Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Francis non presiederà un gruppo ufficiale durante il suo viaggio in Scozia per il Summit sul clima

Francesco Non celebrerai la messa in pubblico durante la tua visita Glasgow il prossimo novembre a Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (COP26), organizzato congiuntamente dal Regno Unito e dall’Italia dal 1 al 12 di quel mese.

“Posso confermare che i vescovi scozzesi non hanno intenzione di celebrare la messa con papa Francesco a novembre”, ha affermato martedì. Peter KearneyPortavoce per i Vescovi della Scozia, secondo Acipensa. In questo modo ha risposto ad alcune notizie di stampa che parlavano di una festa all’aperto come hanno fatto loro Juan Pablo II Nel 1982 e Benedetto XVI nel 2010.

Ma ora non è una visita pastorale, ma il Papa è in viaggio su invito del Regno Unito, che sta organizzando i dettagli della visita: “Sappiamo che sarà solo poche ore in Scozia per l’incontro COP26, e quindi entrambi saranno Un po’ di tempo per incontrare i vescovi scozzesiha detto Kearney.

Tuttavia, lo farai alla presenza dei leader mondiali. Si prevede che 120 capi di stato o di governo subiranno un ritardo di un anno a causa del coronavirus. Hanno confermato la loro presenza Joe Biden, Principe Carlo Inghilterra NS Greta Thunberg, così come l’inviato speciale degli Stati Uniti per i cambiamenti climatici, l’ex Segretario di Stato John Kerry.

Un portavoce dei vescovi scozzesi ha concluso che “i vescovi cattolici della Scozia hanno accolto con favore la possibilità di incontrare Papa Francesco quando parteciperà alla COP26 a Glasgow a novembre” che sarebbero auspicabili incontri pastorali, ecumenici e interreligiosi, Il tempo stringe e purtroppo un programma così completo non sarebbe possibile“.

Tra gli eventi preparatori alla COP26 che il Vaticano sta preparando c’è la conferenza Fede e scienza: verso la COP26Organizzato dalle Ambasciate d’Italia e del Regno Unito presso la Santa Sede.

READ  La modestia dell'uomo che collezionava i portici: questo era Karajan, il musicista che vendeva i detti come se fossero rock | cultura | icona