Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I deputati concordano sul fatto che i pregiudizi su Panama devono essere infranti

La reazione è avvenuta nel bel mezzo di un vertice del Centro Democratico Internazionale, quando sull’argomento è intervenuto il presidente del partito panamense, José Blandón.

il presidente del partito panamense, José Blandón; l’ex presidente della Colombia Andres Pastrana Arango; Antonio López-Esturiz, Segretario Generale di IDC-CDIEric Marsescano | Stella panamense

Il Comitato Direttivo del Centro Democratico Internazionale (IDC-CDI) ha concluso sabato la sua visita a Panama dopo due giorni di incontri per analizzare la situazione politica in vari Paesi del mondo.

Andres Pastrana Arango, l’ex presidente della Colombia, che ha presieduto l’incontro, ha dichiarato in una conferenza stampa che sono state prese diverse decisioni importanti a livello internazionale in merito alle decisioni relative alla questione elettorale nei casi di Angola e Madagascar, nonché in il trattamento dei diritti umani in Messico ea Cuba.

Allo stesso modo, ha affermato, sono state approvate le risoluzioni sull’Iran, presentate dal segretario generale, Antonio López Estoriz, e sull’immigrazione dall’America Latina, in particolare nella foresta di Darien.

Secondo Pastrana, l’altra questione che è stata sollevata è stata la frode elettorale che si sta verificando nella regione. Per questo, ha presentato al Comitato Direttivo una proposta per creare un osservatorio elettorale in modo che l’America Latina e l’Europa possano contare su osservatori elettorali che dispongano degli strumenti necessari che consentano loro di svolgere il proprio lavoro.

Il Presidente del Partito Panaminista, José Isabel Blandón, ha sponsorizzato l’evento, dopo aver annunciato il gruppo come membro nel 2020. Vi hanno partecipato altri membri del Comitato Esecutivo e Vicepresidenti di IDC come: Janesz Jansa, ex Primo Ministro di Slovenia. Mariana Gomez del Campo, Presidente, Organizzazione Democratica Cristiana d’America; Elmar Brock dell’Unione Cristiano Democratica Tedesca; Viktor Orbán, Primo Ministro dell’Ungheria; Adalberto Costa Jr., leader dell’opposizione angolana; Andres Hernandez da Cuba, tra gli altri membri che comunicheranno online.

READ  Papa firma patto con i giovani per "economia di pace"

Oltre alla presenza di partecipanti di partiti membri provenienti da Perù, Honduras, Colombia, Cile, Repubblica Dominicana, Venezuela e altri continenti come Armenia, Madagascar, Italia, Capo Verde, Ucraina e altri.

Immigrazione e liste grigie per Panama

Blandon ha colto l’occasione per presentare la realtà del paese con la crisi dell’immigrazione di Darien e le preoccupazioni per il greylisting di Panama.

Sull’immigrazione, il leader dei Panameñistas ha indicato di essere stato chiaro sul banco dei testimoni che sebbene le popolazioni che attraversano la foresta di Darien debbano essere prese in considerazione, la questione non può essere deviata dal fatto che si tratta di un problema più profondo e che si tratta di un problema politico uno. natura.

Per quanto riguarda la lista grigia, ha affermato di aver avuto l’opportunità di parlare con i rappresentanti del partito di Spagna, Germania, Slovenia, Ungheria, Italia ed Europa che l’economia di Panama non dipende dalla vendita di società, perché la sua forza risiede nel funzionamento del canale, turismo e miniera di rame.

A seguito di questi commenti, Blandon ha riferito che “alcuni eurodeputati hanno convenuto che i pregiudizi su Panama dovrebbero essere eliminati e lo considerano non un paradiso fiscale ma una delle principali economie dell’America Latina”.

“Per noi è importante rimuovere a poco a poco tutti quei pregiudizi che esistono sull’economia panamense. Speriamo di uscire presto dalle liste grigie perché andrà a vantaggio dell’economia panamense”, ha affermato Blandon.

Man mano che i progressi procedono, il Segretario generale di IDC-CDI ha indicato il suo impegno insieme ad altri colleghi del Parlamento europeo per aiutare a ridurre quei pregiudizi dalla lista grigia dell’Unione europea (UE) intorno a Panama.

READ  La produzione economica degli ispanici negli Stati Uniti è pari alla settima al mondo

“Dobbiamo lavorare insieme per porre fine a tutto questo, per elevare la posizione geostrategica di Panama, che è anche per l’Unione Europea, non solo economica ma anche politica”, ha detto López-Esturiz.

Il ministro ha sottolineato che proprio come ha fatto il presidente Panaminista per attirare l’attenzione di alcuni eurodeputati sulla greylisting di Panama, il governo nazionale può compiere gli stessi sforzi per confrontarsi con i più attivi su questi temi, spesso eurodeputati di sinistra.

“Questo è per motivarti e lavorare affinché il buon nome di Panama, con quello spirito imprenditoriale e sociale che l’ha caratterizzato, cambi questa prospettiva nell’Unione Europea. Questo è stato uno dei risultati di cui abbiamo discusso in questo incontro”, Lopez concluso.