Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il piano liberale di mettere in vendita i club  Miley, Macri e i loro partner sono ossessionati dal rompere ciò che funziona nel perseguimento della redditività (altrui).

Il piano liberale di mettere in vendita i club Miley, Macri e i loro partner sono ossessionati dal rompere ciò che funziona nel perseguimento della redditività (altrui).

La fame del mercato deve essere soddisfatta e il governo di Javier Miley se la sta dando da mangiare. Sono in vendita aziende pubbliche, terreni pubblici nelle zone di confine, falde acquifere, depositi e un sistema pensionistico, nonché squadre di calcio. Poco importa che queste ultime siano associazioni civili senza scopo di lucro che non costituiscono parte del patrimonio dello Stato. Nemmeno i suoi proprietari, i soci, sono stati consultati. Al contrario, si tenta di imporre loro una personalità giuridica che la maggioranza rifiuta. Il presidente e i funzionari da lui delegati per l'iniziativa di privatizzazione sono buoni allievi di Roberto Dromey, ex ministro dei Lavori e dei Servizi Pubblici sotto Carlos Menem. La sua frase entrata nella storia nel pieno dei rituali di privatizzazione degli anni Novanta: “Niente di ciò che dovrebbe essere di proprietà dello Stato rimarrà nelle mani dello Stato”. Il fallimento del suo periodo vivo Ora tra fumare Dagli incantatori di serpenti, alla strada tracciata da Mauricio Macri e dai suoi aguzzini, fino ai gruppi economici di dubbia provenienza in fila per mangiare il loro boccone. La parola chiave per capire cosa sta succedendo si chiama triste. Abbreviazione di Le società per azioni sportive.

Nel caso indipendenteIl presunto interesse a sottrarlo al City Group – che controlla tredici club nel mondo, primo fra tutti il ​​Manchester City, guidato da Pep Guardiola – e la mediazione Sergio Con Agüero Con l'incoraggiamento di Miley, hanno fissato saldamente il tema sin dall'estate. Ciò significa che esiste un interesse specifico per il socio di maggioranza della holding, Abu Dhabi Uniti? non esattamente. È stato Prova il palloncino È indubbiamente legato all’appartenenza politica Javier Grintiti, presidente del club, attivista PRO ed ex sindaco di Lanús. Anche Aguero simpatizza con Miley e, per completare il triangolo dei legami politici, l'allenatore Carlos Tevez è un amico ed è stato partner di Macri nei parchi eolici.

Nestor Grindetti, il primo tifoso dei SAD.

La tattica di mini-proselitismo del “ramo che si ferma, il ramo che chiude” applicata alle ferrovie è stata aggiornata per essere utilizzata contro le comunità civiche no-profit che compongono il nostro mondo calcistico. “Un club in debito o sull'orlo della bancarotta, un club che potrebbe essere spazzato via”, sarebbe il linguaggio dell'epoca che rifiorisce oggi. Anche se lo scenario non è più lo stesso. Ci sono sempre stati club soffocati da alti tassi di interesse o passività. Ma siamo ancora lontani dal 2004, quando 26 dei 62 giocatori che militavano nelle tre categorie professionistiche della Federcalcio argentina erano in fallimento.

Squadra TRISTE

In pratica, c'è un'osmosi di lavoro di squadra per eseguire la consegna pianificata al mercato e ai suoi trader. Daniele Scioli, ministro del Turismo, dell'Ambiente e dello Sport, è un politico trasversale come non mai e ora è diviso sulla questione. Rappresentante del liberalismo nazionale Giuliana Santillansta lavorando allo sviluppo di un nuovo progetto di legge destinato alla discussione al Congresso. Guillermo Tovoni Si tratta di un match agent della FIFA che facilita i contatti all'estero con potenziali interessati all'acquisto di club argentini. L'ex arbitro e rappresentante nazionale del Macrista Ettore Baldassi Ha presentato un'altra bozza sul SAD che è entrata alla Camera dei Rappresentanti alla fine di dicembre 2023, composta da 15 pagine e 32 articoli. I quattro si sono incontrati negli uffici di Seoulli, Fai una foto Per andare oltre l'incontro aspettavano gli investitori interessati al banchetto calcistico argentino. Anche se una squadra c'era già davanti a tutti e non era il gruppo City.

READ  La cruda analisi del medico del Boca dopo l'infortunio di Blundell e il 18esimo strappo del legamento in tre mesi: "Non vedo una via d'uscita rapida".

Nicola Maya È un economista colombiano che vive a Miami, e il 7 febbraio ha incontrato Cioli e Santillan all'Alvear Hotel. Rappresenta negli Stati Uniti il ​​777 Partners Group, che possiede club in tre continenti. Ha detto che ha circa 400 milioni di dollari da investire, di cui ha già investito una grande percentuale nell'acquisto del 70% della società. Il brasiliano Vasco da GamaLa squadra è guidata dall'ex allenatore del River Ramon Diaz.

Daniele Cioli e la deputata Juliana Santillan, insieme agli imprenditori Guillermo Toffoni e Nicolas Maia.

Oltre al club di Rio de Janeiro. Il fondo acquisirà l'Everton dalla Premier League inglese nel 2023Ha mantenuto il 94,1% delle sue azioni. Il suo portafoglio si completa con istituzioni europee di particolare importanza in Europa come Siviglia dalla Spagna, Genova dall’Italia, Standard Liegi dal Belgio, In proporzioni diverse. Ma si è avventurato anche nella terza divisione francese per restare con la squadra Stella Rossa Parigiè stato inserito nella società della classe operaia, con una base di fan ribelle che ha risposto alle proteste per la messa a terra del 777 nel 2022. Il suo investimento più insolito è Vittoria dell'Australia MelbourneIl gruppo possiede anche una compagnia aerea. Non è un caso che Maya abbia chiesto a Tuvoni, quando era a Buenos Aires, informazioni sul mercato aeronautico locale.

Tutti gli Holding Club hanno perso diversi milioni di euro e dollari nella stagione 2021-2022. Acquistò Vasco quando era a B.C. Ma a metà dello scorso anno aveva già ricevuto denunce davanti alla FIFA per non aver regolato i passaggi di due calciatori: l'uruguaiano Jose Luis Rodriguez e l'argentino Manuel Capasso, dell'Atletico Tucuman. Tuvoni si chiede chi si farà carico degli obblighi dei club in caso arrivino capitali esteri. Ma nulla viene detto riguardo alle passività che potrebbero essere generate dai nuovi proprietari.

Inoltre, dice Pagina 12 che “l'investimento iniziale si vedrà subito” e che “anche la FIFA sostiene il SAD”. La sostenibilità del progetto, commenta, passerà attraverso la “protezione del capitale degli investitori” e il rispetto “della storia dei club rappresentata dalla maglia, dallo scudetto e dal nome degli stadi, che non può essere cambiato”. Mostra anche che i gruppi interessati, che non sono molti, “Stanno aspettando che l’opzione SAD emerga secondo la legge e non attraverso il DNU”.

Il progetto incluso nel radicale decreto di Miley che consente ai club di scegliere se vogliono trasformarsi in società per azioni o meno è stato sospeso da una sentenza di un giudice federale per Mercedes, che ha accettato la protezione dell'AFC e della lega nazionale. Questa momentanea battuta d'arresto non ha impedito all'ingegneria aziendale di continuare e di tentare di approvarla al Congresso. La rappresentante Santillan durante il suo colloquio con Tuvoni informazione“Gestiamo le emozioni, ma non sappiamo come gestirle”, ha commentato. Non controlliamo la passione che muove gli argentini, la rendiamo incompleta, la rendiamo inefficace. La parola che si applica a tutte le normative, così come alla visione del presidente quando agisce su questo tema, è efficienza”. Efficienza che SA non garantisce solo in ragione del suo ordinamento giuridico. È installato.

READ  Rousseau e Pavon sono i migliori della squadra

Pessimo lavoro

Ci sono molti esempi negativi in ​​Argentina: Mandio de Correntes, che militava per otto anni in Primera Division ed era allenato da Diego Maradona, scomparve nel 1995. Dai campionati AFC passò a giocare nella Corentina League e oggi ha un altro nome, anche se simile: Club Social y Deportivo Textil Mandiyu. . Il gruppo Excel passa da Quilmes A partire dalla stagione 2000-2001 sotto la gestione, si è conclusa con un triste fallimento. Ha lasciato il club quando ha capito che avrebbe perso.

Ma il caso più ricordato è uno Blanquiceleste SA, che ha acquisito Racing dopo il fallimento. È diventato campione nel 2001 dopo 35 anni di siccità di titoli nazionali. Sebbene l'azienda sia guidata da un imprenditore Fernando Marino È fallita nel 2008, dopo sette anni e mezzo di attività.

Il manager Blanquiceleste SA ha lasciato brutti ricordi al Racing.

L'aspetto meno entusiasmante di quell'esperienza fu… La Società Ombra con Muhammad Hussein Al-Amoudi. Uno sceicco miliardario etiope, della Elmtree Investment Company Limited, registrata nelle Isole Vergini britanniche, possiede una quota di maggioranza di Blanquiceleste SA, insieme ad un'altra società per azioni con sede in Europa: Bergo Anstalt, registrata in Liechtenstein. Il Club Avellaneda era controllato da questi due paradisi fiscali. I partner lo recuperarono anni dopo.

Il fallimento non è nella persona di un uomo d'affari Fernando De Tommaso, il suo ultimo proprietario, è stato invitato a pagare le spese non pagate da due avvocati. Uno di loro era l'attuale ministro della Giustizia, Mariano Cuneo Libarona, che all'epoca era rappresentante della razza come società civile.

Al momento, spiega Tovoni, non ci sono investitori argentini interessati all'acquisto dei club. si C'è Un dipartimento un po' segreto in Difesa, Giustizia, Ristra e San MiguelPer, tra le altre cose. Ma se 777 Partners troverà interessante investire nel calcio argentino, il club che verrà eletto – a condizione che i membri votino a favore della modifica dello statuto – dovrà conoscere in seguito la storia di questo gruppo. Articolo da Washington Post Intitolato “Come la società di private equity che ha acquistato l'Everton ha costruito la propria attività”. Nel titolo del libro Al-Mussahab del giornalista Albert Samaha, pubblicato il 29 settembre 2023, si legge: “Prima di acquistare squadre di calcio in tutto il mondo, 777 Partners è stato accusato di aver utilizzato pratiche finanziarie predatorie”.

READ  Propaganda Bartali e Mussolini

Il multiproprietà di molti club nelle mani di poche mani, ad esempio i due soci fondatori di questo gruppo, gli americani Joshua C. Wonder e Stephen W. Pascoe, è un punto di conflitto che deve essere risolto. Come si sentirebbero i tifosi dell'Independiente, o di qualsiasi altro club argentino, se entrassero a far parte di una squadra gestita da Miami o da un altro paradiso fiscale? Sicuramente come i tifosi della Stella Rossa francese che si ribellarono alla vendita dello storico club – il quarto club più antico di Francia – fondato da Jules Rimet, promotore della finale della Coppa del Mondo FIFA, nel 1897.

Un altro club francese è membro Troia, La pensano più o meno allo stesso modo perché il club è fermo in seconda divisione e potrebbe essere retrocesso in terza divisione. Acquisita da City Group e aggiunta al suo portafoglio: Manchester City, New York City, Melbourne City, Yokohama F. Marinos, Montevideo City Turk, Girona della Spagna e Sichuan Jiunu della Cina.

Controversia sul calcio

In Argentina, la lobby del SAD avanza e i suoi sostenitori mettono alcuni simboli su alcuni leader, ad es Andrés El Fassigià capo del Talleres de Córdoba Juan Sebastian VerónÈ stato rieletto per la terza volta all'Estudiantes. “Oggi a muovere il mercato non sono più le istituzioni, ma i gruppi”, diceva l’anno scorso. Il deputato Santillan ha dedicato un post al presidente del club La Plata: “Avanti, streghetta!”, lo vede un'altra persona. “Juan Sebastian Veron ha assunto l'incarico all'Estudiantes e ha parlato delle società sportive coinvolte”. Si è parlato infatti di un sistema misto, simile alla Bundesliga. “Credo che la nostra casa fosse troppo piccola per noi Il tema SAD è trendy, ho parlato di qualcosa di misto, non poniamo limiti”, ha spiegato senza preconcetti.

Il conflitto tra il senso di appartenenza e la paura dello sradicamento, tra la specificità del nostro calcio e le preferenze del partito SAD, tra la storia ultracentenaria dei club e i loro potenziali nuovi proprietari, va oltre le aspettative inerenti ad un proficuo Attività commerciale. Ciò ha alimentato il governo libertario.

È una battaglia per la soggettività del membro medio o del tifoso, una guerra dichiarata contro il cuore della nostra cultura sportiva e contro le istituzioni che gli argentini sentono come la loro casa.

Ma c’è un’altra attrazione per gli investitori stranieri. “Se compreranno un terreno per coltivare la soia, dovranno contare sui miei servizi”, dice l'imprenditore Tovoni, che prevede di organizzare un forum a Buenos Aires per attirare capitali se il Congresso approverà la legge. A questo aspirano Macri, Cioli, Santillan, Baldassi e l'ex portiere delle giovanili del Chacarita, divenuto presidente dell'Argentina. L’insaziabilità dell’estrema destra si preoccupa solo di rilanciare le imprese mentre la gente non riesce nemmeno a pagare un autobus.

[email protected]