Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il trasferimento sblocca un periodo di assistenza di 20 milioni di euro dal Marine Environmental Stimulus

Il trasferimento sblocca un periodo di assistenza di 20 milioni di euro dal Marine Environmental Stimulus

Madrid, 31 marzo (stampa europea) –

Sabato il Ministero dei Trasporti, della Mobilità e dell’Agenda Urbana aprirà il periodo per la richiesta di assistenza al primo bando del Programma Incentivi Ambientali Marini per vettori, spedizionieri e operatori del trasporto che hanno integrato nelle proprie rotte la rotta marittima in alternativa alla strada per un importo di 20 milioni di euro.

L’incentivo ambientale può essere richiesto fino al 30 giugno 2023. I potenziali beneficiari devono aver imbarcato, tra il 20 settembre 2022 e il 31 marzo 2023, i propri semirimorchi, rimorchi o mezzi pesanti su un Ro-Ro, Con-Ro , o Ro-V. La tariffa, invece di utilizzare la strada esclusivamente per trasportare le merci alla loro destinazione finale su rotte qualificate stabilite con compagnie di navigazione che collaborano con il programma.

I servizi offshore idonei sono stati operati dalle compagnie di navigazione Brittany Ferries, Suardiaz Atlántica, Flota Suardiaz, CLD Roro, Grimaldi Euromed SpA e Finnlines Oyj, selezionate come entità cooperanti nel 2022.

Le rotte presentate da queste compagnie di navigazione e approvate dal Ministero attraversano il Mar Mediterraneo e l’arco Atlantico, collegano i porti spagnoli con i porti di un altro Stato membro dell’UE e rappresentano un’alternativa alla rotta corrispondente rotta, anche se comporta l’attraversamento di canali o stretti .

In particolare, i servizi qualificati partono dai porti di Barcellona, ​​Bilbao, Valencia, Sagunto, Santander e Vigo verso porti situati in altri paesi dell’UE come Italia, Irlanda, Finlandia, Belgio e Francia.

Verrà addebitato un incentivo o sussidio ambientale per unità spedita e viaggio, calcolato sulla base dei risparmi sui costi esterni (gas serra, inquinamento atmosferico, congestione, incidenti e rumore) generati all’interno della Spagna utilizzando la rotta di crociera e la riduzione dei traffico di autocarri in autostrada.

READ  L'economia globale e le fonti di energia

Il governo sta già preparando il secondo bando del programma per il periodo 2023-2024, al quale parteciperanno nuovamente come soggetti collaboratori le sei compagnie di navigazione che lo hanno fatto nel primo.