Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il ministro degli Interni francese promette di aiutare l’Italia a “controllare i suoi confini”.

Il ministro degli Interni francese promette di aiutare l’Italia a “controllare i suoi confini”.

Il ministro degli Interni francese Gérald Dormanin si è recato in Italia questo lunedì per discutere come aiutare il governo del paese a controllare la frontiera per prevenire l’afflusso di migranti.

EhiFermare la valanga di immigrati a Lampedusa e accelerare l’espulsione dei clandestini. Lo ha ribadito il ministro dell’Interno francese Gérald Dormanin, che lunedì si è recato in Italia per incontrare il suo omologo italiano, Matteo Piandedossi. La volontà della Francia di aiutare l’Italia a controllare il suo confine Ed evitare visite irregolari. Da parte sua, l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati mette fine ai discorsi politici.

Pubblicità

“È diventato così politicizzato che i politici vogliono soluzioni scorciatoie, slogan del tipo ‘siamo al limite’. Non accadrà così. Dobbiamo spiegare al pubblico. Sono questioni complesse che richiedono tempo., risorse e varie soluzioni, ma è l’unica strada. A proposito, è possibile. Nessuna invasione. “Non è un disastro. Si può fare, ma i paesi devono lavorare insiemeLo dice l’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati Filippo Grandi.

Dharman ha promesso in TV L’obiettivo è accelerare l’espulsione degli arrivi irregolari verso i loro paesi e nessun diritto di asilo. “Li accogliamo solo se rispettano le regole sull’asilo e se non sono perseguitati. Ma se si tratta di immigrazione irregolare, La Francia non può accoglierli, e nemmeno gli altri paesi.“, ha insistito il ministro quando gli è stato chiesto delle persone arrivate a Lampedusa negli ultimi giorni.

Tuttavia, alcuni colleghi di Parigi non hanno condivisoUna presa di posizione dura da parte del ministro degli Interni francese. Il ministro degli Esteri Catherine Colonna promette che la Francia parteciperà alla ridistribuzione dei migranti tra i paesi dell’Unione.

READ  Un altro colombiano guiderà la sua squadra al Giro d'Italia: è ufficiale