Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

È meglio alzare il coperchio oppure no?

È meglio alzare il coperchio oppure no?

È il 2024 e l’intero mondo del caffè Sembra diviso Tra chi fa il caffè in capsule e le “macchine per caffè speciality”… tutto? NO! Un piccolo elettrodomestico che resiste ancora, come sempre, agli invasori: la caffettiera italiana. La domanda è: come possiamo sfruttare al massimo questo miracolo che sta per compiere 100 anni?

Le due grandi tendenze del caffè attuale. Anche il mondo del caffè, quasi altrettanto Tutto ciò che riguarda il cibo negli ultimi anni, subisce cambiamenti molto intensi. Da un lato, la tecnologia rende incredibilmente facile bere il caffè con i semilavorati: gli esempi sono innumerevoli, a partire dalCaffettiere a capsule A Caffè pronto da bere O ibridi come Coca Cola con caffè.

Specializzazione. D’altronde “specialty coffee” significa rivalutare una bevanda già esistente Spagna Arrosto Ero particolarmente picchiato. Con esso arrivarono non solo nuove varietà di caffè di alta qualità, ma anche molti apparecchi che preparavano il caffè nei modi più strani. Pertanto, il mondo degli amanti del caffè è pieno di termini come: Bevanda fredda Anche Aeropress.

Tra i due fronti, la caffettiera italiana (o moka) resiste nel tempo come uno dei sistemi di preparazione del caffè più semplici. Semplice, sì; Ma non è chiaro. La scienza ha molto da dire su come far competere questa caffettiera con il resto dei nuovi elettrodomestici.

Come funziona una caffettiera italiana? Man mano che ci abituiamo (e ce n’è sempre uno dimenticato in ogni credenza della cucina), dimentichiamo facilmente che i baristi italiani sono un piccolo genio dell’ingegneria del XX secolo.

A livello costruttivo, questo tipo di caffettiera è composta da tre pezzi: una base o camera serbatoio (dove viene posta l’acqua), un imbuto o bricco (dove viene posto il caffè); E una camera superiore a forma di barattolo con un coperchio che ha un filtro più fine e una gomma sul fondo (che è dove… Sembra Caffè già preparato). Tuttavia, a livello funzionale, di solito è più facile pensarlo come due grandi parti (la parte inferiore e quella superiore) collegate da un tubo stretto (al centro del quale si trova il serbatoio del caffè).

READ  I Dosfarma Woman Awards premiano le donne nel campo della salute e del benessere

L’idea generale è che quando l’acqua nella camera inferiore si riscalda (e una parte di essa passa allo stato gassoso), la pressione all’interno della caffettiera aumenta in modo significativo. Innanzitutto se la confrontiamo con la pressione all’interno del tubo (che è la normale pressione atmosferica). Questa differenza di pressione è ciò che alla fine fa sì che l’acqua salga attraverso il tubo, penetri nel caffè e finisca nel contenitore superiore).

Una caffettiera a tutti gli effetti, ma presenta dei problemi. È un sistema per preparare il caffè semplice, economico e veloce caffè espresso. Per avviarlo è sufficiente una fonte di calore, è facile bilanciare la quantità di acqua e caffè, e il sistema si avvisa che il caffè è pronto (quando finisce l’acqua dal contenitore inferiore si generano delle bolle e un suono caratteristico) .

Tuttavia, questo carattere fuoristrada presenta non pochi problemi Non la rendono una buona scelta Per gli amanti del caffè. Nelle macchine da caffè caffè espressoL’acqua ha una certa temperatura quando è immersa nel caffè. In italiano, sebbene il meccanismo fisico riduca la gamma di possibilità, ci sono così tanti fattori che influenzano (durezza dell’acqua, potenza del bruciatore, temperatura ambiente, temperatura del liquido in questione…) che è molto difficile controllare le esatte condizioni in cui in cui l’acqua è inzuppata di caffè.

E le cattive condizioni possono rovinare la bevanda (o nel migliore dei casi peggiorarne le proprietà organolettiche). Come Ce lo ricordano i nostri colleghi del Partito di Azione Democratica“Le alte temperature raggiunte da una caffettiera italiana tendono a estrarre gli ingredienti amari.”

Scusa se ti ho spruzzato. Pertanto, molti baristi consigliano di preparare il caffè senza coperchio. Se esaminiamo il meccanismo fisico utilizzato da una caffettiera italiana, ci renderemo conto che il coperchio ha una sola funzione: evitare che i liquidi schizzino. Il processo dipende da una serie di pressioni e la copertura non interferisce con esso.

READ  Greta Thunberg, è stata arrestata a Londra mentre protestava contro l'industria petrolifera

Per questo motivo, i sostenitori del sollevamento del coperchio spiegano che vedere come esce il caffè dal canale è l’indicatore più semplice per poter regolare la temperatura del bruciatore, regolare il risultato finale e togliere la caffettiera dal fuoco quando non c’è più liquido. acqua. Da notare che le raccomandazioni ci dicono sempre di utilizzare una fiamma bassa e di ridurla ulteriormente quando il liquido inizia a fuoriuscire. senza un commento Visivamente, la regolazione della temperatura è più complicata.

Non perde l’odore? Questo è ciò che confermano alcuni critici di questa tecnologia: che se la usiamo con il coperchio aperto, potremmo perdere parte dell’odore. Può darsi, non lo nego: ma la perdita (considerando che il coperchio alla fine non chiude contro il vuoto) è quasi aneddotica. Cioè, se fatto correttamente, non ci saranno differenze significative (se presenti) nel prodotto finale.

Per questo motivo, e considerando i vantaggi di esercitare un buon controllo durante il processo di preparazione del caffè, il coperchio aperto sembra un’opzione eccellente.

Consigli per ottenere il massimo dalle caffettiere italiane. “La potenza senza controllo è inutile”, ma una volta che impariamo a controllare la caffettiera dobbiamo pensare a come migliorare la bevanda. In questo caso, Ci sono alcuni suggerimenti Il che ci aiuta a produrre un caffè perfetto.

  • La rettifica delle punte è un buon esempio. Dovrebbe essere medio. Ciò significa che non è buono come una macchina super automatica caffè espressonon così denso come in un filtro o in una caffettiera Bevanda fredda. Per essere sicuri di aver capito bene il punto, è utile che il caffè “dovrebbe impiegare circa un minuto per finire di fermentare”. Se impiega meno tempo, la macinatura potrebbe diventare troppo grossolana, mentre se impiega più tempo potrebbe diventare troppo fine.
  • Acquistare il caffè in grani e munirsi di un macinino garantisce la “freschezza” del prodotto difficilmente riscontrabile nel caffè macinato di fabbrica.
  • Un altro buon consiglio per quanto riguarda l’acqua: gli esperti consigliano solitamente di scaldare acqua minerale (non gassata) di alta qualità finché non inizia a bollire e di riempire con essa il serbatoio della macchina da caffè appena sotto la valvola. Ciò consente di controllare meglio la temperatura, il tempo e l’infusione del caffè.
  • Infine, non sovrapressare il caffè nel serbatoio: a causa dell’influenza delle macchine per caffè espresso nei bar, molte persone tendono a sovrapressare il caffè macinato. Ma in questo tipo di caffettiere questo non solo è inutile, ma controproducente. Basta versare il caffè e riempirlo fino al livello.
  • Una delle migliori idee è quella di refrigerare l’italiano una volta terminato il processo per stroncarlo sul nascere. Cioè, quando inizia a squillare, chiudi il coperchio e mettilo sotto il rubinetto dell’acqua fredda. Quindi è pronto per il consumo.
READ  Fino all'80% dei pazienti con artrite reumatoide è sieropositivo

Non è rilevante. Stiamo sottolineando qualcosa che ovviamente spesso viene dimenticato: tutto questo è importante, ma non è la cosa più importante. A livello fisico-chimico non offre miglioramenti fondamentali. Tutti questi trucchi sono tecniche comportamentali che ci fanno prestare maggiore attenzione al processo di estrazione e ci impediscono di trascurarlo. Il fattore decisivo, se vogliamo bere un buon caffè, È comprare un buon caffè. Naturale, granuloso e ovviamente mai tostato.

Con questi suggerimenti e un buon controllo, il tuo caffè dovrebbe uscire in condizioni ideali. Basta toglierlo dal fuoco non appena inizia a emettere il caratteristico suono, mescolarlo con movimenti delicati e servirlo subito. Per preservarne le proprietà organolettiche si consiglia di non riscaldarlo.

Immagine | Brent NienaberAlprazagros

A Chataka | Nel XVI secolo si credeva che il caffè fosse una bevanda satanica. Pertanto, papa Clemente VIII decise di “battezzarlo”.

A Chataka | La Spagna non è mai stata molto interessata al caffè nonostante l’influenza araba. Fino all’arrivo del bourbon

*Una versione precedente di questo articolo è stata pubblicata nel febbraio 2023