Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il primo taxi volante italiano con equipaggio effettua il suo primo test di volo

ROMA, 6 ott Il primo taxi volante italiano con equipaggio ha preso il volo oggi nel suo primo test ufficiale su Roma, un anno dopo la consegna del prototipo di decollo e atterraggio verticale, e può collegare il centro della capitale con l’aeroporto di Fiumicino in 20 minuti. .

Il Volocopter, un aerotaxi elettrico a emissioni zero progettato per i voli passeggeri ad alta velocità, ha volato a una velocità di 40 chilometri orari a una quota di 40 metri per cinque minuti, spiegano gli organizzatori dell’iniziativa, Atlantia, Urbanway e Airports in una dichiarazione. .

Roma sarà una delle prime capitali a lanciare questo nuovo metodo di trasporto, e comincerà a volare nel 2024, in vista del Giubileo nella Capitale nel 2025 e per promuovere la candidatura all’Expo Internazionale del 2030.

“L’evento di oggi rappresenta una pietra miliare significativa nel nostro viaggio come pionieri nella sperimentazione e nell’implementazione della mobilità aerea avanzata in Italia e nel nostro ruolo nel rendere il trasporto urbano più sostenibile e fluido”, ha affermato Marco Troncone, CEO di Rome Airports.

Fiumicino ha presentato il primo vertiport del Paese, una pista di atterraggio verticale per questa tipologia di veicoli, progettata per condurre prove di vario tipo per il volo e le operazioni a terra.

L’infrastruttura dell’aeroporto si estende su un’area di circa 5.500 mq, dimensionata per garantire la compatibilità con i principali veicoli verticali di decollo e atterraggio (abbreviati in VTOL in inglese).

Dal canto suo, il presidente di Atlantia Giampiro Masolo ha indicato che “aprendo il servizio al pubblico a Fiumicino, lo amplieremo agli altri aeroporti in cui abbiamo investito entro il 2024”.

npo/ccg/crf

(fotografia)