Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il secondo incontro tra la Commissione per la disoccupazione e il governo nazionale si è concluso nuovamente senza accordi

Panoramica del programma tra la Commissione nazionale per la disoccupazione e il governo nazionale in una riunione di domenica 16 maggio (2)

La commissione per la disoccupazione e il governo colombiano si sono incontrati due volte per cercare di raggiungere un consenso, ma ciò non è stato possibile. I leader sindacali e gli studenti hanno affermato che “non c’è simpatia da parte del governo” ed è per questo che il dialogo non è proseguito. Il 17 maggio hanno anche indicato che il governo non è disposto a tener conto delle loro richieste, anzi, sono determinati a continuare a militarizzare le città per contenere il malcontento sociale.

Oggi stavamo aspettando una risposta alle nostre richieste di garanzie di protesta, in modo da poter avviare i negoziati, e il governo ha detto no a tutto, anche in vari casi a cui non si riferiva. La vera risposta che abbiamo ricevuto oggi è stata la brutale violenze della polizia esplose dalla scorsa notte a Yumbo (Valle) Del Cauca) con almeno due omicidi, 24 feriti e 18 sparizioni.Il comitato ha detto in un comunicato stampa.

I leader dello sciopero sono sconvolti perché, durante il loro incontro con i funzionari del governo, in particolare con l’Alto Commissario per la Pace, Miguel Ceballos, che guida il dialogo, il presidente Ivan Duque si è rivolto ai colombiani e ha ordinato lo “spiegamento delle forze generali”. Il comitato afferma che questo è tradimento e dimostra che non ci sono garanzie per raggiungere un consenso.

Durante quel discorso, Duque ha assicurato che stava lavorando con l’intero gabinetto, governatori e sindaci del paese per essere in grado di ideare strategie che permettessero di revocare il blocco. Ha detto di aver istituito punti di comando unificati (PMU) e, in collaborazione con la polizia nazionale, la squadra mobile di controllo antisommossa (ASEMAD) e l’esercito nazionale, hanno monitorato ogni punto di follow-up.

READ  'Più di 13 anni stanno urlando che i nostri figli non sono combattenti e finalmente l'abbiamo sentito dalla loro bocca': le madri delle vittime dei falsi positivi di Santos

Per quanto riguarda le cause dell’assedio, il Presidente ha affermato che questo blocco è promosso da criminali con un interesse criminale “Afflitto e sabotato.”

Per la Commissione per la disoccupazione, questa è una procedura chiara in quanto Doki cerca solo di aprire strade ma non arriva a un accordo equo e, soprattutto, che è stato rispettato. Ha osservato che il governo non ha riconosciuto la gravità delle denunce di polizia e repressione militare dal 28 aprile, quando è iniziato lo sciopero.

Il governo nazionale non riconosce la gravità e le dimensioni della violenza di Stato contro i manifestanti. Non riconosce i casi denunciati dalle organizzazioni per i diritti umani. E la cosa più pericolosa nei numeri del governo è la discrepanza tra danni alle cose e danni alle persone “.Leggi la dichiarazione della commissione di disoccupazione.

Prima dell’annuncio, l’Alto Commissario Ceballos ha affermato di sperare che la Commissione per la disoccupazione respinga gli embarghi e chieda la loro rimozione.

Buonasera a tutti i manifestanti del Paese, compresa la Commissione nazionale contro la disoccupazione. Oggi vi chiediamo di esprimere esplicitamente la vostra condanna dell’assedio e dell’uso della violenza nelle manifestazioni “, Ceballos ha detto.

Inoltre, ha chiesto che un nuovo incontro intersettoriale si tenga giovedì prossimo, 20 maggio alle 7:00 presso la sede di Compensar, Bogotá. Questo incontro, secondo Sibayos, sarà nuovamente accompagnato dal rappresentante della Colombia alle Nazioni Unite, Carlos Ruiz, e da monsignor Hector Fabio Henao, delegato della Chiesa cattolica, che si sono offerti di accompagnare l’operazione in qualità di osservatore neutrale.

Mentre entrambi i settori sono riusciti a raggiungere un accordo, la Commissione per la disoccupazione ha chiesto un altro giorno di proteste in tutto il paese mercoledì 19 maggio. Ha anche sottolineato che continuerà a coordinare i corridoi umanitari per evitare carenze di cibo e medicine.

READ  Progressi negli Stati Uniti: le persone vaccinate potranno stare all'aperto senza sottogola

Continuare a leggere: