Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Evaristo Blazquez Basketball si incontra di nuovo a Saragozza con la squadra giovanile spagnola nel 1983

l’isola verde Evaristo BlazquezE il Il secondo allenatore Dalla Linense Basketball Association (ULB) Partecipa questo fine settimana A una riunione della squadra di basket giovanile spagnola chi gioca Il Campionato Europeo in Bulgaria nel 1982 e la Coppa del Mondo Junior a Palma di Maiorca nel 1983che si è verificato in Saragozza.

Secondo le informazioni ricevute da Araldo d’Aragona L’incontro, che è stato coordinato da Municipal Sports Saragozza e presenza Jordi Villacampa, José Montero, Rafael Vecina, Toñín Llorente, Guillermo Hernangomez, Pepe Arcega, Paco Velasco, Oscar Peña, Albert Illa, Pepe Palacios, Evaristo Blazquez e Jordi Darde, sono venuti tutti a suonare per l’ACB, che lo ha fatto in Montero First squadra. Sono venuti anche loro Gioacchino Costa, assistente allenatore; Emilia Bell Fisioterapista John Tamam, All’epoca vicepresidente della Federazione spagnola di pallacanestro, il Carlos Pastrana.



Spagna Si è classificato sesto in EuropaJordi Villacampa è stato il capocannoniere con 28,6 punti a partita Drazen Petrovic con 27 e Quarto ai Mondiali di Palma di Maiorca.

per Jordi Villacampa: “Era il miglior teatro sportivo, L’innocenza dei giovani e il fatto di giocare in una squadra di allenatori nelle principali competizioni ci hanno dato lo spunto per una lunga carriera nel mondo professionistico. Dopo quarant’anni ci rivediamo insieme È un altro valore dello sport. Ritroviamo coloro che ci hanno lasciato dispersi”.

Il Il livello dei due tornei era troppo altoche mette in evidenza il gran numero di giocatori che in seguito hanno svolto una grande carriera, come Jose Biryukov, allora capitano della nazionale russa, dove hanno anche giocato, Arvidas Sabonis, Marchulenis, Volkov, Tikonenko o Volkov, Senza sminuire il potenziale della Jugoslavia, guidata da Drazen Petrovich, accompagnato da Velimir Pirasovich, Cvjeticanin, Fumagalli, Montechi o Binelli In tutta Italia senza dimenticare le stelle della Germania, Scrempf, Welp, Benke o Roeder, che è diventato assolutamente definito. Alcuni dei nomi di spicco della Coppa del Mondo sono stati Kenny Walter, Walter Perry (USA), Ricciotti, Campana, Montenegro (Argentina), Guez (Australia) e Consensao (Angola).

READ  Pro League 2022: Classifica posizione, classifica Copa Libertadores e Sud Americana e confermata retrocessione

Per tutta la durata dell’atto, i presenti hanno avuto un caro ricordo Rafael Martinez San Segundo, Carlos Montes, Ignacio Pinedo, Tirso Llorente e Bernardino Lombao Già deceduto.

Gioacchino Costa, Il vice allenatore di questa squadra ha commentato: “È stata una grande esperienza per me essere assistente di Ignacio Pinedo, insieme a Torso Llorente, Bernardino Lombau, e poter lavorare con questo gruppo umano, che è un privilegio. Abbiamo ottenuto un grande risultato”. Il livello di gioco ei giocatori che c’erano erano al livello più alto. Ho avuto il piacere di incontrarli di nuovo a Saragozza, città a cui sono molto legato”.

Piccola Arcega, Olimpico a Barcellona 92, il 64 volte assoluto internazionale, Ha ammesso che il momento “è stato molto bello”. “La nazionale spagnola juniores che ha partecipato all’Eurobasket 82 in Bulgaria e alla Coppa del Mondo 83 a Palma di Maiorca si è radunata a Saragozza, dove siamo arrivati ​​quarti nel mondo contro giocatori come Sabonis, Petrovic, Marchulonis, Walker, Campana ecc… È stato eccezionale. Sono orgoglioso che dopo tanti anni ci siamo ritrovati al Príncipe Felipe, sponsorizzato da Zaragoza Deporte. La mia città è sempre con il basket”.

William HernangomezIl padre dell’attuale giocatore di basket europeo Willie e Juancho Hernájomes Goyer, recentemente arrivato da Eurobasket per sostenere i suoi figli, ha detto di ricordare molto della sua esperienza nella squadra Junior. “E’ stato bello giocare contro quelle squadre, Russia, USA, Jugoslavia, Italia e tanti altri grandi giocatori dell’epoca. Essere in grado di sincronizzarmi di nuovo qui con i miei colleghi di quel momento e ricordare tutto ciò che abbiamo vissuto, è stato così tenero”.

READ  La corsa è salita in vetta alla Pro League e lotta per la corona | Con un gol di Kobeti, la squadra di Gago ha battuto il Lanos e ha battuto il Boca di due punti