Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Gli ambasciatori dell’UE hanno completato l’agenda ufficiale del mese di Azuay Europe لشهر

Sotto le attività Mese dell’Europa, che si tiene nel maggio di ogni anno per commemorare l’unità e la pace raggiunte dai paesi europei, l’ambasciatore dell’Unione europea in Ecuador Charles Michel Gortes; gli ambasciatori Philip Schauer (Germania), Miklos Tamas Paszuk (Ungheria) e Michal Sedlasek (della Repubblica Ceca, in visita dal Perù); François Su, Incaricato d’Affari dell’Ambasciata di Francia in Intelligenza Artificiale, e Pietro Graziani, Condirettore Italiano del Fondo Italo-Ecuadoriano per lo Sviluppo Sostenibile, hanno fatto visita ufficiale ad Azuay, dal 26 al 27, per incontri con Autorità, mondo accademico, impresa e cultura della provincia.

incontro con gli studenti

La delegazione ha condiviso gli orari di lavoro con gli studenti di Università di Azuway Sul Green Deal europeo, che mira a proteggere il nostro ambiente naturale a beneficio delle persone, del pianeta e dell’economia. Anche i diplomatici hanno visitato Università di Cuenca Introdurre gli studenti alle opportunità di studio in Europa al fine di migliorare la mobilità studentesca e consentire ai partecipanti di espandere le proprie prospettive, interagire con nuove lingue, arricchirsi con altre culture e migliorare le proprie prospettive di lavoro.

Dialogo politico e cooperazione

Per rafforzare l’amicizia con Azuay, la spedizione ha incontrato Sindaco di Cuenca, Pedro Palacios; Stato di Azuay, Cecilia Mendes-Moura; I sindaci dei cantoni della provincia. Durante questi incontri sono state affrontate le opportunità di cooperazione internazionale e sono stati individuati i principali punti di sviluppo sostenibile della regione promossi dai piccoli produttori dell’economia familiare e solidale. Per questo hanno evidenziato l’importanza della co-creazione e dello sviluppo congiunto delle capacità, sempre basato sul dialogo, l’ascolto e l’apprendimento reciproco.

cultura europea

Per condividere la sua diversità culturale in Ecuador, firma simbolica e display Cluster EUNIC (Istituto Nazionale di Cultura dell’Unione Europea) Ecuador. Questa rete europea prevede, nei prossimi quattro anni, di garantire una visione più ampia dell’Europa e della sua diversità culturale in Ecuador, basata su tre principali aree di cooperazione: contributo alla rivitalizzazione della vita artistica in Ecuador, cultura e tutela ambientale e tutela dei le tradizioni e la cultura delle comunità locali in Ecuador.

READ  Sette paesi esteri lavorano con dieci aziende del settore energetico spagnolo

Poi gli ambasciatori hanno partecipato alla presentazione dello spettacolo “Novecento leggenda del pianista oceanico”Diretto da Felin de Smet e scritto da Alessandro Barrico. È una collaborazione tra Perù e Italia che ci fa piacere con un concerto di pianoforte in un montaggio scenico. In questo modo, cerca di sostenere la rivitalizzazione del settore culturale gravemente colpito durante la pandemia, nonché di rafforzare gli spazi di incontro tra Europa ed Ecuador, condividere il multiculturalismo dei paesi e allo stesso tempo generare una riflessione sull’importanza di diversità per scoprire di più sulla ricchezza dei borghi

Collegamenti commerciali

Tra le altre attività svolte, i diplomatici hanno tenuto un incontro con i membri della Camera di Commercio di Cuenca. All’incontro hanno partecipato anche i Consoli Onorari Thomas Kalat della Germania, Carmen Moreno della Francia e Sergio Ramos Vazquez del Cile, accompagnati da Augusto Tosi, Corrispondente consolare dall’Italia. In questo forum, l’ambasciatore Gertz ha evidenziato il rapporto commerciale tra l’Unione europea e l’Ecuador, che è protetto da un accordo commerciale che ha permesso di aumentare gli investimenti e le opportunità di affari tra le due parti. Inoltre, ha colto l’occasione per annunciare la seconda edizione dell’Expo Europa, prevista per il prossimo ottobre e organizzata in collaborazione con le Camere europee.

Durante ciascuna delle attività svolte, sono state rispettate le misure di biosicurezza.