Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Euclid, la missione europea che cerca di scoprire i segreti dell’universo oscuro

Euclid, la missione europea che cerca di scoprire i segreti dell’universo oscuro

La natura della materia e dell’energia oscuraCome è cambiata l’espansione dell’universo o se la nostra comprensione della gravità è completa sono alcune delle domande a cui cercherà di rispondere Missione Europea Euclidechi creerà La “più grande e accurata” mappa 3D dell’universo.

Potrebbe interessarti: una stella e un pianeta extrasolare saranno nominati in onore di una comunità indigena colombiana

Per fare ciò, per sei anni monitorerà più di un miliardo di galassie a una distanza fino a 10.000 milioni di anni luce, in più di un terzo del cielo. oggi è Agenzia spaziale europea (ESA) Visualizza i dettagli della missione, che sarà lanciata da Cape Canaveral, in Florida, su un razzo SpaceX Falcon 9 all’inizio di luglio.

argomenti correlati

Il veicolo spaziale, alto 4,7 metri, è dotato di un telescopio di 1,2 metri di diametro, due strumenti scientifici, una fotocamera a lunghezza d’onda visibile, uno spettrometro nel vicino infrarosso e un fotometro.

Tutto questo servirà a sondare l’universo oscuro, sconosciuto alla comunità scientifica. Miliardi di galassie saranno scansionate con precisione e sensibilità senza precedenti, fornendo un vasto database aperto.

La materia normale nell’universo è ciò di cui sono fatti i pianeti, le galassie o le stelle e rappresenta il 5%. Il resto è sotto forma di energia oscura (circa il 70% dell’universo) e materia oscura (25%), varie componenti che la cosmologia sta ancora cercando di spiegare.

La materia oscura, la cui esistenza è stata scoperta più di mezzo secolo fa, non emette luce ma esercita gravità. Questo è essenziale per comprendere il modo in cui l’universo è assemblato, dalle grandi strutture di vuoti e giganteschi ammassi di galassie alla forma di galassie come la nostra, via Lattea.

READ  Gli studenti di Guanajuato viaggiano verso l'Himalaya attraverso la tecnologia - Dipendenze Politen

L’energia oscura è diversa. Secondo i cosmologi, ciò comporterebbe un’espansione accelerata dell’universo che resiste alla forza di gravità, e in particolare Euclide, in cui studieranno 14 paesi europei, oltre a Canada, Giappone e Stati Uniti.

Questa è una delle domande importanti nella cosmologia moderna. All’inizio si pensava che questa espansione fosse un prodotto “la grande esplosione” con cui è stato creato l’intero universo; È stato accettato che a un certo punto questa espansione finirà per rallentare a causa dell’effetto opposto della forza gravitazionale che tiene insieme la materia, ma non è così.

Ora, la comunità scientifica sta sostenendo che qualcosa sta creando sempre più spazio tra le galassie e questa è energia oscura. Risulterà nell’accelerazione dell’espansione dell’universo, ma non si conosce né la sua origine né la sua fisica né il modo in cui funziona.

E ancora: qual era il vitello di Alberto I, il primo animale inviato nello spazio? Scoprire

Con un costo di 1.400 milioni di euro (circa 1.514 milioni di dollari), Euclid è progettato per fornire nuovi dati sul lato oscuro dell’universo.e in particolare la materia oscura e l’energia, che sono i pilastri principali del cosiddetto Modello standard della cosmologia.

Per questo, funzionerà una mappa tridimensionale dell’universo (il tempo è la terza dimensione), che descriverà in dettaglio la forma, la posizione e la distanza delle galassie situate a una distanza fino a 10.000 milioni di anni luce, ha spiegato Guadalupe Canas, a ricercatore all’ESA.

Il veicolo spaziale utilizzerà due antenne per trasmettere quotidianamente i suoi dati, una situata nella città spagnola di Cebrero ad Avila (centro-ovest del paese) e l’altra a Malargue in Argentina.

READ  Alejandra Barrios, leader del rivenditore CDMX, arrestata

Questi saranno elaborati in un massimo di nove centri e saranno infine archiviati presso la sede centrale dell’ESA a Madrid. Per accedervi non è necessario attendere la fine della missione, ma ogni anno verranno annunciati coloro che sono stati ottenuti fino a quel momento, ha spiegato Guillermo Buenadicha, coordinatore delle operazioni scientifiche presso Euclid, che rappresenta una delle più grandi sfide in questa materia. Il compito è il grande volume di dati e la sua elaborazione, “niente di semplice”.

La nave è progettata per operare per sei anni, ma con la possibilità di estendere la missione per altri quattro anni. La mappa completa sarà pronta in quel primo periodo di anni, e poi? Xavier Dupac, scienziato di processo di Euclid, ha sottolineato che questo deve ancora essere determinato.

Inoltre: uno studio spiega come si è verificata la più grande esplosione cosmica mai avvenuta

Si potrebbe, ad esempio, estendere l’osservazione dal 35 al 45% dell’universo o rivisitare le aree migliori per migliorare i dati. L’orbita di Euclide sarà attorno a un punto noto come punto lagrangiano 2 (L2), a una distanza media di 1,5 milioni di chilometri dalla Terra (dove si trovano anche i telescopi Gaia e James Webb).

L’appaltatore principale è l’italiana Thales Alenia Space, che guida un consorzio che coinvolge otto società spagnole, ha affermato Susana Infante, di Thales Spagna e responsabile del progetto per Euclid Communications Subsystem.

Il decollo è previsto per i primi giorni di luglio, anche se la data esatta non è stata ancora annunciata.

EFE

Trova anche in Scienza