Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Famiglie con genitori dello stesso sesso in Italia: “È molto vergognoso.  Ti stanno costringendo a fare una dichiarazione falsa” |  Società

Famiglie con genitori dello stesso sesso in Italia: “È molto vergognoso. Ti stanno costringendo a fare una dichiarazione falsa” | Società

L’ironia è che i giorni peggiori e migliori possono rivelarsi gli stessi. Ilaria Rossi e Anna Inverardi non avrebbero potuto essere più felici la mattina in cui è nata Adele. La strada era molto lunga. Viaggi in una clinica di riproduzione assistita in Danimarca, tentativi multipli, stanchezza fisica, emotiva e finanziaria. Finalmente nato a Brescia (Nord Italia), in casa. Ma quando la mattina dopo si sono recati all’anagrafe, hanno dovuto solo registrare la ragazza come figlia di uno di loro e figlia di padre ignoto. Così funzionava e funziona ancora in Italia. “È un momento molto umiliante…

Iscriviti per continuare a leggere

Leggi senza limitazioni

L’ironia è che i giorni peggiori e migliori possono rivelarsi gli stessi. Ilaria Rossi e Anna Inverardi non avrebbero potuto essere più felici la mattina in cui è nata Adele. La strada era molto lunga. Viaggi in una clinica di riproduzione assistita in Danimarca, tentativi multipli, stanchezza fisica, emotiva e finanziaria. Finalmente nato a Brescia (Nord Italia), in casa. Ma quando la mattina dopo si sono recati all’anagrafe, hanno dovuto solo registrare la ragazza come figlia di uno di loro e figlia di padre ignoto. Così funzionava e funziona ancora in Italia. “È stato un momento molto umiliante. Ti costringono a fare una dichiarazione falsa. E dovresti farlo nei primi giorni del bambino, quando sei più felice. Sei costretto a dichiarare che ha una sola madre. Rinnega il tuo partner e deruba la ragazza di una madre. Inoltre, invece di confermare che ha due madri che la amano con tutto il cuore, devi dire che da qualche parte c’è un padre che non la ama.

L’Italia, che ospita il Vaticano, non ha mai gradito la regola del riconoscimento dei figli delle coppie omosessuali. Anche la sinistra non ha osato fare quel passo nel 2016 quando ha approvato una legge sulle unioni civili. Tuttavia, molti comuni progressisti come Milano o Torino hanno aperto i registri comunali per proteggere quelle 150.000 famiglie in Italia. Un passo fondamentale è che uno dei due padri o madri viaggi fuori dall’Italia con il minore, lo iscriva a scuola, lo vaccini, lasci l’intera eredità, o eventualmente lo prenda in custodia. Morte del coniuge. Quel record è solo una patch. Ma ha aiutato. Ora l’esecutivo di estrema destra di Georgia Meloni ha disposto la messa al bando di tutti i rappresentanti di governo dalle regioni. Inoltre, l’Ufficio del Procuratore di Stato gestisce i ricorsi per rimuovere i bambini registrati da questi database e restituirli allo stato di genitore single.

READ  21 livelli di Zero de Italia 2022

L’agenda del governo è chiara. Uguaglianze, Famiglie e Nascite Il ministro Eugenia Rosella ha scritto il testo delle riflessioni ultraconservatrici sul tema sociale. Un attivista anti-aborto di lunga data di un partito radicale che si è trasformato in movimenti radicali per i diritti di estrema destra. “Il nostro modello familiare prevede un padre e una madre”, ha affermato in uno show televisivo la scorsa settimana. Inoltre la Commissione del Senato, controllata da una maggioranza di destra, nella stessa settimana ha rifiutato di approvare un certificato europeo che tenti di uniformare questo tipo di registrazione, e ha revocato i diritti delle famiglie di genitori omosessuali stranieri che vengono in Italia trascorrere una stagione e guardare. La mossa unisce il paese transalpino con Polonia, Ungheria, Romania, Lettonia, Bulgaria, Slovacchia e Lituania. O qual è lo stesso, con l’idea politica di condannare la discriminazione di due milioni di bambini rispetto ai loro concittadini europei.

La Meloni, che ha sempre detto di volere una famiglia per i figli italiani che non ha (suo padre, detenuto in ritardo per narcotraffico, ha abbandonato la famiglia da ragazzo), e il suo partito lo ha messo in guardia sulla campagna sentiero. sentiero. L’attacco alla comunità LGBTI è a volte travestito da retorica contro forme di riproduzione non etiche. Ma nessuno si aspettava che la mossa, il primo temuto attacco alle libertà civili, fosse così grave. “Sfortunatamente, quando si sono svolte le elezioni, eravamo tutti chiari sulla posizione del candidato Meloney. Eravamo molto spaventati e credevamo che non sarebbe stata selezionata. Un fatto ampiamente condiviso viene negato. La società italiana è pronta a questo cambiamento, sarebbe assurdo negare l’evidenza”, spiega Ilaria.

READ  Italia Argentina Cercasi medici e infermieri: tutti i dettagli

L’agonia di queste famiglie è lunga. Oggi, dopo aver vinto un ricorso negato dalla Corte d’Appello presente la Procura della Repubblica, l’unica opzione per Ilaria e Anna è adottare il figlio della coppia per alcuni casi. È una primavera legale radicale in cui lo Stato dà la priorità all’integrità emotiva dei minori e, tra le altre cose, approva la loro adozione da parte di coppie dello stesso sesso. “È enorme. E molti genitori non vogliono. Devi dimostrare di essere idoneo ad adottare tuo figlio. È ridicolo, non sai mai che tipo di assistente sociale ti interrogherà davanti a te. Ma il pensiero di proteggere nostra figlia ha preso il sopravvento su di noi ed è per questo che lo festeggiamo.” Non volevo, ma il mio compagno ha pianto molto: abbiamo finalmente confermato che nostra figlia è sotto tutela.

Ryan e Giuseppe con i loro due figli a Roma.Antonio Masiello (Antonio Masiello/EL PAIS)

L’agonia delle famiglie di due donne, in Italia è consentita solo l’inseminazione artificiale da parte della moglie di una coppia omosessuale. Ecco perché ci sono frequenti viaggi in Spagna o Danimarca. Le famiglie con due uomini, come nella maggior parte dei paesi europei, hanno solo due opzioni: adottare il figlio biologico dell’altro (non possono adottare in coppia) o surrogato in paesi come il Messico o gli Stati Uniti, dove questo è legale in alcuni stati. Lo hanno fatto Ryan e Giuseppe, due sardi di 48 anni che vivono a Roma da due decenni. Nel 2015 si sono trasferiti in California e dopo un lungo iter sono tornati con due gemelli: Nina e Luca (oggi hanno 8 anni).

Entrambi i bambini hanno ottenuto la cittadinanza statunitense e sono stati registrati come figli di due genitori. Al suo arrivo in Italia, Giuseppe perse automaticamente il suo potere e quel riconoscimento. I genitori non potevano nemmeno iscriverli all’anagrafe comunale della città di Roma: in pratica l’allora sindaco Virginia Raggi (Movimento 5 Stelle) e l’attuale consigliere Roberto Gualtieri (Partito Democratico) non volevano attuare ciò. “Questa è tutta una strategia politica. Ci offendono oltre ogni immaginazione”, spiega Ryan dell’ultimo ordine del ministro dell’Interno di chiudere i registri comunali. “Anche le coppie omosessuali affermano di comprare bambini. Ma abbiamo accesso ai servizi di consegna e mediazione legale, cosa che accade anche per le adozioni internazionali, e di bambini adottati nessuno parla.

READ  L'Italia richiede certificati di vaccinazione per i suoi lavoratori

Ryan Argobaleno (Arcobaleno Italiano) è il Vice Presidente dell’Associazione Famiglia. E tutti coloro che sono stati consultati per questo rapporto sottolineano la stessa cosa. La società civile italiana è avanti rispetto alla classe politica. “In realtà, direi che è lontana anni luce. Non abbiamo mai avuto difficoltà nella nostra vita quotidiana. I nostri figli sono completamente integrati. Nessuno ci ha detto niente”, dice. Sabato scorso, circa 10.000 persone hanno manifestato a Milano contro il provvedimento e hanno chiesto la regolamentazione di una situazione che lascia allo scoperto migliaia di bambini.

Le famiglie omoparentali protestano a Milano contro la decisione del governo Meloni di vietare l’iscrizione a entrambi i genitori.Gabriele Bice (AFP)

La nuova segretaria del PD, Elly Schlein, ha promesso di farne una battaglia prioritaria. Stefania Santilli, avvocato che sostiene le famiglie dello stesso sesso, ritiene che “il disegno della legge che prevede le famiglie dello stesso sesso dovrebbe essere discusso”. “Hanno già iniziato a parlarne in Parlamento. Tutti questi bambini non vedono l’ora che arrivi la decisione entro due anni (il tempo impiegato per il processo di adozione). L’adozione non è una persona giuridica giusta o valida. Non lo è per l’unione civile coppie, è un adattamento di un’altra persona giuridica e ha passaggi iniqui per le famiglie. . Ma è una sorta di riconoscimento, ed è importante ricordarlo.” Il problema è che finora la sinistra non ha fatto nulla.