Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il movimento indipendentista William Lai fu eletto presidente di Taiwan

Il movimento indipendentista William Lai fu eletto presidente di Taiwan

Lai Ching-te, presidente di Taiwan eletto dal Partito Democratico Progressista al potere. Reuters/An Wang

Lui Candidato presidenziale per il Partito Democratico Progressista al potere, William Lai (Lai Ching Te)nettamente in vantaggio nello spoglio dei voti di sabato, dove è stato eletto Il nuovo presidente di TaiwanDopo che la Cina aveva avvertito che la sua elezione avrebbe portato alla “guerra e al declino” dell’isola autonoma.

Lai ha vinto le elezioni presidenziali con il 40,2% dei voti, mentre i suoi due rivali hanno ammesso la sconfitta davanti ai propri sostenitori.

I risultati sono stati conteggiati nel 98% dei seggi elettorali in tutta l'isola, secondo i dati diffusi dal centro Commissione elettorale centraleIl che dimostra che il principale avversario Lai, Al secondo posto si è piazzato Ho Yu-A con il 33,4% dei voti.

Pechino ha in passato criticato Lai, l'attuale vicepresidente, definendolo un pericoloso “separatista” e, alla vigilia del voto, il ministero della Difesa cinese ha promesso di “schiacciare” qualsiasi passo verso l'indipendenza di Taiwan.

La Cina comunista rivendica come propria la democratica Taiwan, separata dalla terraferma da uno stretto di 180 chilometri. Dice che non escluderebbe l’uso della forza per raggiungere “l’unificazione”, anche se il conflitto non è imminente.

Lai, del Partito democratico progressista, ha finora ottenuto il 41,6% dei voti, secondo i dati ufficiali diffusi dalla Commissione elettorale centrale di Taiwan.

READ  La deforestazione amazzonica è diminuita del 22% nel primo bilancio annuale da quando Lula è tornato al potere

Il suo concorrente più vicino, Lui UAAl secondo posto si è piazzato il partito d'opposizione Kuomintang.

Quasi 20 milioni di persone avevano diritto di voto e l'affluenza alle urne non è stata ancora annunciata.

I risultati completi sono attesi prima della fine della notte, con Pechino e Washington, il principale partner militare di Taiwan, che monitorano da vicino l'esito, mentre le due superpotenze combattono per l'influenza nella regione strategicamente vitale.

Ho Yu-ae, candidato alla presidenza del principale partito d'opposizione, il Kuomintang (KMT). Reuters/Carlos Garcia Rollins

Lai, 64 anni, ha condotto una forte campagna elettorale come sostenitore dello stile di vita democratico di Taiwan.

“Questa è la democrazia conquistata a fatica da Taiwan. Dovremmo tutti valorizzare la nostra democrazia e votare con entusiasmo”.Lai ha detto ai giornalisti mentre votava nella palestra della scuola nella città meridionale di Tainan.

Hu, 66 anni, del Kuomintang, è favorevole a relazioni più calde con la Cina e accusa il Partito democratico progressista di inimicarsi Pechino con la sua posizione secondo cui Taiwan è “veramente indipendente”.

Il KMT ha affermato che promuoverà la prosperità economica mantenendo forti relazioni con i partner internazionali, tra cui… stato unito.

“Spero che, non importa quanto turbolento sia il processo elettorale, tutti si uniranno dopo le elezioni per affrontare il futuro di Taiwan”, ha detto Hu ai giornalisti dopo il voto a Nuova Taipei City.

La corsa ha visto anche l'ascesa del populista Partito popolare di Taiwan, il cui leader Ko Wen-jei ha ottenuto sostegno con un'offerta anti-establishment di una “terza via” per uscire dall'impasse tra i due partiti.

READ  Un uomo apre il fuoco in una metropolitana di New York, ferendone 16 | La sparatoria a Brooklyn non è stata indagata come atto di terrorismo

Nei seggi elettorali dei tre partiti, i loro sostenitori hanno aspettato mentre i seggi elettorali in tutta l’isola contavano manualmente i voti.

Lo studente universitario Su, sostenitore del DPP, ha detto che spera che un giorno il mondo riconosca Taiwan come paese.

“Se scoppia la guerra, indipendentemente da chi eleggiamo, eleggere il DPP può almeno mostrare al mondo che non siamo stati noi ad eleggere la Cina”, ha affermato, monitorando da vicino i cambiamenti nei numeri dei conteggi.

Si trova presso un'importante porta marittima che collega… Mar Cinese Meridionale Taiwan, al confine con l’Oceano Pacifico, ospita una solida industria dei semiconduttori che produce preziosi microchip, la linfa vitale dell’economia globale che fa muovere tutto, dagli smartphone alle automobili ai razzi.

Negli ultimi anni la Cina ha aumentato la pressione militare su Taiwan, il che ha occasionalmente sollevato preoccupazioni su una possibile invasione.

presidente cinese, Xi Jinping, In un recente discorso di Capodanno, ha affermato che “l’unificazione” di Taiwan con la Cina è “inevitabile”.

Il presidente cinese Xi Jinping, che è anche segretario generale del Comitato centrale del Partito comunista cinese e presidente della Commissione militare centrale. Europa Stampa/Contatti/Li Shuren

Mentre gli elettori votavano attraverso lo Stretto, i giornalisti dell’AFP hanno avvistato un aereo da caccia nel cielo sopra l’isola di Pingtan, il punto della Cina più vicino all’isola principale di Taiwan.

L'hashtag “Elezioni di Taiwan” era una delle principali tendenze sulla piattaforma di social media cinese Weibo prima che fosse bandito intorno alle 9:45 (01:45 GMT).

Aerei da combattimento e navi da guerra cinesi scansionano le difese di Taiwan quasi ogni giorno e negli ultimi anni Pechino ha organizzato massicce esercitazioni di guerra, simulando un blocco dell’isola e inviando missili nelle acque circostanti.

READ  Papa Francesco ha condannato l'assassinio di Fernando Villavicencio: "L'Ecuador deve unirsi in uno sforzo comune per la pace".

L'esercito cinese ha dichiarato la notte prima delle elezioni che “prenderà tutte le misure necessarie per schiacciare con la forza i tentativi di 'indipendenza di Taiwan' in tutte le loro forme”.

Segretario di Stato americano, Anthony BlinkenHa incontrato un alto funzionario cinese a Washington poche ore prima del voto e ha sottolineato l'importanza di “mantenere la pace e la stabilità” nello Stretto di Taiwan.

Secondo la legge taiwanese, il pres Tsai Ing-wen Non può ricandidarsi perché ha scontato due mandati massimi di quattro anni ciascuno.

Oltre al presidente, gli elettori eleggono anche i legislatori nel Consiglio legislativo di Taiwan, composto da 113 seggi.

(Informazioni dell'Agence France-Presse)