattro dissidenti, tra cui due ex combattenti sandinisti.

Non ci sono chiare preferenze nel Premio Letteratura e Pace

I due premi Nobel che ogni anno generano più aspettative, Letteratura e Pace, vengono presentati questa volta senza chiare preferenze nei gruppi precedenti.

Così, per la letteratura, sono apparsi negli ultimi anni i classici della speculazione, come il giapponese Haruki Murakami, il keniano Ngogi wa Thiongo e il Guadalupan Maris Konde.

Tra coloro che sono succeduti al poeta americano Louis Gluck nella lista dei premi ci sono anche la canadese Anne Carson, la scrittrice connazionale Margaret Atwood e la scrittrice russa Lyudmila Ulitskaya.

I gruppi del Premio Nobel per la pace, assegnati lo scorso anno al Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite, sono dominati da candidati associati alla difesa dei giornalisti, alle questioni ambientali e sanitarie.

Comitato per la protezione dei giornalisti, Reporter senza frontiere, l’Organizzazione mondiale della sanità, la Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici e l’attivista ambientale svedese Greta Thunberg sono alcuni dei nomi che vinceranno questo prestigioso premio.

Solo il 6% dei vincitori sono donne

Dal fallimento della prima edizione dei premi nel 1901, i Nobel – abbandonati in 49 occasioni – fino al 2020 hanno riconosciuto 930 persone e 25 organizzazioni, a volte più volte, come il Comitato Internazionale della Croce Rossa, il biochimico americano Linus Pauling O Marie Curie.

Curie vinse la fisica nel 1903, la condivise con suo marito, Pierre e Henri Becquerel, e la chimica da sola nel 1911, una rarità nella lista dei premi Nobel, con le donne che giocavano un ruolo marginale.

Solo il 6% di tutti i vincitori sono donne (57 in totale) e circa la metà (28) è stata inserita negli ultimi due decenni.

READ  Bolivia, Croazia Macri

Nell’ultima edizione i vincitori sono stati quattro: l’americana Andrea Geese (fisica), la sua connazionale Jennifer A. Doudna e il francese Emmanuel Charpentier (chimica), e l’americana Louise Gluck (letteratura).

(con informazioni dall’AFP e dall’EFE)

Continuare a leggere: