Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Guzmán si reca in Russia in modo sorprendente per accelerare la produzione del vaccino Sputnik V in Argentina

Il ministro Guzmán con il suo omologo francese Bruno Le Maire

Sorprendentemente, dopo aver confermato una serie di incontri, domenica il ministro dell’Economia Martin Guzman arriverà in Russia per accelerare l’iniziativa di produzione del vaccino Sputnik V in Argentina.

Lo ha detto il Palazzo delle Finanze dopo l’incontro ufficiale tenuto oggi con il ministro delle Finanze francese e il presidente del Club di Parigi.

L’ultima tappa del tour europeo sarà a Mosca, dove si unirà anche il consigliere presidenziale, Cecilia Nikolini. Ha detto in una dichiarazione che gli argomenti saranno il rapporto di cooperazione strategica e negoziati con il Fondo monetario internazionale e la produzione del quinto vaccino Sputnik in Argentina. Delegato dell’Argentina al Fondo Monetario Internazionale, Sergio Choudos, Sarebbe anche fuori gioco.

Guzmán si è incontrato venerdì a Parigi con il suo partner finanziario francese, Bruno Le Maire, E con il Direttore Generale del Tesoro e Presidente del Club di Parigi, Emmanuel Mullen“Con il quale è avanzato nel dialogo sulla rinegoziazione dei debiti dell’Argentina”, come è avvenuto con i suoi omologhi in Germania, Italia e Spagna.

Il presidente del Palacio de Hacienda ha avuto un incontro in mattinata con Le Maire, un prolifico economista e scrittore con il quale ha “discusso i negoziati con il Fondo monetario internazionale (FMI) e il Club di Parigi”, poiché il governo intende posticipare le scadenze con entrambe le agenzie. A maggio, c’è una scadenza di $ 2,4 miliardi con il Club di Parigi, mentre a settembre e dicembre ci sono due importanti pagamenti al Fondo monetario internazionale per un totale di $ 4,4 miliardi.

Inoltre, “i ministri hanno discusso le relazioni tra Argentina e Francia, e lavorano nel G20 per rafforzare le regole che portano a una maggiore stabilità e sostenibilità globale”.

D’altra parte, “Guzmán e Le Maire hanno concordato sull’importanza dei progressi nelle politiche fiscali internazionali che risolvano il problema dell’evasione fiscale che affligge le attuali regole della globalizzazione”.

READ  Persecuzione in Nicaragua: la candidata presidenziale Cristina Chamorro deve affrontare un processo

“Il dialogo con la mia controparte francese, con la quale continuiamo a costruire consenso sulle relazioni dell’Argentina con il Fondo monetario internazionale e il Club di Parigi, è sempre di grande valore, poiché unisce gli sforzi per un pluralismo più sano per il mondo. Grazie , Bruno Le Maire, per la tua comprensione. E ti sostengo sempre ”, ha dichiarato Guzmán al termine dell’incontro.

Poi il ministro ha incontrato il presidente del Club di Parigi, Emmanuel Mullen“Con il quale si è deciso di lavorare in modo costruttivo in modo che il paese abbia una capacità sostenibile di adempiere ai propri obblighi”. Gli incontri si sono svolti nel sofisticato edificio in Avenue de Bercy che fungeva da dogana.

Resta da vedere se tutte queste iniziative diplomatiche si tradurranno in fatti nelle prossime settimane, quando il Paese dovrà affrontare i suddetti pagamenti.

L’incoraggiante retorica di un ministro dall’Europa – che contrasta con la scena economica locale – è completata dal recente arrivo di due importanti leader da Washington a Buenos Aires, che dovrebbe essere interpretato come un sintomo di ansia che potrebbe essere capitalizzato dall’argentino governo in questo contesto molto importante per il Paese.

Anche se gli approcci differiscono, ma gli ordini del giorno dell’Ammiraglio Craig FallerCapo del comando meridionale e Juan Gonzalez Consigliere principale per le questioni latinoamericane del presidente del Nord America Joe BidenCoincide con il mostrare che c’è spazio per il dialogo e la cooperazione bilaterali.

Come indicato da Gonzalez InfobaeE il Questo approccio potrebbe tradursi in una maggiore flessibilità per il principale partner dell’FMI nelle negoziazioni con l’organizzazione multilaterale. A cui l’Argentina deve 45.000 milioni di dollari contratti dal governo della Repubblica argentina Mauricio Macri.

Il presidente Bill Clinton ha collaborato per rendere il Fondo monetario internazionale più flessibile con l'Argentina nel governo di Menem
Il presidente Bill Clinton ha collaborato per rendere il Fondo monetario internazionale più flessibile con l’Argentina nel governo di Menem

Questo è un segnale importante da gestire Alberto Fernandez, Perché la “politica” può essere nuovamente imposta ai tecnici del FMI. Gli esempi che dimostrano che la politica internazionale è imposta alla burocrazia del fondo sono abbondanti: è successo negli anni ’90 quando era una squadra Bill Clinton – lo stesso direttore generale Michel Camdessus – ha ignorato le denunce del suo staff sulle violazioni dell’Argentina; Inoltre, nel 2003 nel governo di Nestor Kirchner quando Anne Kruger Non ha voluto firmare l’estensione ma lo ha fatto a causa delle pressioni del tandem George W. Bush – John Taylor; E ancora, è successo nel 2018 quando David Lipton Non ha voluto cedere per firmare un secondo prestito, ma è stato costretto a farlo a causa del contatto diretto tra i due Donald Trump S Mauricio Macri.

READ  Dopo il PASO, Alberto ha preso l'incarico di Celac e ha parlato alle Nazioni Unite

Questa nuova “opportunità” potrebbe avere la sua ragion d’essere nella decisione degli Stati Uniti di non lasciare che l’Argentina finisca la sua caduta, poiché la Cina aumenta la sua influenza nella regione nel mezzo della crisi pandemica.

Allo stesso tempo, tuttavia, questa veglia da Washington creerà le condizioni per il governo argentino, a causa dell’agenda tradizionale del Nord America sui diritti umani (soprattutto per il Venezuela nella regione), sulla lotta alla corruzione e sulla sicurezza legale per il settore privato. sezione. La crescente influenza di Spagnolo Paula In qualità di ipotetico commissario per l’economia, non si adatterà certamente a questo potenziale approccio.

La buona notizia è che le grida e l’indifferenza dell’amministrazione Trump sembrano essere state sostituite dal solito “soft power” dell’amministrazione democratica. In ogni caso, questo cambiamento politico non è una garanzia in sé e per sé, perché le relazioni bilaterali nell’amministrazione Obama erano pessime a causa della volatile politica estera. Christina Kirchner.

Guzmán sarà ricevuto dal ministro delle finanze russo Anton Siluanov
Guzmán sarà ricevuto dal ministro delle finanze russo Anton Siluanov

L’ultima tappa a Mosca

L’economia ha indicato che, dopo aver confermato la serie di incontri, “la tappa finale del tour europeo si svolgerà a Mosca, dove sarà il consigliere presidenziale”. Cecilia Nikolini E con coloro che avanzeranno nell’approfondimento del rapporto di cooperazione strategica con la Russia “. Inoltre, Guzmán terrà un incontro nella capitale russa con la sua controparte finanziaria russa, Anton SiluanovE con rappresentanti del Ministero degli Affari Esteri “.

“In questi incontri, il ministro intratterrà un dialogo con le autorità russe per quanto riguarda i negoziati con il Fondo monetario internazionale e la necessità di rafforzare le regole in modo che ci sia un aumento della liquidità globale a beneficio dei paesi a medio reddito”, ha aggiunto. .

READ  Il presidente Joe Biden ha sottolineato che "con ogni probabilità" ci saranno nuove restrizioni negli Stati Uniti a causa della ripresa dei casi di COVID-19

Anche, Ha aggiunto: “Ha in programma di tenere riunioni per rafforzare la cooperazione dei paesi per la produzione di vaccini, al fine di effettuare investimenti per produrre Sputnik V contro il Covid-19 in Argentina”.

Dobbiamo ricordarlo Richmond Laboratories ha lanciato un trust per il suo nuovo impianto biotechDove contribuirà alla produzione Vaccino Sputnik V in Argentina. in questo senso, Lunedì, una spedizione di 170 chilogrammi inviata da Mosca è atterrata all’aeroporto di Ezeiza per iniziare a valutare i processi analitici e di produzione.

Continuare a leggere: