Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I prodotti senza fumo Philip Morris raggiungeranno 71 mercati nel 2021

Philip Morris International continua a guidare l’espansione geografica dei suoi prodotti senza fumo, con l’obiettivo di essere in 100 mercati entro il 2025. Secondo i risultati del quarto trimestre dell’azienda e dell’intero 2021 degli utili globali, al 31 dicembre 2021 i prodotti gratuiti sono in 71 mercati.

“Stiamo compiendo rapidi progressi verso la realizzazione della nostra ambizione di sostituire le sigarette con prodotti non fumatori basati sulla scienza il più rapidamente possibile. Con il sostegno adeguato della società civile e dei governi, in alcuni paesi, il Direttore Generale di Philip Morris nella Repubblica Dominicana e il Caribbean spiega Roberto Yunin, Direttore Generale di Philip Morris, che questo avviene entro 10-15 anni.

Ciò significa che il cambiamento può avvenire più rapidamente se le tradizionali misure di controllo del tabacco sono integrate da misure volte a incoraggiare lo sviluppo, la commercializzazione e l’adozione di alternative meno dannose alle sigarette. Incoraggiamo tutti coloro che hanno un ruolo nella società, nella salute pubblica e nel processo decisionale a considerare le prove crescenti e ad abbracciare il potere dell’innovazione, della scienza e della tecnologia a beneficio delle persone che fumano e di coloro che fumano. Si preoccupano per loro”, ha commentato Yunin.

Nell’ultimo trimestre, la società ha lanciato IQOS in Marocco e Tunisia. Ciò porta il numero totale di mercati in cui sono disponibili per la vendita prodotti PMI senza fumo a 71, di cui 30 sono nei mercati a basso e medio reddito, come la Repubblica Dominicana.

L’azienda evidenzia inoltre il grande successo del lancio di IQOS Iluma in Giappone e Svizzera, con ottime performance di vendita e feedback dei consumatori; Risultati promettenti di IQOS VEEV nei mercati di Italia e Repubblica Ceca, con quote di consumo a doppia cifra per unità a sistema chiuso; Con rapidi progressi evidenti anche in Croazia entro tre mesi dal lancio.

IQOS / prodotti senza fumo nella Repubblica Dominicana

Nella Repubblica Dominicana, circa 20.000 fumatori maschi e femmine sono passati ai prodotti senza fumo dell’azienda e poi hanno smesso, afferma Roberto Yunin. “C’è un vero slancio dietro un cambiamento positivo. È tempo che tutti incoraggiamo l’adozione di più prodotti che non bruciano tabacco e sono alternative migliori alle sigarette”.

READ  Samantha Cristoforetti, lo spazio tiktoker che tornerà sulla Stazione Spaziale Internazionale

Yunin ha anche sottolineato l’impegno dell’azienda nell’incoraggiare le persone a eliminare completamente le sigarette dalle loro vite. Il messaggio dovrebbe essere chiaro: le persone che fumano nella Repubblica Dominicana devono smettere di farlo. Per coloro che non smettono, ci sono alternative molto migliori per continuare a fumare. La Repubblica Dominicana ha una reale possibilità di diventare uno dei primi paesi senza sigarette. Facciamo in modo che diventi realtà”.

Ottima performance nel 2021 a livello globale

La società ha dimostrato un eccellente utile netto organico e una crescita dell’EPS nel 2021; Riaccelerazione della performance nel quarto trimestre e crescita complessiva dei volumi nel quarto trimestre e nel 2021.

A livello globale, hanno assistito a una rinascita nella crescita degli utenti IQOS nonostante i vincoli di fornitura dei dispositivi:

• 21,2 milioni di utenti stimati di IQOS, +0,8 milioni nel quarto trimestre

• Crescita organica dei ricavi netti del 31% PVP nel 2021

• I ricavi netti senza fumo hanno superato il 30% del PMI totale nel quarto trimestre.

Evidenzia inoltre l’ottimo inizio di IQOS ILUMA in Giappone e Svizzera.

Allo stesso modo, evidenziare acquisizioni significative per supportare la crescita a lungo termine della salute e del benessere

Quarto trimestre 2021: chiusura d’anno solida

L’utile netto del quarto trimestre è cresciuto organicamente dell’8,4%. Ciò riflette un miglioramento sequenziale nell’acquisizione di utenti IQOS, il successo iniziale di ILUMA in Giappone e volumi complessivi robusti, incluso un tasso di recupero del carburante più elevato.

I volumi totali di trasporto nel quarto trimestre sono aumentati del 4,2% e del 2,2% per l’anno. Ciò indica una forte crescita continua e generalizzata delle unità di tabacco riscaldato (HTU) del +25%, o 18,9 miliardi di unità, superando comodamente il calo di 3,6 miliardi di sigarette.

READ  Paesi che vaccinano i bambini

Avanza verso un futuro senza fumo

Entrate nette: le entrate nette senza fumo hanno rappresentato oltre il 30% delle entrate totali rettificate nel quarto trimestre e il 29% per l’anno, rispetto al 24% nel 2020.

• In 10 mercati sono già oltre il 50%.

• I dispositivi IQOS rappresentano oltre il 6% del prezzo consigliato per il 2021 di 9,1 miliardi di dollari di ricavi netti, con un aumento nella seconda metà che riflette il lancio di IQOS ILUMA; Superamento dell’effetto dei limiti di visualizzazione in altre versioni di IQOS.

Volume: grazie alle impressionanti prestazioni di IQOS, le unità di riscaldamento del tabacco hanno rappresentato circa il 14% del volume totale delle spedizioni nel quarto trimestre e il 13,2% nell’anno, rispetto all’11% in tutto il 2020, all’8% nel 2019 e al 5% nel 2018.

Quota di mercato: i prodotti a base di tabacco riscaldato di PMI hanno ora una quota di mercato del 7,1%, rendendolo il terzo marchio di tabacco più grande. Ciò include il primo posto in cinque mercati e il secondo posto in altri sei mercati.

Utenti IQOS: stimiamo che ci siano circa 21,2 milioni di utenti IQOS al 31 dicembre.

• La crescita degli utenti migliorata di +0,8 milioni nel quarto trimestre riflette il modello di business resiliente dell’azienda, che le ha permesso di adeguare rapidamente i programmi e le configurazioni di consumo. Come evidenziato dalla performance di ILUMA in Giappone e Svizzera, lo slancio di fondo del marchio IQOS rimane forte.

• Si stima che il 72% di tutti gli utenti, ovvero 15,3 milioni di fumatori adulti, sia passato a IQOS e abbia smesso, mentre il resto si trova in vari stadi di conversione.

READ  Quattro benefici di questo agrume per la tua salute

Investi nel benessere e nell’assistenza sanitaria per una crescita a lungo termine

Le acquisizioni di Fertin, Vectura e OtiTopic nel 2021 forniscono una base per costruire capacità di sviluppo di prodotti orali e respiratori insieme all’esperienza esistente dell’azienda. Ciò apre opportunità per fornire gli effetti positivi delle attuali molecole di salute e benessere in modo rapido ed efficace.

Mentre PMI intende proseguire le attività CDMO delle società acquisite, il valore più importante risiede nella capacità di sviluppare e commercializzare nel tempo nuovi prodotti nei settori della salute e del benessere. Pianifica investimenti significativi in ​​ricerca e sviluppo nei prossimi anni per supportare l’obiettivo di generare entrate incrementali significative a partire da due o tre anni da oggi, perseguendo nel contempo l’obiettivo di generare almeno 1 miliardo di dollari di entrate nette da prodotti per la salute e il benessere entro il 2025 .

Continui sviluppi normativi positivi che riconoscono il potenziale di riduzione del danno degli RRP

Unione Europea: Nell’ambito del suo piano “Beat Cancer”, la commissione speciale del Parlamento europeo ha riconosciuto la riduzione del danno e l’ha presentata nella sua bozza di relazione, che sarà votata dalla plenaria la prossima settimana.

Nuova Zelanda: Il governo ha pubblicato un piano d’azione antifumo, escludendo esplicitamente i prodotti antifumo dalle misure proposte.

Inoltre, un certo numero di paesi, tra cui Polonia e Russia, hanno annunciato nuovi piani per accise pluriennali, con imposte antifumo sulle sigarette chiaramente differenziate, con l’entrata in vigore di 15 mercati a livello globale.

Esiste un numero crescente di prove scientifiche e fattuali che i prodotti senza fumo possono ridurre i rischi rispetto al fumo. Sebbene in alcuni mercati si possano prevedere sfide, continuiamo a sostenere quadri normativi e fiscali che riconoscono questa opportunità critica per ridurre i danni.