Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I leader del G7 si impegnano in una transizione energetica “pulita e giusta”.

Il leader del G7 Oggi hanno espresso il loro impegno ad accelerare il passaggio a Neutralità climatica Questo è “pulito ed equo” garantendo al contempo la sicurezza energetica.

dopo l’incontro Elmaw Germania meridionale, che ospita il vertice Nadi paesi industriali Hanno sottolineato in una dichiarazione, da domenica, che l’aumento degli investimenti in infrastrutture sostenibili offre “opportunità straordinarie” per lo sviluppo economico e sociale e la creazione di posti di lavoro.

I leader hanno deciso di porre un’enfasi speciale su Riforme della politica energetica Accelerare la decarbonizzazione delle economie garantendo nel contempo l’accesso universale a un’energia accessibile e sostenibile.

Insieme ai capi di stato e di governo nel club dei paesi industrializzati che comprende Stati Uniti, Canada, Regno Unito, Giappone, Italia, Francia, Germania – Ospiti del vertice – hanno partecipato anche in Argentina, India, Indonesia, Sud Africa e Senegal.

I leader hanno deciso di esplorare le opzioni Ridurre la dipendenza dai combustibili fossili Aumentare la produzione da fonti rinnovabili e migliorare l’efficienza energetica.

In questo senso, il processo di eliminazione graduale del carbone dovrebbe avvenire in modo “socialmente e ambientalmente giusto”, hanno sottolineato, avendo riconosciuto, secondo la dichiarazione, i vantaggi di approcci come economia circolare.

Si sono inoltre impegnati a collaborare per affrontare i “potenziali impatti negativi” e per facilitare la creazione di nuove opportunità di lavoro in settori correlati energie pulite e rispettose dell’ambiente, Come ricerca e innovazione.

I leader hanno indicato che trarrebbero vantaggio dalla “sinergia” tra investimenti globali e accordi infrastrutturali e piattaforme nazionali per effettuare investimenti, inclusa la mobilitazione “su larga scala” di capitali privati.

Anche i capi di Stato e di governo del Gruppo dei Sette hanno espresso la loro disponibilità a farlo Creare accordi di cooperazione o iniziative simili con i paesi partner, seguendo il modello Accordi di cooperazione per una giusta transizione energetica (JETP).

READ  L'Europa accoglie con favore la vittoria di Macron alle elezioni presidenziali francesi

In questo senso, hanno confermato la loro intenzione di portare avanti i negoziati con Indonesia, India, Senegal e Vietnam Raggiungere accordi per sostenere le riforme delle politiche energetiche e decarbonizzare i loro sistemi energetici.

Inoltre, hanno indicato che collaboreranno con l’Argentina per raggiungere emissioni zero nel 2050.