Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Google ha multato l’Italia di 100 milioni di euro

EPA / PILIPEY ROMANO / Archivio

ROMA, 13 mag. (EFE) .- La società tecnologica Google è stata multata di 100 100 milioni (circa $ 102,8 milioni) per aver consentito agli utenti di limitare l’accesso agli sviluppatori di app. Commissione italiana per la concorrenza e la garanzia del mercato oggi.
Secondo l’Antitrust “Google ha una posizione dominante attraverso il sistema operativo Android e l’App Store di Google Play, che consente agli utenti finali di limitare l’accesso all’app per gli sviluppatori” e “obbliga a utilizzare i servizi legati alla ricarica dei veicoli elettrici.
“Va notato che i tre quarti degli smartphone in Italia utilizzano Android. Inoltre, Google è l’operatore più importante al mondo nella cosiddetta economia digitale e ha un grande potenziale finanziario”, si legge nel rapporto della Commissione Antitrust Italiana. sito web.
Alphabet Inc. Group, Google LLC e Google Italy S. Questa autorizzazione è stata ridotta per le società di RL Gokul.
“Google non consente il sistema operativo dell’app Juice Pass con Android Auto, una funzionalità specifica di Android, che consente all’utente di utilizzare l’app durante l’esecuzione in conformità con i requisiti di sicurezza e riduzione delle distrazioni”.
Juice Pass abilita un’ampia gamma di servizi operativi per la ricarica dei veicoli elettrici, dal rilevamento della colonnina di ricarica alla gestione della sessione di ricarica e all’assegnazione della colonnina, che “garantisce l’effettiva disponibilità dell’infrastruttura non appena l’utente la raggiunge”.
Negando a NLX Italia la possibilità di avere Juice Pass su Android Auto, Google ha “limitato irragionevolmente le possibilità che gli utenti utilizzino l’app NLX Italia quando si caricano mentre guidano un veicolo elettrico”.
“In questo modo, Google ha eseguito il backup della propria app Google Maps, che può essere utilizzata su Android Auto e abilita servizi funzionali di ricarica per veicoli elettrici.
“L’esclusione dell’app NLX Italia da Android Auto va avanti da più di due anni. Se questo comportamento continua, la capacità di NLX Italia di costruire una solida base di utenti può sicuramente essere compromessa durante una significativa crescita delle vendite”, ha spiegato l’autorità.
Si noti che “l’applicazione Juice Pass scomparirà dall’elenco delle applicazioni utilizzate dagli utenti, riducendo notevolmente la scelta dei consumatori e ostacolando il progresso tecnologico”.
L’Autorità ha inoltre precisato che “il comportamento del problema può influenzare lo sviluppo della mobilità elettrica in una fase critica del suo funzionamento, soprattutto per quanto riguarda il miglioramento della rete infrastrutturale per la ricarica dei veicoli elettrici in una fase critica della sua attuazione”.

READ  Giro di Italia - Ciclismo - Video del treno che va alla 10a tappa di gioco