Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I Mondiali di kick boxing iniziano in Italia – Il Sol de Cuernavaca

Morelos Maximiliano Sanchez Salazar ha perso il suo primo incontro contro il serbo Cestic Mladen all’inizio del campionato mondiale di kick boxing a Jesolo, in Italia.

Il nativo di Cuautla ha fatto una bella lotta, ma non è bastato per battere l’europeo che ha vinto dopo una partita di tre turni.

La tuta è stata eseguita nel secondo dei quattro anelli installati nella zona di combattimento, all’interno dello stile Low Kick nella sezione sotto i 63 kg, per un round di 16. Ultimo.

Questa è una delle prime battaglie affrontate dalla delegazione messicana, che consisteva in un totale di 34 combattenti delle classi adulto e maestro.

In questo primo giorno sono scesi a gareggiare un totale di 19 atleti, 6 sul ring come nel caso di Max, e 13 sul tatami.

In altri combattimenti del giorno di apertura, all’interno di un tatami a livello del suolo, Paula Duke ha imposto condizioni contro la sua rivale britannica Adriana Krieger in stile Point Fighting, sotto i 55 kg, con un ampio margine.

Da parte sua, Iker Marin ha misurato la sua forza contro l’argentino Sebastian Loracci nella classe Light Contact di meno di 89 chilogrammi, dando la lotta ma alla fine si è visto uscire contro il sudamericano che lo ha chiaramente superato in statura.

Martedì, 24 combattenti messicani entreranno in azione, tra cui Fernando Manzo Avellaneda, David Betancourt e Natalia Revels di Morelos.

Fernando Manzo affronterà uno spogliarellista slovacco di nome Marc Anthony Berkowicz al Kick Light nella divisione sotto i 74 kg.

David Jezreel Betancourt Olvera affronterà il coreano Kim Wooseung nella classe K1 sotto i 67kg.

READ  Come sta il capitano dopo la brutale stiratura di Frank Fabra?

E l’unica donna di Morelos Natalia Reveles Martínez ad essere eliminata insieme alla svizzera Isabelle Hagen nella categoria Kick Light sotto i 50 kg.